Cerca

Villa Valle, Giorgio Gatti suona la carica: comincia il programma verso la nuova stagione

rsz_gatti

Giorgio Gatti, allenatore Berretti Cremonese

A Villa D'Almé è tempo di pensare al futuro e d’ora in avanti il principale obiettivo è quello di preparare i ragazzi di tutte le categorie del settore giovanile al rientro a pieno ritmo per l’inizio della prossima stagione. Giorgio Gatti, storico allenatore dall’immensa esperienza, è pronto a ricominciare l’ennesima sfida con i giallorossi e, da responsabile tecnico, si augura che la collaborazione con la società continui il suo percorso brillante anche negli anni a venire. « Non vogliamo farci trovare impreparati, dunque la programmazione della nuova stagione è già cominciata. Vogliamo cercare di migliorare in continuazione, stare al passo con tutto quello che ci circonda ma prima deve cambiare la situazione generale, poi potremmo tornare finalmente in campo che è quello che conta di più». Il periodo difficile. Quello che stiamo vivendo e che stanno vivendo soprattutto i ragazzi da più di un anno a questa parte è qualcosa di negativo in tutte le sue sfumature, dalla mancata possibilità di trovarsi con i propri compagni al campo, al poter competere la domenica con altri ragazzi, talvolta amici, ma avversari per un giorno. « La situazione continua ad essere complicata – commenta Gatti – e sicuramente lascerà delle ferite indelebili sui ragazzi, considerando che hanno perso praticamente più di un anno di attività. Stavamo ricominciando a trovare continuità negli allenamenti e l’adesione riscontrata è stata impagabile, dal punto di vista psicologico non poteva che essere un aiuto importante nonostante le attività fossero individuali nel rispetto dei protocolli assegnati». Il rapporto coi giocatori. È difficile dimostrarsi presenti e partecipi a distanza, che sia attraverso lo schermo di un pc o di un telefono, ma anche Gatti, insieme al suo staff, ha cercato di dare sempre una mano a tutti soprattutto nelle situazioni di zona rossa, che hanno visto i ragazzi allenarsi comunque da casa. « Il programma di lavoro non ha mai subito degli stop – precisa Gatti – tutti hanno continuato a svolgere attività fisiche e ogni tanto ci trovavamo online per valutare il lavoro e tirare le somme. Quando i colori delle zone lo consentivano ci siamo allenati sempre due volte alla settimana e l’entusiasmo che hanno dimostrato i miei ragazzi è stato veramente gratificante». Il futuro. Nelle settimane che hanno preceduto l’inizio del campionato, lo scorso settembre, il tecnico Gatti ci raccontava delle difficoltà riscontrate con i ragazzi, i quali alla ripresa degli allenamenti, dopo l’inattività del primo lockdown, dimostravano scarsa lucidità dal punto di vista motorio e cognitivo. In questo momento, nonostante le difficoltà che si sono ripresentate, ma in maniera più lieve, quest’aspetto sembra essere superato ma il lavoro da fare in prospettiva è ancora tanto. Le basi da cui ripartire sono incoraggianti e la risposta ricevuta negli ultimi mesi dal tecnico giallorosso lo mettono nelle condizioni di programmare con serenità e speranza la prossima stagione.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400