Cerca

L'intervista

Nuova Usmate, l'Attività di Base si tinge di rosa: «Vorremmo diventare un punto di riferimento per il calcio femminile»

Dalla creazione di due squadre interamente femminili, agli Open Day di settembre, le novità non si fanno attendere: a raccontarle Fabio Luongo, che svela anche chi siederà sulle panchine della pre agonistica

Nuova Usmate

Una sessione di allenamento per le giovani calciatrici che da questa stagione saranno tesserate della società

La società di Usmate è in continua evoluzione e promette grandi sorprese per la stagione in arrivo, soprattutto nell'ambito dell'Attività di Base. La prima, e la più importante per le energie riposte e le tante aspettative che si stanno venendo a creare intorno al progetto, è la formazione di due squadre interamente formate da bambine. Esse andranno a completare e rendere ancora più ampie le categorie della pre agonistica: «Al momento», racconta il Team Manager Fabio Luongo «abbiamo quindici iscritte, ma nelle prossime settimane, con l'avvio degli Open Day di settembre, penso ci sarà un ulteriore incremento delle iscrizioni. Ad oggi, abbiamo due squadre: ovviamente non sono tutte della stessa annata, ma delle classi che vanno dal 2014 al 2016. Nel tempo vorremmo crescere al punto da avere delle categorie specifiche per ogni annata, ma è chiaro che è un progetto che ha bisogno di anni per essere consolidato. Il nostro obiettivo è diventare una società di punta per il calcio femminile, un punto di riferimento per le ragazze che vogliono intraprendere questo sport».

L'idea è nata proprio da alcune osservazioni fatte nel tempo da Luongo, appoggiate poi pienamente dal Presidente: «Girando per le società della zona, mi sono accorto che le ragazze giocano quasi sempre insieme ai ragazzi in squadre miste e lo trovo ingiusto perché penso che non siano valorizzate a sufficienza. Da qui si è generata l'idea di istituire una squadra interamente femminile: all'inizio non ci aspettavamo neanche questi numeri, che vanno ben oltre le nostre aspettative».

Un obiettivo importante, dunque, che vorrebbe andare avanti di pari passo con i progetti già avviati per il calcio maschile, in modo da consentire di sviluppare un vivaio di tutto rispetto, che nel tempo dia i suoi frutti: «Rispetto a qualche tempo fa, la nostra filosofia è leggermente mutata, nel senso che la parola d'ordine ora è “senso di appartenenza”: chi entra nella nostra società, atleta o membro dello staff che sia, deve esserne convinto e appoggiare totalmente il nostro progetto. Quello che ci deve distinguere è la qualità, intesa come quello che sono gli insegnamenti, la disciplina e le regole che diamo. Siamo sicuri che nel tempo questa filosofia ci premierà e porterà ad un consolidamento degli iscritti nell'attività di base: già da quest'anno abbiamo una percentuale più alta rispetto agli scorsi anni. Questo ci dà fiducia, ci fa capire che stiamo andando nella direzione giusta».

Il programma viene portato avanti anche dagli Open Day organizzati in questo anno: il primo è stato fatto a luglio, il prossimo è fissato per i giorni che vanno dal 6 al 9 settembre, date spostate leggermente in avanti rispetto all'idea iniziale per facilitare l'esperienza e l'inclusione dei nuovi ipotetici iscritti, che avranno la possibilità di usufruire di una sessione di allenamento con la squadra, in modo da valutare il team, la società e farsi un'idea su come ci rapporta all'interno di un gruppo. «Un aspetto importante è dare delle regole fisse da rispettare», racconta ancora Luongo, una caratteristica a cui tiene in modo particolare anche il Responsabile dell'Attività di Base Paolo Monelli «un uomo che rafforza tutto ciò che è già presente nella nostra struttura e che dà a tutti i nostri ragazzi una grande forza. È una persona fantastica, è bravo a farsi volere bene ed è sempre pronto a dare un consiglio. Tutti gli atleti sanno che devono fare quello che dice il loro allenatore perché Paolo li controlla e si arrabbia se non fanno i bravi».

Luongo svela che tra i tanti progetti che coinvolgono Monelli in prima persona, c'è quello di portare l'educazione fisica nelle scuole primarie della zona: «Lo scopo è duplice: quello di presentare una persona conosciuta e preparata come Monelli nelle aule e quello di partecipare a qualcosa di diverso e fatto da una persona competente, che se ne intende», conclude il Team Manager.

Organigramma Attività di Base stagione 2021/22

Esordienti 2009: Marco Cartabia, Maurizio Spinelli
Esordienti 2010: Gianpiero Roppolo, Mattia Trombella 
Pulcini 2011: Claudio Pappalardo, Fabio Brambilla
Pulcini 2012: Davide Brambilla
Piccoli Amici 2013-14-15: Edoardo Corno, Michael Colombo, Fabrizio Beretta, Andrea Vimercati
Primi Calci 2016-17: Roberto Villa
Femminile: Maurizio Spinelli
Preparatori portieri agonistica: Alessio Scarpa, Mattia Monopoli
Preparatori portieri Attività di Base: Alessio Scarpa, Antonio Cimino

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400