Cerca

Staff Arona: Massimo Locci rientra come Ds, Alberto Anelli promosso a preparatore atletico

arona ripresa

La Ripresa sul campo dell'Arona: alla seduta dei 2005 di Fabrizio Capelletti, Massimo Locci e Giovanni Latorraca

«Gli ultimi tre anni hanno rappresentato un periodo di grande crescita per noi e, nonostante le ovvie difficoltà in cui versiamo, non abbiamo intenzione di lasciarci piegare da quest'annata storta. I bambini iscritti alla nostra Scuola calcio sono triplicati in pochissimo tempo e il comune ci sta appoggiando nel rinnovamento e ampliamento delle nostre strutture. Con questo piccolo restyling societario vogliamo dimostrare di essere pronti a ripartire, proiettati verso un futuro che sarà sicuramente brillante per i nostri colori». Queste le parole scelte da Elena Colombo, responsabile organizzativo dell' Arona, per presentare alcune modifiche apportate all'organigramma volte a dare nuova linfa vitale all'ambiente. La principale new entry è in realtà un grande ritorno: Massimo Locci, già noto ai vertici societari per il suo trascorso sulle panchine del Settore giovanile aronese. Locci, dopo aver ricoperto un ruolo chiave nella fondazione dell' Accademia Borgomanero, è stato nominato Direttore sportivo dei biancoverdi. Sarà lui dunque a fare da collante tra tutti i responsabili delle varie area tecniche: Giovanni Latorraca, Coordinatore del Settore giovanile, Riccardo Vallese, Coordinatore tecnico di Pulcini ed Esordienti, e Simone Setaro, che ricopre lo stesso ruolo su Primi calci e Piccoli amici. [caption id="attachment_273092" align="alignleft" width="900"] Riccardo Vallese ed Elena Colombo[/caption] Altra novità importante è la promozione di Alberto Anelli, fresco di laurea in scienze motorie e sportive, a preparatore atletico in aggiunta al ruolo di tecnico della Scuola calcio. Anelli accompagnerà le tutte le categorie del Settore giovanile durante l'intera stagione, al fine di garantire loro la condizione fisica ideale per ottenere i risultati auspicati. Elena Colombo sottolinea infine quello spirito d'appartenenza e la lungimiranza che caratterizzano tutte le decisioni prese dal presidente: «Nel Settore giovanile abbiamo tre squadre su quattro ai regionali; la Scuola calcio sta registrando un boom di iscrizioni; diversi elementi della Juniores sono ragazzi che hanno mosso i primi passi con noi fin piccolissimi; inoltre l'affiliazione con l' Atalanta ci dà autorevolezza e risalta la nostra professionalità. Tutti questi elementi sono al centro delle politiche societarie ed evidenziano quanto per noi sia importante portare quanti più ragazzi possibili fino alla Prima squadra, senza tralasciare le possibili finestre con le società professioniste».
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400