Cerca

Esordienti

Il Cimiano la ribalta dopo l'eurogol di Nesci

Il Superga passa in vantaggio a metà primo tempo, ma i biancorossi calano il poker

Pietro Marchisella

Pietro Marchisella, centrocampista del Cimiano (foto di Fotografi Dal Mondo)

Voglia di rivalsa per il Cimiano del tecnico Pascucci, che vuole tornare a far punti dopo la sconfitta contro il Quinto Romano. I biancorossi ospitano dunque il Superga, alla ricerca di gloria per avvicinare le prime quattro della classifica. Dopo un iniziale vantaggio degli ospiti con Filippo Nesci, il Cimiano riesce a sfruttare le numerose palle gol trovando il ribaltone grazie alle reti di Christian La Rosa, Federico Vazorni, Pietro Marchisella e Rayen Klai. Termina 4-1, con i padroni di casa che rispondono alle vittorie di Baranzatese e Città Sangiuliano, restando sul podio e inseguendo il Quinto Romano capolista.

L'EQUILIBRIO

La partita, come da pronostico, si rivela sin da subito molto accesa e con diversi spunti interessanti: per il Cimiano i due attaccanti La Rosa e Klai sembrano in perfetta sintonia, mentre per il Superga il numero 10 Nesci e capitan Maffeo danno garanzie nelle proprie zone del campo. La prima occasione pericolosa è proprio sui piedi di La Rosa che calcia in porta trovando però la pronta risposta di Gimmillaro. I padroni di casa sembrano poter passare in vantaggio rendendosi spesso pericolosi anche da corner, come in occasione del colpo di testa di Marchisella, ma è il Superga a sbloccare il match con un eurogol di Nesci: palla ricevuta dall'out di destra, sombrero sul diretto avversario in area di rigore e conclusione al volo che non lascia speranze a Zardi, un gol spettacolare. Il Cimiano però non demorde e risponde dopo 5 minuti con il tandem d'attacco: conclusione di Klai e, dopo un'iniziale parata di Gimmillaro, ribattuta a porta vuota di La Rosa che firma il pari. Nel finale di primo tempo è ancora La Rosa ad impensierire la retroguardia ospite con un tiro con il destro ma Gimmillaro ben posizionato sul primo palo non si fa sorprendere.

IL VANTAGGIO

Nel secondo tempo il Superga parte forte provando a farsi vedere in avanti con Pellizzari, che al 3' trova un bel tiro su punizione che termina di poco a lato. La grande occasione per il vantaggio però ce l'ha il Cimiano un minuto più tardi: Russo dalla difesa si inventa un filtrante strepitoso che manda in porta Aniello Capasso, che però tutto solo davanti a Gimmillaro si fa ipnotizzare. Estremo difensore ospite volta protagonista con una gran parata e impegnato anche un minuto più tardi dal bel tiro di Marchisella. Dopo un avvio di tempo scoppiettante la gara torna ad essere giocata molto a centrocampo, finché al 15' l'episodio chiave: Davide Capasso, dopo un dribbling, viene steso in area di rigore, l'arbitro ben posizionato non ha dubbi e assegna il calcio di rigore. Dal dischetto si presenta Vazorni che con il mancino trova l'angolino basso, tiro potente e preciso su cui Gimmillaro non può niente nonostante avesse intuito la traiettoria. A un minuto dalla fine poi, i biancorossi trovano il tris: angolo battuto da Aniello Capasso e nella mischia Marchisella è bravo a fiondarsi per primo sul pallone, a girarsi e a concludere in porta realizzando il gol del 3-1.

IL POKER

Com'era successo nel secondo tempo, il Superga parte subito forte provando a dimezzare lo svantaggio, è ancora Pellizzari a rendersi pericoloso con un bel tiro con il destro ad incrociare, arrivato dopo una bella azione personale. A rovinare la festa del numero 11, la bella parata di Zardi, che allunga in angolo. I padroni di casa rispondono con la bella percussione di Klai, ma anche lui trova la risposta del portiere. A metà tempo Pellizzari ha un'altra occasione, in contropiede dopo esser stato servito da Nesci, ma il suo tiro è facile preda di Zardi, che subito dopo deve fare un altro intervento sul bel tiro da fuori area di Scuro. Le speranze di rimonta ospite vengono distrutte da Klai, che al 13' trova un gran gol che vale il 4-1: azione personale dalla sinistra e tiro con il destro sul secondo palo dopo esser rientrato verso l'interno del campo. Nel finale il Cimiano sfiora addirittura il quinto gol su due situazioni da calcio d'angolo, prima con Barrientos e poi con Russo, ma in entrambi i casi Gimmillaro deve fare gli straordinari per evitare la manita. Termina dunque 4-1, vittoria importante per il Cimiano che resta in scia per la vittoria del campionato.

IL TABELLINO

CIMIANO-SUPERGA 4-1
RETI (0-1, 4-1):
10' Nesci (S), 14' La Rosa (C), 15' st rig. Vazorni (C), 19' st Marchisella (C), 13' tt Klai (C).
CIMIANO:
Zardi, Berardi, Bittolo, Barrientos Sullcap, Del Corno, Russo, Vazorni, Marchisella, Capasso, La Rosa, Garoffalo. A disp. Klai, Capasso. All. Pascucci. Dir. Camerini.
SUPERGA:
Gimmillaro, Allara, Bossi, Bruno, , Contini, Dadda, Leggiero, Maffeo, Merlino, Nesci. A disp. Pelizzari, Scuro, Tessarin. All. Mullanu. Dir. Cirielli.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400