Cerca

L'intervista

Barona Sporting 1971: Bianchessi accetta la sfida e rivela le panchine, un #ragazzodellabarona alla guida della Pre-Agonistica biancorossa

C’è un legame tecnico, sportivo, ma anche sentimentale, che si lega a ricordi d’infanzia, tra la società e Carlo Bianchessi, nominato nuovo Responsabile per l’Attività di Base

Barona Sporting 1971

Lo striscione che appare all'entrata del campo della società biancorossa

Bianchessi è un «amante delle sfide», come ammette lui stesso a più riprese, con un’esperienza notevole anche in termini temporali nel calcio dilettantistico e tante realtà vissute: da Lacchiarella a Rozzano, passando per la Vigejunior di Via Sant’Abbondio [poi Club Milano, ndr] e il Corsico, fino all’approdo ultimo nella freschissima realtà dell’Aprile 81. «A me le cose difficili, stimolanti, nuove, intrigano: mi piace mettermi alla prova», sottolinea. Sul passaggio più recente che lo vedrà in campo in tenuta biancorossa racconta di «divergenze di vedute» [a partire dal subentro della Milano Football Academy, ndr] ma anche soprattutto di un progetto, quello conosciuto con la rinnovata proprietà Carusi, insediatasi con entusiasmo nella sede di Via San Paolino, di gran valore: «Ho avuto questa grande possibilità e l’ho colta», dice «Presidente e Vice hanno tanta voglia di fare, tanta passione sul campo e sono estremamente legati al quartiere: oltreché un discorso sportivo e d’ambizione, c’è un’idea che comprende tutto l’aspetto sociale e territoriale, e questo mi colpisce molto sia dal lato sportivo che umano».

Bianchessi fa poi un ragionamento sulla nuova avventura in Barona: «Sono stati due anni pesantissimi, in modo particolare per i ragazzi ed i più piccoli, durante i quali lo sport è passato in secondo piano. Sarà fondamentale ripartire, con uno staff capace ed un buon team, che stiamo costruendo, a lavorare per riavvicinarli, trasmettergli la voglia di giocare e di socializzare», e lancia la scommessa «Non sarà facile, ma stiamo lavorando per rimettere in piedi il settore di Pre-Agonistica e aumentare l’apporto qualitativo».

Parole d’ordine, dunque: puntare in alto. Per farlo, accrescendo la base anche numericamente, Bianchessi formalizza anche i nomi di chi siederà sulle panchine delle categorie del comparto scolastico per la prossima stagione: Pasquale La Salandra sarà il riferimento per la Scuola Calcio, con responsabilità sulle annate dal 2013 al 2016, mentre Mauricio Acosta, unica nuova integrazione in staff, seguirà direttamente i 2012; l’esperienza di Massimo Pedrotti e Domenico Manzo andrà a favore rispettivamente delle panchine di 2011 e 2010, con i 2009 seguiti invece da Walter Mastromarino, già preparatore atletico, laureato in Scienze motorie e patentato UEFA. Ad arricchire il team, oltreché una figura di preparatore dei portieri, è prevista anche l’integrazione di due istruttori di «raccordo e coordinamento», Roberto Belluccio e Marco Celotto, che forniranno supporto tecnico e motorio, con un occhio specifico su alcune categorie.

Il 4 di settembre si festeggeranno i cinquant’anni della Barona e, nel ricordare quest’importante anniversario, Bianchessi conclude: «Ho cambiato molte società perché – di nuovo – mi piacciono le sfide e cerco di metterci sempre del mio: ecco, qui, in una realtà che ha radici così profonde e forti, mi auguro ancor di più di lasciare il segno, perché ci tengo molto».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400