Cerca

Presentazione Seconda Categoria

Novatese, Stefano Gabrieli: «Puntiamo al vertice della classifica»

Il Ds rossoblù non nasconde le ambizioni: «Ci siamo ulteriormente rafforzati, vogliamo la promozione in Prima Categoria»

Novatese

La Novatese vuole recitare un ruolo da protagonista nel prossimo campionato

Ieri sera al Twins’ Bar di Novate Milanese è stata presentata la Novatese che prenderà parte al prossimo campionato di Seconda Categoria. Dopo un anno e mezzo di stop quasi continuativo, eccezion fatta per le primissime giornate dello scorso torneo, è risultata subito molto evidente la voglia di tornare a calcare i campi da parte dei calciatori presenti. La società ha deciso di affidarsi quasi interamente alla rosa che aveva cominciato la scorsa stagione, con solo pochi innesti mirati che hanno alzato ulteriormente il tasso tecnico, andando di pari passo con le maggiori ambizioni della dirigenza.

Antonio Scalise Novatese

Ambizioni che sono cresciute anche per l’ingresso in società di nuovi soci, tra cui Paolo Abruzzese, che ha appena appeso le scarpette al chiodo dopo una carriera in cui ha vestito la maglia di tutte le squadre di Novate Milanese. Ad illustrare gli obiettivi dei leoni rossoblù è il Direttore Sportivo Stefano Gabrieli: «Abbiamo scelto di confermare tutto il blocco dell’anno scorso tranne per quei ragazzi che, per diverse ragioni, non hanno potuto continuare con noi. Li abbiamo sostituiti con giocatori di alto livello per la categoria, rafforzandoci ulteriormente. Per questo se dodici mesi fa puntavamo a chiudere nei primi quattro posti, per poi giocarci le nostre chances ai playoff, stavolta vogliamo lottare direttamente per la vetta della classifica. Vincere il campionato non è mai semplice perché la stagione è lunga possono entrare in gioco tante variabili, ma vogliamo provare a chiudere il ciclo aperto cinque anni fa quando abbiamo scelto di rifondare la società, ponendoci l’obiettivo di raggiungere in pochi anni la Prima Categoria».

Simone Fiorino Novatese

Sulla panchina rossoblù ci sarà sempre Paolo Cesa, allenatore di grande esperienza, che ha le idee chiare su come preparare la ripresa: «Noi dovremo partire col 3-4-1-2 o 3-4-2-1, che è lo stesso sistema di gioco con cui avevamo cominciato la scorsa stagione, quindi è già abbastanza collaudato. Indipendentemente dall'aspetto tattico, noi abbiamo grandi qualità ma in questa categoria vinci se arrivi sulla palla prima del tuo avversario. Quando si allestisce una squadra che punta alle prime posizioni, il rischio è sempre quello di illudersi che basta la tecnica per ottenere i risultati. Invece dovremo dimostrare ogni domenica di avere voglia di sacrificarci». Il tecnico ha analizzato anche i rischi della ripresa dell'attività agonistica dopo uno stop così lungo: «Io penso che la preparazione atletica sarà un problema per tutti, non è mai capitato di trovarsi in una situazione analoga. Sono convinto che la mossa vincente sarà entrare in forma gradualmente, guardando al lungo periodo, anche a costo di pagare qualcosa all'inizio. Quindi per vedere la vera Novatese bisognerà aspettare l'inizio del campionato, senza snobbare la Coppa che però inevitabilmente servirà soprattutto per portare in condizione la squadra». Il suo staff sarà composto da Luciano Conte, che avrà il ruolo di vice allenatore, e Michele Priore, che sarà il Team Manager.

Christian Sebastiani Novatese

La rosa della Novatese sarà quindi composta da tante conferme e pochi innesti mirati, che vanno a completare una squadra dal grande potenziale. Tra i pali ci saranno sempre Attilio Amendola e Jacopo Lovato. Il reparto difensivo sarà composto da Giorgio Gargiulo, Damiano Liquori, Andrea Ricciardelli, Dennis Galgano, Jacopo Beolchi, e Oumar Diouf, a cui si è aggiunto Simone Fiorino, acquistato dall'Afforese. Sulle fasce opereranno Niccolò Farinella, Leonardo Pulusella, Matteo Tarchini, Mirko Bruno e l'ex Cob91 Christian Sebastiani. In cabina di regia la novità è Antonio Scalise, prelevato dal Nerviano, che affiancherà Daniele Petillo, Andrea Alcamo, Samuele Ottolina, Andrea Panarco, Emanuele Pandolfo e Matteo Chiarabini. Il compito di scardinare le difese avversarie sarà affidato a Lorenzo Ciapetti, Jodi Bressanelli, Michael Mastrapasqua, Mohamed Ghabbar e Giulio Focardi, a cui si è aggiunto il talento di Alessandro Merafina, arrivato dall'Afforese.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400