Cerca

L'intervista

Rosta Calcio, il sindaco Morabito: «Che bella l'aggregazione sociale creata dalla società biancorossa, ora un bando per un nuovo manto erboso»

Il vice presidente Fausto Biasci ha invece espresso la volontà di puntare sempre più sul settore giovanile e sui ragazzi della zona

Rosta Calcio, il sindaco Morabito: «Che bella l'aggregazione sociale creata dalla società biancorossa, ora un bando per un nuovo manto erboso»

Alberto Zappalà, presidente della società biancorossa, e Domenico Morabito, sindaco di Rosta.

Il Rosta Calcio, allenato da Giuseppe Quinto, sta disputando un eccellente campionato nel Girone D di Seconda Categoria di cui è attualmente la capolista a 24 punti, a due lunghezze di distanza dall'Atletico Alpignano. I biancorossi hanno mantenuto la vetta solitaria anche grazie al pareggio (1-1) ottenuto nella sfida casalinga contro il Moderna Mirafiori, disputata domenica 28 novembre, attualmente terzo a tre punti di distacco. Presenti sugli spalti a vedere lo scontro diretto vi erano il vice presidente, Fausto Biasci, e il sindaco di Rosta, Domenico Morabito.

Il dirigente ha voluto come prima cosa «porgere un caro saluto ai nostri tre infortunati, Ramasotto, Trevisi e Terna, i quali dovranno stare fuori a lungo: piano piano stanno recuperando e noi li aspettiamo con ansia perché avranno molto da dire sul terreno da gioco». Biasci si è poi soffermato sui numerosi giovani presenti nella rosa biancorossa in quanto «si stanno comportando benissimo. Grazie ai tanti giocatori classe 2002 e un 2004, Pavarani, siamo una delle squadre più giovani dell'intero campionato. Molti di loro provengono dal nostro settore giovanile e questo rappresenta per noi sicuramente un vanto. Questo è l'inizio di un progetto che tende a portare in Prima Squadra i ragazzi provenienti dal vivaio biancorosso: per ora ci sta ripagando e mi auguro si possa continuare così».

Proprio su questo tema si sofferma il primo cittadino di Rosta il quale porge alla società «i miei complimenti, non solo per il valore sportivo: la fonte di aggregazione sociale di questo centro sportivo è sotto gli occhi di tutti. Le persone stanno inoltre tornando piano piano alla normalità (vi era infatti un'ampia presenza di pubblico sulla tribuna a vedere la sfida contro il Moderna Mirafiori, ndr) e, dopo due anni di pandemia, questa è la notizia più bella. C'è voglia di sport e di stare insieme e, da parte nostra, c'è la voglia di goderci una società che sta facendo bene già da molti anni e che sta dimostrando che si può fare calcio partendo dai settori giovanili. Molti ragazzi sono proprio del nostro paese e dei dintorni: questa è assolutamente una bella cosa perché è estremamente importante riuscire a tenerli insieme, a fare gruppo e a valorizzarli: onore e merito al presidente Zappalà, ai dirigente e a tutti gli associati». Morabito annuncia poi che, tra le ultime novità realizzate dal Comune di Rosta, vi è «l'impianto di illuminazione che abbiamo collaudato qualche settimana fa («un vero toccasana» commenta il vice presidente). Siamo poi in corsa per un bando per riuscire a dotare il campo sportivo di un nuovo manto erboso. Rinnovo ancora una volta i miei complimenti alla società biancorossa»

Fausto Biasci si concentra poi sugli obiettivi del Rosta e, in particolare, sul progetto «di voler fare una categoria che impedisca alle squadre della zona di sottrarci i nostri calciatori migliori, soprattutto quelli più giovani. Per un ragazzo forte degli Allievi non è una prospettiva così allettante quella di giocare in Seconda Categoria. Una società che ha cinque categorie nei Regionali non può fare questo campionato. Abbiamo investito molto e, nonostante non sia una cosa immediata, vogliamo offrire ai nostri ragazzi una categoria sicuramente più stimolante. Ci interessava comunque molto far giocare i giovani in Prima Squadra e, come ha già sottolineato il sindaco, rivedere la tribuna di Rosta piena». Questo è per il sindaco Morabito una cosa molta bella perché «ciò rafforza davvero molto il legame con il territorio».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400