Cerca

Esordienti B

Un rigore per sognare, ma Valenti e Bianchi la ribaltano a favore dei nerazzurri

Primo tempo terminato a favore della Masseroni, l'Accademia Inter riesce a ribaltarla nei quaranta minuti successivi

Accademia Inter

L'Accademia Inter in posa prima dell'inizio del match insieme al loro tecnico Galuppo

Partita dalle grandi emozioni quella giocata tra Accademia Inter e Masseroni: due squadre forti, ben distribuite, che hanno sempre saputo tenere il campo e il gioco nelle proprie mani. Da una parte, la padrona di casa, capace di costruire azioni di gioco da manuale, partendo dal basso e facendo girare palla senza esitazione e senza perdere mai la calma ed il controllo della situazione; dall'altra una Masseroni mai doma, in grado di dare del filo da torcere all'avversaria ed a rendersi pericolosa in diverse occasioni, soprattutto sulle punizioni, tirate dal potente piede di Montelatici. Menzione speciale anche per i quattro portieri delle due compagini, Villa e Fortunato da un lato e Conti e Stefanovic dall'altro, che hanno salvato il match in diverse occasioni con delle parate micidiali. La partita, dopo un primo tempo molto intenso ed altri due tempi in cui il ritmo di gioco si abbassa leggermente, termina sul 3-1 per la padrona di casa: a primeggiare nella prima frazione di gioco la Masseroni, che con un rigore calciato da Montelatici, si porta in vantaggio; nel corso dei quaranta minuti successivi, ecco però uscire la qualità e la costanza dei nerazzurri, che fino all'ultimo hanno lottato per portare a casa il risultato e che guadagnano un gol nella seconda frazione di gara e due nell'ultima.

Montelatici di qualità. Il match entra subito nel vivo con Bianchi che apre per Costanzo: quest'ultimo però non riesce ad inquadrare lo specchio della porta, mandandola sul fondo. Dall'altra parte troviamo De Corzent che a grandi falcate percorre gran parte del campo riuscendo a resistere alle diverse incursioni avversarie che provano a portargli via il pallone, ma si allunga troppo, non trovando il momento giusto per andare al tiro. Successivamente, è il turno di Montelatici, che a distanza ravvicinata tira un paio di punizioni perfette, con cui prova ad andare direttamente in porta, ma i tiri si rivelano troppo alti e terminano sopra la traversa. A questi colpi, i nerazzurri provano a rispondere con Iannelli che prova a costruire sulla fascia, ma viene interrotto da Ciconte, che lo chiude sbarrandogli la strada ed impedendogli di continuare la corsa. Qualche minuto dopo è il turno del duo De Corzent-Clapis: il primo approfitta dello sbilanciamento degli avversari per provare ad inserirsi e serve un ottimo pallone a Clapis che parte all'arrembaggio verso l'area di rigore, ma perde l'attimo e non arriva a destinazione. Un contraccolpo dell'Accademia Inter prova ad aprire le marcature con Costanzo, che da lunga distanza prova ad andare al tiro, ma trova davanti al portiere il numero 8 Bernuzzi, che ben posizionato, copre la porta e non lascia passare nessuno. Ed ecco che arriva la prima rete della giornata, ad opera della Masseroni: tutto inizia da una punizione tirata da Ciconte. La palla si avvicina pericolosamente alla rete avversaria e per un attimo sembra entrare, ma all'ultimo viene respinta e l'arbitro fischia un fallo in area ed assegna il calcio di rigore, prontamente battuto e segnato da Montelatici. In ultimo, Cimmino si avvicina pericolosamente al 2-0, portando a spasso il pallone per l'area di rigore, ma a sbarrargli la strada c'è Kluzer, che chiude, mandando il pallone sul fondo.

La squadra della Masseroni

Bianchi e Valente per sognare. Al rientro in campo, i giochi si fanno fin da subito duri: a dare inizio alle danze è Gioeli che da metà campo dà spettacolo tirando una punizione che termina all'incrocio dei pali. Le squadre sono fin da subito equilibrate, ma ad un certo punto i ritmi si abbassano, ma la partita è tutt'altro che chiusa: e infatti intorno all'8' ecco arrivare il pareggio. Il tutto parte da un fantastico dribbling di De Pasquale, retropassaggio a Valente, che senza pensarci un attimo tira e la manda nell'angolino. A farsi notare in queste fasi è il numero 5 della Masseroni, Ciconti, che si fa trovare sempre al momento giusto nel posto giusto dando sostanza alla difesa della propria squadra. Successivamente, ad uscire sono alcuni elementi nerazzurri che riescono a rendersi pericolosi in diverse occasioni: è il caso di Perna e Columba, entrambi protagonisti con una punzione tirata da metà campo che costringe alla parata Fortunato. Nell'ultima frazione di gioco c'è ancora spazio per lo spettacolo: intorno al quinto minuto arriva il secondo gol ad opera di Valente, successivamente, al quarto d'ora, ecco l'ulteriore rete che mette fine ai giochi segnata da Bianchi. In mezzo, delle azioni bellissime da parte delle due compagini, che fino all'ultimo non smettono di regalare emozioni: è il caso della bellissima azione costruita dal basso e portata avanti da Columba e Tognacca, con il pallone che termina di poco fuori dallo specchio della porta o di De Corzent, che per poco non segna portandosi in bocca al portiere, che riesce a salvare. Sul finale, c'è spazio ancora per Tognacca, che termina di poco sopra la traversa.

IL TABELLINO

ACCADEMIA INTER-MASSERONI 3-1
RETI (0-1, 3-1): 18' rig. Montelatici (M), 8' st Valente (A), 5' Valente (A), 16' Bianchi (A).
ACCADEMIA INTER: Villa, Iannelli, Kluzer, Gioeli, Perna, , Lange, Valente, Volpi, Columba, Costanzo. A disp. Fortunato, De Pasquale, Bianchi, Adornato Diego Bon, Tognacca, Falcone. All. Galuppo.
MASSERONI: Conti, , Montelatici, Acquaviva, Ciconte, Fabbri, Lammens, Bernuzzi, Clapis, De Corzent, Cimmino. A disp. Stefanovic, Canfora, Zanni, Amato, Vicario. All. Roda.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400