Cerca

News

Caronnese: arrivano gli inseparabili Maurizio Brocca e Michele Brizzo per rendere grande il settore giovanile

La società si assicura un ex gruppo di dirigenti della Castellanzese che include il Direttore Sportivo e il Responsabile Scouting

Michele Brocca e Maurizio Brocca

I nuovi responsabili del settore giovanile durante una conferenza stampa

Maurizio Brocca e Michele Brizzo li conosciamo bene, il primo Responsabile dell’Attività di Base, il secondo Responsabile della Scuola Calcio, da anni militano insieme ottenendo risultati e successi. La coppia più bella del varesotto, porta con loro nella nuova casa due importanti figure. Si tratta di Luigi Ferrara già Direttore Sportivo alla Castellanzese, che ricoprirà il ruolo di Responsabile Settore Giovanile Agonistico e Antonio Gagliardi invece che continuerà a svolgere quello da Responsabile Scouting. La fiducia riposta dalla famiglia Reina guidata dal presidente Umberto Gambaro, al Direttore Generale Raffaele Ferrara, ha permesso l’avvio di questo progetto strutturale. La società, offre al quartetto una sfida che lusinga, ma che al tempo stesso pesa come un macigno, ovvero far crescere il prestigio del Settore Giovanile che da qui a qualche anno, dovrà essere ambito al pari del livello della Prima Squadra.

I competitivi lavori sono già in corso, infatti tra qualche tempo la Caronnese avrà a disposizione un totale di due campi a 11, uno a 9 e uno a 5, nuove segreterie ed uffici ed un nuovo grande spogliatoio. Per questa opportunità entrambi i responsabili ci tengono a ringraziare una volta in più la società per la fiducia che ripone in loro. Sicuramente ci vorranno degli anni per raggiungere i traguardi sperati. Ma quando ci si trova davanti un gruppo coeso dove ogni decisione viene presa insieme e in accordo, tutto appare più semplice, anche in virtù dei successi già raggiunti nella Castellanzese.

Brizzo e Brocca, si conoscono da moltissimo tempo. Il loro legame comincia ad instaurarsi durante il periodo degli studi universitari. Entrambi laureati in Scienze Motorie, cominciano a collaborare in diversi camp estivi. Negli anni a seguire, insegnano in istituti superiori e nel frattempo ottengono il patentino UEFA B . Dopo aver allenato in società differenti, la loro unione professionale si suggella in Castellanza. «Abbiamo un’unica visione d’insieme. Entrambi abbiamo seguito gli stessi percorsi formativi, dall’università all’insegnamento, dall’allenare fino a concludere entrambi il primo livello da Dirigenti Sportivi. Siamo molto uniti, pur gestendo categorie differenti, ogni nuova scelta viene condivisa e presa in comune accordo». Afferma Brocca, e confessa che saper vestire in ogni situazione i panni altrui, permette di instaurare degli ottimi rapporti professionali. Come già detto, l'intero gruppo è unito, ma ciò a cui si punta è alla continua ramificazione dei rapporti personali e professionali con ogni singolo membro dello staff. «La buona riuscita del progetto obbliga la collaborazione di tutti. Bisogna che ognuno remi nella stessa direzione e soprattutto i genitori non sono esclusi da questo grande organico. Devono essere coinvolti ed informati ed affinché tutto vada per il meglio abbiamo necessariamente bisogno del loro appoggio». Spiega Michele Brizzo. «Se ai grandi oneri seguiranno degli sperati onori, lo sapremo tra qualche anno. Ma lavoreremo molto affinché ciò avvenga». Conclude Brocca e noi non possiamo che essere dalla loro parte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400