Cerca

Esordienti

Longobardi incontenibile, la doppietta di Donolato regala gioia al tecnico Di Toma

Grande partita di passione e rispetto tra Baranzatese-Triestina 1946, che ci mettono il cuore dal primo minuto

Baranzatese Esordienti

I quattro moschettieri della Baranzatese: Longobardi, Donolato, Ingargiola e Belmonte

Pomeriggio di grande sportività e rispetto quello tra Baranzatese e Triestina 1946, con tre tempi interamente vinti dai padroni che casa che conquistano una vittoria più che meritata, concludendo l'incontro per 5-0. A regalare la vittoria al tecnico Di Toma, ci pensano rispettivamente: la doppietta di Donolato e le singole marcature di Longobardi, Belmonte e Ingargiola.

DONOLATO APRE LE DANZE

La gara si apre con un ritmo altissimo da entrambe le parti. Evidenti i due moduli differenti: la Baranzatese sfrutta la fascia destra, mettendo tutto nei piedi del velocissimo 7 Longobardi che si trova a fronteggiare l'11 avversario Hoyos Sinisterra. Dal canto suo, invece, la Triestina opta per lanci lunghi che non sempre vengono però colti. I padroni di casa manovrano benissimo il gioco con un ottimo giro palla, sono perfetti infatti gli scambi dell'accoppiata Longobardi-Belmonte, andando a creare parecchie azioni interessanti. Le prime conclusioni arrivano proprio dalla Baranzatese: prima la conclusione di Ingargiola, poi quella di Evangelisti, ma in entrambi i casi l'attento Gandolfo ci mette una mano di sicurezza. Il duello più bello si gioca tutto a centrocampo e vede contrapposti i due numeri 8: l'attento capitan Belmonte contro il veloce Tomaselli. Dopo 10' segnati dalla grinta da entrambe le formazioni, i padroni di casa riescono a sbloccare il match. Su un bellissimo cross dalla fascia destra di Longobardi, arriva il piede di Donolato prima di tutti: 1-0 allo stadio Raffin. Il gol fomenta ancora di più la prestazione dei gialloblù (oggi in bianco): l'ennesima azione è condotta sulla fascia destra da Longobardi, che crossa perfettamente in area ma il colpo di testa del compagno Ingargiola si alza sopra la traversa. Risponde a dovere la formazione rossonera, con un'interessante conclusione di Tomaselli che viene respinta in tuffo dall'attento Lecchi.

In foto: la formazione al completo della Baranzatese del tecnico Di Toma

BELMONTE-INGARGIOLA CHE COPPIA

Nella seconda frazione di gioco, caratterizzata da sostituzioni da entrambe le parti, la qualità di gioco della Baranzatese emerge ulteriormente, trascinata sempre di più sulla fascia da Longobardi. La formazione di casa continua a creare azioni fruttuose, ma la difesa ospite risponde a dovere grazie all'intesa tra Loberto, Milanaccio e Caputo. A salvare gli ospiti è ancora una volta il prodigioso Gandolfo, che ci mette il guantone in due occasioni: prima, sul colpo di testa di Ingargiola, poi sul tiro di Ricchiuti. Al 13' la Baranzatese buca per la seconda volta la rete avversaria: dopo la grande respinta del portiere, ci arriva il capitano Belmonte che trova l'angolino più lontano. Bastano due giri d'orologio per allungare ancora di più il vantaggio favorevole. Il canovaccio non cambia: sulla fascia destra è il solito trascinatore Longobardi - oggi incontenibile - che crossa in area: il piattone al volo di Ingargiola sorprende tutti. Dal canto suo, la Triestina trova la traversa con il solito Tomaselli, oggi sfortunato nel non trovare un gol che forse si sarebbe meritato. La frazione di gioco si conclude con il tiro in porta di Magnaghi, troppo centrale però per sorprendere Popescu.


In foto: la formazione della Triestina 1946 al completo in campo

SUPER LONGOBARDI

Terza frazione di gioco che si conclude con lo stesso punteggio della seconda. Al 3’ arriva l'ennesima paratona dei portiere ospite sul bel colpo al volo di Evangelisti. La Baranzatese dimostra forse più convinzione e grinta nei contrasti, trovando all'8' il gol con Donolato dopo la bellissima serpentina del compagno Grassi. La Triestina prova a costruire ciò che può, ma l'attenta difesa di casa lascia davvero troppi pochi spazi. Al 10', il solito Longobardi s'invola sulla fascia destra: arrivato in area, il giocatore viene chiuso irregolarmente dall'11 avversario, è rigore. Sulla zolla è lo stesso numero 7, desideroso - dopo tutti gli assist regalati - di segnare. Detto fatto: Gandolfo intuisce la traiettoria, ma la potenza è troppa. Dopo pochi minuti, su un'uscita difficile, è lo stesso portiere della Triestina ad infortunarsi e uscire dal campo, lasciando il posto al compagno Magnaghi. La formazione ospite si avvicina al primo gol con il centrocampista Tomaselli, ma l'attento Ricchiuti riesce a salvare sulla linea. Ancora Triestina vicina al gol con il numero 10 Paolini, che da solo davanti al portiere calcia troppo a lato mangiandosi l'ipotetico gol. 

IL TABELLINO

BARANZATESE-TRIESTINA 1946 5-0
RETI: 10' Donolato (B), 13' st Belmonte (B), 15' st Ingargiola (B), 8' tt Donolato (B), 10' tt rig. Longobardi (B).
BARANZATESE: Lecchi, Bontempi, Donolato, Ricchiuti, Toma, Metta, Longobardi, Belmonte, Grassi, Ingargiola, Sudano, Popescu, Evangelisti, Vitale. All. Di Toma. Dir. Cassanelli.
TRIESTINA 1946: Gandolfo, Loberto, Milanaccio, Marino, Caputo, Nardi, Ferrone, Tomaselli, Soliman, Paolini, Hoyos Sinisterra, Magnaghi. Dir. Marino.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400