Cerca

L'intervista

La Spezia, Cristian Grieco: «Dopo sei anni, quest'anno avremmo finalmente raggiunto tutte le categorie in entrambi i settori. Non ci si comporta così»

Il Responsabile del settore agonistico e preagonistico racconta la società, che con grandi salti raggiunge tutti i sogni prefissati, ciò che manca è solo stato posticipato

Grieco La Spezia

Il presidente Matteo Siani, il responsabile Cristian Grieco e Andrea Siani

Fino a sei anni fa, La società La Spezia concentrava tutte le sue energie sulla Promozione. Esistevano altre piccole squadre al tempo, ma nel complesso non formavano un quadro completo. Succede che un giorno il presidente Matteo Siani sotto consiglio di alcuni fedelissimi, tra i quali l’attuale responsabile scuola calcio e settore agonistico Cristian Grieco, si lasci incoraggiare a formare una vera e propria scuola calcio, spinto anche dall’idea che far crescere i bambini gioverebbe alla Promozione futura. Cristian Grieco, entra nel club come allenatore e riesce a formare la prima vera squadra di Pulcini, classe 2009. Prendendo molto seriamente il progetto di espansione, cominciano i primi grandi lavori di ristrutturazione ed il centro sportivo, che si dota di un campo a 11 e due a 5. In pochi anni le categorie cominciano a crescere. Il successo raggiunto è doppio, se si considera che la sede sportiva de La Spezia è ubicata intorno ad altre realtà più grandi.

Tre anni fa Grieco diventa responsabile sia del settore preagonistico che di quello agonistico e il numero degli iscritti lievita: attualmente sono presenti in società circa 250 bambini. «Il sogno di completare tutte le categorie si faceva sempre più vicino. Proprio in questa stagione avremmo dovuto raggiungere la vetta, se non fosse che alcuni allenatori decidendo di andare via, abbiano sradicato due delle nostre categorie migliori, per donarle ad altre società. Si tratta degli Under 15 e degli Under 16, due belle squadre che hanno lasciato un vuoto ne La Spezia. Già, perché fino allo scorso anno l’ultimo pezzo mancante per completare il puzzle prendeva la forma degli Esordienti del primo anno e degli Under 14. Con le categorie al completo, la società aveva scelto di investire in maniera massiccia su delle figure professionali importanti. Nell'organico sono stati inseriti il fisioterapista e il medico, ma la grande novità di quest’anno è personificata dal responsabile tecnico del Settore Giovanile Luisito Campisi, ex giocatore professionista di società come Atalanta e Verona, ora allenatore Uefa B, che si occuperà della preparazione delle categorie di entrambi i settori escludendo solo la Promozione», parole che nascondono una sottile nota amara quelle di Grieco

Lo stimato presidente Siani in questi anni ha deciso di affiliare la propria società alla squadra professionistica Parma. Questa collaborazione non è puramente una facciata di marketing. Il pacchetto scelto permetterà agli allenatori de La Spezia di frequentare continui corsi di formazione e di aggiornamento specifici per ogni categoria, sia sul campo che online. Ma saranno anche gli allenatori parmensi a recarsi due volte al mese in La Spezia, dedicando intere giornate di allenamenti ai tecnici e ai ragazzi. «Ad oggi, il primo obbiettivo da fissare, è quello di permettere ai ragazzi una crescita qualitativa di modo da raggiungere i regionali. Sono sicuro che, grazie alla guida di un presidente come il nostro, riusciremo a realizzare questo sogno nel breve periodo. Voglio ringraziare a nome di tutti il nostro presidente che passa tutte le sue giornate nel centro sportivo. Lo ama e lo cura come poche persone potrebbero fare al suo posto. Merita ogni bene perché lui è un buono, dà il tutto per tutto sempre. Spero che si accorga di quanta stima lo circondi»

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400