Cerca

L'intervista

Real Trezzano, le parole del dirigente Fabio Cuppari: «Mi sono rimesso in gioco perché in questa squadra ho visto tanto talento e voglia di fare»

«Sono da sempre innamorato del calcio e amo vedere riflessa la mia passione nei nostri bambini che vogliono davvero dare tanto»

Real Trezzano

La Squadra Nera Esordienti 2010 del Real Trezzano in posa per una foto

In Real Trezzano gli iscritti sono molti, la categoria degli Esordienti 2010 è stata suddivisa in due squadre, la Nera e la Gialla: «La squadra Nera di cui sono il dirigente, è tecnicamente molto preparata, è composta da tanti ragazzi in gamba che hanno davvero molta passione. Mi sono innamorato subito di loro tant’è che ho preso la decisione di tuffarmi in questa avventura grazie a questi bambini che mi hanno dato la voglia di curare di nuovo una squadra». Le piccole soddisfazioni per i ragazzi sono arrivate nei tornei delle scorse settimane dove hanno gareggiato vincendo contro Aldini e Lombardia Uno e pareggiato invece contro il Cimiano.

L’impegno del Real Trezzano è massimo: affiliato con Accademia Calcio Milan, lo staff tecnico ci tiene moltissimo a mantenere alto il livello competitivo. L’allenatore della squadra è Marco Sepielli mentre il preparatore portieri si chiama Massimiliano Melilli. Melilli prepara un ragazzo le cui abilità cominciano a far parlare di sé. Si tratta del primo portiere Nicola Cuppari, un ragazzo in gamba che mette totalmente il cuore nel suo ruolo. Tecnicamente Nicola è un passettino avanti gli altri infatti, occasionalmente, gioca anche con il Milan in una categoria più grande. «Nicola è molto sensibile e si arrabbia parecchio quando prende gol. Si arrabbia anche con i compagni se magari in un’occasione non coprono abbastanza bene la porta lasciandolo solo con le punte avversarie, ma soprattutto si arrabbia con sé stesso perché è molto esigente. Vuole sempre conoscere ed imparare, credo sia anche un po’ il punto di riferimento della squadra».

Insieme a Nicola nella squadra Nera, c’è suo fratello gemello il difensore Mattia Cuppari: «Mattia è un duro, non molla l’osso, tiene duro più che può. Il suo ruolo gli calza a pennello è un difensore che ci mette anima e cuore». Fabio è così che descrive i suoi identici figli di cui è molto orgoglioso. «Vorrei di cuore ringraziare la società e soprattutto il presidente Marco Serviddio per come siamo stati accolti. Spero un giorno di poter contraccambiare con il mio impegno la sua fiducia. Un grazie anche al tecnico Sepielli con cui mi devo complimentare, sa fare molto bene il suo lavoro riuscendo a donare la carica giusta alla squadra che riesce a portare a casa i risultati. In questo campionato cercheremo di raggiungere il traguardo nel modo nel modo migliore, le qualità non mancano per cui credo che ci troviamo proprio sulla strada giusta», conclude così il suo pensiero il dirigente.

Rosa della squadra:
Cuppari Nicola
Talotta Daniel
Cuppari Mattia
Aquilani Mattia
Meroni Riccardo
Di Rocco Diego
Zanotto Edoardo
Rosa Samuele
Ormellese Alessandro
Greco Niccolò
Fossati Davide
Chinea Andrea
Nigro Alessandro
Iazzaro Edoardo

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400