Cerca

Scuola Calcio

Pantigliate, i Pulcini-Pantera venuti a "comandare" a Milano: «A bambini lasciamo la libertà di scegliere la giocata secondo loro migliore»

Il responsabile dell'attività di base Graziano Cannone illustra metodologia e caratteristiche del lavoro, allargando il panorama anche alle altre squadre della preagonistica

Graziano Cannone: <<I nostri obiettivi sono il divertimento, l'aspetto ludico del calcio, e l'affinamento della tecnica individuale, allo scopo di preparare gli atleti alla fase agonistica>>

Una delle più interessanti realtà emerse nel campionato primaverile della Scuola Calcio di Milano, arriva da fuori provincia (almeno calcisticamente vista la partecipazione generale della società alla Delegazione di Lodi). Il Pantigliate è stato infatti in grado di primeggiare al cospetto dei club del capoluogo, e per scoprire qualcosa di più su di loro, e sulle loro metodologie, abbiamo approfondito assiemae al responsabile dell'attività di base, Graziano Cannone.



Nel Pantigliate giocano due squadre di Pulcini, che in questa stagiona hanno aderito alle competizioni della delegazione milanese come detto: i 2011, con Giovanni Locatelli al timone, e i 2012, guidati da Andrea Balzano. Entrambe hanno ottenuto traguardi importanti, arrivando primi e secondi nei rispettivi gironi. Graziano Cannone svolge una riflessione in merito alle competizioni, e ai risultati da loro conseguiti: «Siamo rimasti molto sorpresi, soprattutto dal fatto che abbiano raggiunto dei livelli superiori ad ogni precedente aspettativa, e che abbiano già intensificato anche il loro vigore nel gioco, pur restando sempre rispettosi verso gli avversari e gli arbitri.

A ciascun bambino, in gara, noi diamo la libertà di scegliere quale azione è per lui più corretta da eseguire, senza vincoli tattici. In generale gli allenatori non adottano dei precisi e fissi sistemi di gioco, perché lo riteniamo ancora prematuro. Nelle nostre categorie di pre-agonistica, il ruolo di capitano varia, ed è attribuito in particolare a quel giocatore che dimostra maggior impegno e diligenza durante gli allenamenti. Intendiamo insegnare i fondamentali del calcio, e introdurre all'esecuzione de dribbling, mediante la tecnica dei duelli».

Il responsabile Cannone descrive la tipologia di allenatore che occorre a questi livelli: «Sarebbero ideali dei patentati Uefa C, che siano in grado di lavorare con i bambini e i ragazzini di quelle fasce d'età. Dai Primi Calci fino ai Pulcini ha la priorità l'aspetto ludico e ricreativo del calcio.

Graziano Cannone

Tra le Pantere, gioca un'unica squadra di Esordienti 2010, in cui siede sulla panchina Giampaolo Trovalusci. Cannone esprime un giudizio in merito alla loro stagione, focalizzandone le cause: «Essendo promettenti ci aspettavamo un risultato migliore, ma ritengo che abbia inciso molto la globale situazione pandemica, e anche la questione dei vaccini. Negli Esordienti l'esito delle gare inizia ad assumere maggiore importanza, essendo più vicini alla fase agonistica».

I Piccoli Amici del Pantigliate, nati nel 2015 e 2016, sono allenati dallo stesso Graziano Cannone, che ricopre anche il ruolo di responsabile dell'attività di base. I piccoli "panterini" rossoblù, iscritti al comitato lodigiano, hanno giocato quest'anno un campionato in cui sono previste delle partite tre contro tre, su un campo ridotto, senza classifiche e né punteggi. Cannone spiega la sua didattica, e svolge una riflessione in merito ai bambini: «In questa categoria si lavora sull'abilità coordinativa di base, sull'impostazione delle primarie azioni di gioco, e cominciano ad insegnare anche i duelli. Siamo progrediti, soprattutto in merito allo sviluppo della cognizione del pallone, e ai suoi recuperi. Il responsabile evidenzia: «Il nostro obiettivo principale è l'evoluzione del bambino sul piano tecnico, psicologico e comportamentale, e allenarlo con spirito di serenità, costanza e divertimento». I 2014, invece, sono seguiti da Ugo Fossati, la società comprende anche un altro gruppo di Piccoli Amici 2013, militante nel lodigiano, guidato da Stefano Costanzo.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400