Cerca

Femminile

Lacchiarella si tinge di rosa: la presidentessa Guglielmini al lavoro per un futuro al femminile

Riqualificato lo storico campo, attiva anche una nuova squadra amatoriale di "mamme" in una società piena di idee e iniziative

Ap

L'amministrazione comunale ha chiesto all'ASD Lacchiarella di riqualificare lo storico campo da calcio, presente da ormai cinquant'anni, e inutilizzato da due a causa della globale situazione pandemica. La struttura era vuota, e non erano più visibili neanche le linee. La presidentessa Cristina Guglielmini racconta in dettaglio il progetto per rilanciarlo, approfondendo anche l'idea di formare due nuove squadre femminili: «Intendiamo destinarlo ad una nuova squadra di bambine, nate dal 2009 al 2015, perché intendiamo inserirle nella Scuola Calcio che, finalizzata alle loro età, si basa principalmente sull'aspetto motorio prima che sull'impatto all'impiego del pallone.

Credo che le bambine, in questa prima parte atletica, andrebbero seguite da due istruttori laureati in Scienze Motorie, in grado anche di poter dialogare al meglio con loro. Vorremmo formare delle nuove squadre femminili nell'ambito del nostro settore pre-agonistico, allo scopo di canalizzare le bambine nel mondo del calcio, facendo insegnare loro le tecniche fondamentali, facendole crescere in un ambiente sano».

La presidentessa focalizza dal suo punto di vista una caratteristica peculiare e fondamentale delle giocatrici in partita: «Dimostrano molto senso della collettività e della coesione, due aspetti che ritengo essenziali in uno sport di squadra, oltre alla buona prestazione». Nella società neroverde spunta anche l'idea anche di una squadra amatoriale per le donne adulte, e Guglielmini evidenzia: «Hanno trent'anni e sono le madri delle bambine, che si sono recentemente più appassionate al gioco del calcio, pur non avendolo mai praticato a livello agonistico.

Queste due future formazioni femminili giocheranno sul campo ristrutturato». Prosegue il presidente in rosa: «In merito ad una squadra femminile di Pulcini, ho notato in gara più diligenza, concentrazione mentale e tenacia di raggiungere i propri obiettivi. Ritengo che al loro timone, vista la tenera età, sia più idonea una donna, mentre alla guida delle trentenni sia invece più adatta una figura maschile».

In precedenza, le baby atlete verdenero hanno disputato delle amichevoli contro l'Opera, Noviglio, Giussago e Seziano. Guglielmini: «Ho apprezzato molto soprattutto il loro coraggio nell'affrontare le avversarie». La Presidentessa svela gli obiettivi fondamentali con queste nuove squadre femminili: «Vorremmo vincere in futuro il campionato o una Coppa». Nello staff societario, formato completamente da donne e ben organizzato, anche Wanda Baldi e Sara Roseti. L'ASD Lacchiarella per ora dispone di sei squadre di atleti, dai Primi Calci agli Allievi. La presidentessa conclude: «Come allenatore per le squadre dell'agonistica, penso che sarebbero ideali dei Patentati Uefa C. In alcune squadre di bambini, giocano alcune femminucce, anche se, come detto, ci piacerebbe poter disporre anche di squadre unicamente femminili».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400