Cerca

Mercato Giovanili

Rhodense, cambia la guida tecnica dell'Under 16: Mattia Casella sbarca nei Pro, scelto Ivan Iotti come sostituto

Grazie alla forte amicizia che lo lega a Massimo Pasquetti, l'allenatore ex NibionnOggiono ha sposato il progetto arancioneri

Ivan Iotti, Rhodense

Ivan Iotti, nuovo allenatore dell'Under 16 della Rhodense al posto di Mattia Casella

Nemmeno il tempo di rendere noto l'organigramma tecnico della stagione che in casa Rhodense è già tempo di cambiamenti. Mattia Casella, designato inizialmente per allenare l'Under 16, è infatti stato ingaggiato dal Monza come Match Analyst della prima squadra. Sulla panchina dei classe 2006 degli arancioneri siederà così Ivan Iotti, dopo aver trascorso l'ultima annata al NibionnOggiono alla guida della Juniores Nazionale.

Amicizia. Il motivo principale per cui il nuovo tecnico della Rhodense ha accettato l'incarico ha un nome e un cognome: Massimo Pasquetti. «Siamo legati da un'amicizia indissolubile - racconta Iotti -. Lui è stato il mio allenatore quando avevo undici anni e, col tempo, il nostro rapporto si è cementato sempre di più. Sono entusiasta di poter lavorare in un ambiente in cui, oltre a lui, in tanti mi stimano». I primi contatti fra le parti sono cominciati una decina di giorni fa con Iotti che, inizialmente, non sembrava volesse accettare la proposta. Poi, il convincimento. Ma ad una condizione necessaria: l'Under 16 della Rhodense deve lottare per vincere. «Non conosco ancora la squadra - prosegue il tecnico - non avendola mai vista all'opera. Ma Mattia mi ha detto che ci sono elementi interessanti su cui poter lavorare». Il progetto proposto all'ex NibionnOggiono è di durata biennale e, malgrado ai suoi ragazzi servano alcuni mesi per assimilare tutti i concetti di gioco, il tecnico è convinto che la squadra possa competere già dal primo anno per le più alte vette della classifica. «Il prossimo sarà un campionato particolare, una sorta di anno zero. Praticamente, siamo fermi da due anni e i reali valori potrebbero venire meno, quasi azzerarsi», conclude il neo allenatore arancionero.

Esperienza. Ciò che sicuramente garantirà Iotti all'ambiente è una notevole dose di esperienza. Quella accumulata da calciatore prima e da allenatore poi, su svariati campi. Prima di appendere gli scarpini al chiodo, ha militato nel Piacenza, disputando la Serie B, e in altre società professionistiche, quali Siracusa, Pergocrema, Livorno, Legnano e Renate. In seguito, da tecnico, ha guidato le giovanili di Accademia Inter, Arese, Vimercatese e Bresso - con cui ha conquistato il titolo regionale - proseguendo poi al Seregno e al NibionnOggiono. Ora Iotti è atteso da una nuova sfida, diversa dalle altre. Messo a capo all'improvviso di un gruppo considerato da pochi come competitivo per i posti pregiati del campionato, vuole stupire anche i più scettici e regalare alla Rhodense una stagione da sogno.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400