Cerca

Esordienti B

Giorgio Nidasio: «Raggiunti risultati superiori alle aspettative»

Il tecnico d'esperienza, affiancato dal dirigente, ripercorre la stagione finora disputata, raccontando anche l'approccio al calcio e l'evoluzione tecnica da parte degli atleti

Squadra gialla Esordienti 2010 Idrostar Cesano Boscone

In posa: I gialloblù guidati dal tecnico Giorgio Nidasio, affiancato dal dirigente Simone Provenzi

Nell'Idrostar Cesano Boscone, società del milanese, giocano un totale di trentacinque Esordienti 2010, suddivisi in due squadre (leggi qui l'articolo). La squadra gialla è allenata dal tecnico Giorgio Nidasio, supportato dal disponibile e gentile dirigente Simone Provenzi. L'allenatore esprime un buon giudizio sulla squadra, sia dal punto di vista calcistico che comportamentale: «In generale sono molto soddisfatto della notevole evoluzione nel gioco da parte degli atleti, perchè per diversi di loro, era il primo approccio a questo amatissimo e molto diffuso sport. Nel campionato invernale, abbiamo affrontato molte avversarie toste. Apprezzo in particolare anche la loro diligenza e puntualità in allenamento, e ho notato anche una grande volontà di apprendimento nei confronti delle tecniche fondamentali, sulle posizioni da assumere in campo, anticipazioni, e colpi di testa. Mi fa piacere soprattutto il fatto che siano sempre molto educati e rispettosi, verso gli avversari e gli arbitri».

Tra i pali dei gialloblù, il molto reattivo e agile Mattia Carenza, già bravo anche a giocare con i piedi. In fase di copertura, emergono Filippo Madaffari, abile nei calci d'angolo, nelle punizioni e nei cross, il rapido Luca Gabbiano, sempre molto concentrato, efficace nei contrasti e nei colpi di testa, il solido centrale Nicholas Sosso Santamaria e Lorenzo De Simone. Tra i centrocampisti, si distinguono invece Manuel Sollo, che ha già giocato anche negli Esordienti Misti dell'Idrostar, dotato di fiuto del gol e dal gran tiro dalla distanza, Marco Galbiati, Xheka Brajan, tatticamente intelligente e Matteo di Vincenzo.

Nidasio svela la sua metodologia, e anche ciò che vorrebbe consolidare: «Purtroppo abbiamo ancora delle carenze in fase conclusiva, perchè ci manca la classica punta d'area, quell'attaccante in grado di inserirsi facilmente e velocemente in area avversaria. In gara, noto che fatichiamo a raggiungere le occasioni favorevoli al gol, e ritengo che i ragazzini dovrebbero effettuare più tentativi a rete». I protagonisti del reparto anteriore sono: Marius Astefanoi, Alessandro Catalano, ed il temerario Stefano Craciun. Nella rosa, anche Filippo Nenna, Jeremy Sangucho e Rikardo Dominguez.

Il tecnico osserva: «Prima delle partite, consiglio sempre ai ragazzini di applicare tutto ciò che svolgiamo in fase di preparazione, e di giocare con concentrazione mentale, spirito di divertimento, e senso della sportività». Nidasio rammenta in particolare le gare contro Assago, Real Crescenzago e Pavia: «Nella vittoria contro l'Assago, abbiamo dimostrato anche una buona prestazione. I nostri terzini, nella sconfitta contro il Real Crescenzago, hanno comunque agito bene. Durante la fase invernale, contro il Pavia, poi campione d'Inverno, avevamo subito molte reti. In questa stagione, penso che siamo stati penalizzati anche dalle assenze fondamentali, ma abbiamo anche raggiunto dei risultati superiori alle aspettative. Questi giocatori hanno degli evidenti margini di miglioramento calcistico».

L'allenatore si racconta, parlando della sua lunga avventura sulla panchina, carriera da calciatore, ed esprime anche un rammarico: «Purtroppo per motivi di salute fisica, nella prossima stagione non seguirò più questa squadra promettente. Ho sessantun'anni, sono milanese, e siedo sulla panchina da moltissimi anni. Fui al timone dell'allora Under 21 del Cusago, degli Esordienti del Trezzano, e dei Giovanissimi dell'Oratorio San Giovanni Battista a Cesano Boscone. Sono un tifoso interista, e in passato ho giocato da difensore, centrocampista e terzino sinistro nei Pulcini del Lorenteggio, nel settore giovanile dell'allora Cesanese Olimpia, e nella Prima Squadra del Cesano Boscone, all'epoca militante in Seconda e Prima Categoria». 

LA ROSA

Marius Astefanoi 
Mattia Carenza
Alessandro Catalano
Stefano Craciun
Lorenzo De Simone
Matteo Di Vincenzo
Rikardo Dominguez
Luca Gabbiano
Marco Galbiati
Filippo Madaffari
Filippo Nenna
Jeremy Sangucho
Nicholas Sosso Santamaria
Manuel Sollo
Brajan Xheka

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400