Cerca

News

Da Kiev all'Italia nel segno del calcio : la passione di Kristian Kostenko

Il giovane calciatore e sua madre hanno ricevuto il benvenuto dal Canegrate

Kostenko Kristian e sua madre

Il bimbo ucraino appena arrivato al Canegrate

Il calcio è un gioco meraviglioso e regala anche delle storie emozionanti grazie ai valori delle persone che lavorano all'interno di questo mondo. Sono tante le iniziative lodevoli promosse dalle società, come quella messa in atto dal Canegrate. La società milanese ha accolto Kostenko Kristian, bambino ucraino classe 2014 appena arrivato in Italia a causa dello scoppio della guerra nel suo Paese. Kristian è, insieme a sua madre, ospite di una famiglia di origine ucraina alle porte di Legnano e nelle scorse settimane ha svolto il suo primo allenamento con il Canegrate. Ciò è stato possibile grazie alla FIGC-SGS, coordinata in Lombardia da Mauro Spoldi, e al lavoro a livello locale della Delegazione di Legnano e del Tutor FIGC Davide Bovi

L'INIZIATIVA 

Il Canegrate ha deciso di celebrare il primo giorno del bimbo con la sua nuova squadra tramite una bella e toccante accoglienza. Kristian e sua madre hanno ricevuto il benvenuto dai Primi Calci sulle note dell'inno ucraino che si è fuso con quello italiano a cui ha fatto seguito il lancio di numerosi palloncini verdi-bianchi-rossi e gialloblù. Il presidente Annalisa Colombo ha consegnato al bimbo la borsa con il kit del Canegrate, mentre il Coordinatore Spoldi il tesseramento. Infine, sulle note di "Imagine", Kristian e sua madre hanno lanciato in aria gli ultimi due palloncini gialloblù. Dopodiché è stato tempo di allenamento, nel quale Kristian ha conosciuto i suoi nuovi compagni e si è divertito con loro. Presenti all'evento anche l'intero consiglio direttivo della società e l'Assessore allo Sport Modica.

Kristian e sua madre accolti dai Primi Calci del Calcio Canegrate 

Il bimbo ucraino si è subito innamorato della società anche per i colori delle divise (il Canegrate è gemellato con il Milan) e per il fatto che proprio nelle fila rossonere ha giocato Shevchenko. L'esperienza di Kristian con il Canegrate è iniziata nel migliore dei modi. Il bimbo parla un ottimo inglese e sarà accompagnato da un percorso di inserimento nella sua nuova squadra per permettergli di integrarsi il più velocemente possibile. Kristian quindi potrà continuare a giocare a calcio, a divertirsi e si farà sicuramente dei nuovi amici.

Un altro momento dell'evento 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400