Cerca

Seconda Categoria, il Bagnasco e il suo allenatore-presidente

Bagnasco
Quando la passione è forte non c'è niente che possa contrastarla. Lo sa bene Matteo Nicolino, che ormai da tre anni ricopre sia il ruolo di presidente sia di allenatore della prima squadra del Bagnasco Calcio, che gioca attualmente nel Girone G di Seconda Categoria cuneese dopo aver agguantato la promozione nella stagione precedente (ricopriva la prima posizione in classifica al momento della sospensione del campionato). Nonostante rappresenti un comune abitato a malapena da un migliaio di individui, la società gialloblù ospita anche le Giovanili (delle quali si occupa Roberto Mazza, che è stato presidente per circa un decennio, periodo nel quale la squadra ha raggiunto il campionato di Promozione), i Primi Calci, i Pulcini e gli Esordienti, ed è sotto la direzione di Nicolino dal 2015, quando è succeduto a Flavio Piana (del quale era vicepresidente fra 2010 e 2014): « Appartengo a questa società da ormai quindici anni, perché prima di entrare in dirigenza ne ho vestito la maglia da calciatore - afferma il patrono bagnaschese - Mi sono reso poi conto di non poter stare lontano dal rettangolo di gioco e, dopo aver lasciato il calcio giocato all'età di 36 anni, ho deciso di ricoprire sia il ruolo di presidente che di allenatore a partire dal 2018. Mio padre mi ha trasmesso l'amore per questo sport sin da quando ero bambino; ho cercato di smettere di giocare il più tardi possibile». Ritornato in Seconda Categoria, il Bagnasco non ha tuttavia potuto disputare nemmeno una delle gare prima dello stop, a causa di alcuni giocatori positivi al Covid-19: unica società - insieme al Garessio - ad avere zero partite giocate in agenda, la squadra gialloblù rischia di non vedere l'erba del campo fino alla prossima stagione, per via dell'incerto futuro del campionato 2020-2021. Di fronte all'assenza di minuti giocati, sfuma così anche l'obiettivo stagionale, ossia il raggiungimento di una salvezza tranquilla: « Da neopromossi avremmo puntato a rimanere nella categoria - aggiunge Nicolino - Dispiace molto non poter disputare questa stagione perché ci sarebbero stati tanti piccoli derby con un mucchio di "cugine" qui nei dintorni, come Monregale e Carrù: speriamo di affrontarle il prossimo anno. In condizioni normali, ci sarebbe stato un blocco di tre o quattro squadre a giocarsi la testa del campionato e un grosso corpo al centro della classifica, costituito da squadre come Piazza, San Michele Niella, Garessio e noi stessi». Missione primaria per i gialloblù è la crescita dei ragazzi della zona, non solo degli abitanti di Bagnasco ma anche dei comuni limitrofi: del resto, essi costituiscono una sorta di "succursale" dell' Ama Brenta Ceva, che milita in Prima Categoria. La rosa bagnaschese consiste in un gruppo ormai consolidato che si rinforza con alcuni innesti ogni anno: ad oggi, essa presenta un onesto mix di giovani e di elementi di esperienza, fra i quali spiccano Fabio Ferrero (1984), Davide Debernocchi e Andrea Dotta (entrambi nati nel 1987), che potrebbero appendere gli scarpini al chiodo al termine di questa stagione. Se da un lato, comunque, ci sono dei giocatori vicini al ritiro, dall'altro nella rosa gialloblù si possono notare due ragazzi di prospettiva: il primo è Ciro Mazza, centrocampista centrale del 2002 (nipote del sopracitato Roberto), il secondo è Marco Badino, laterale alto di proprietà del Ceva che va per i vent'anni e che ha tutte le carte in regola per emergere nelle categorie superiori. L'idea di gioco di Nicolino prevede un classico 4-3-3 con una prima punta di qualità che possa fare reparto da solo: tra le frecce a disposizione dell'arco del tecnico gialloblù c'è Ayman Maataoui, centravanti di proprietà del Ceva dotato di enormi potenzialità che costituisce l'elemento più prorompente nel tridente bagnaschese. [caption id="attachment_257455" align="alignnone" width="1400"] La prima squadra del Bagnasco Calcio assieme ad alcuni giovanissimi. Sull'estrema sinistra, l'allenatore-presidente Matteo Nicolino.[/caption]

LA ROSA DEL BAGNASCO CALCIO (SECONDA CATEGORIA - CUNEO)

PORTIERI: Luca Macchietti (1994), Nicolò Giffra (1993). DIFENSORI: Diego Bado (1992), Davide Billò (2003), Davide Debernocchi (1987), Fabio Dho (1998), Stefano Donghi (1989), Andrea Dotta (1987), Franco Ferrando (1993), Fabio Ferrero (1984), Giovanni Cesare Zoppi (1998). CENTROCAMPISTI: Marco Bozzolo (1990), Christian Canavese (1995), Riccardo Ferro (1997), Baba Jadama (1998), Ciro Mazza (2002), Andrea Paolazzo (1996), Giampietro (1990). ATTACCANTI: Marco Badino (2001), Andrea Cajro (1988), Alessandro Cappa (1997), Alessandro Fornaro (1997), Matteo Giribone (1990), Ayman Maataoui (1998), Lorenzo Romano (1996).
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400