Cerca

Seconda Categoria

L'arbitro scappa in panchina: è 3-0 a tavolino

Dopo la rissa i giocatori ospiti stanno per essere espulsi, ma il direttore di gara non ci riesce: i padroni di casa lo accolgono in un luogo sicuro

L'arbitro scappa in panchina: è 3-0 a tavolino

Si è conclusa solamente oggi, con la pubblicazione del comunicato del Comitato Regionale, la sfida tra il Rosta Calcio e il Real Torino 2014. Come avevamo evidenziato sul giornale di lunedì 4 aprile , la partita era stata sospesa a venti minuti dalla fine per i pesanti animi creatisi sul terreno di gioco, culminata con la frase pronunciata dal vicecapitano ospite Daniele Barbieri al direttore di gara, ovvero «Non ti permettere di buttarmi fuori». Solo a quel punto il direttore di gara, non sentitosi al sicuro, ha emesso il triplice fischio anticipato per poi rifugiarsi nella panchina del Rosta per allontanarsi dai tre giocatori espulsi degli ospiti. Oggi è arrivata la sentenza: sconfitta a tavolino per il Real Torino e tre giornate di squalifica a Barbieri, Hirach e Nouissar, con l'aggiunta di 100 € di multa. 

Ripercorrendo lo svolgimento degli eventi riportato sul comunicato, dopo un contatto tra Andrea Tummulo del Rosta e Daniele Barbieri del Real Torino «Interveniva dunque l'arbitro per espellerlo, ma tale decisione scatenava una reazione scomposta e violenta dei giocatori del Real Torino. Daniele Barbieri (vice-capitano), si poneva faccia a faccia con l'arbitro e gli intimava di non espellerlo; nel mentre, Hamid Hirach (capitano) aggrediva un avversario mettendogli le mani sul volto. Veniva quindi espulso dall'arbitro, che invece non riusciva a mostrare il cartellino rosso né a Barbieri né al compagno Nouissar Yacine (che a sua volta poneva le mani sul volto di un altro giocatore del Rosta) in quanto veniva circondato dai giocatori del Real Torino, con impossibilità ad estrarre i cartellini, e da loro minacciato. Il direttore di gara quindi notificava verbalmente le due espulsioni e si "rifugiava" nei pressi della panchina del Rosta, decidendo di sospendere definitivamente la gara stante l'impossibilità di riportare la calma tra i giocatori del Real Torino, nonostante i provvedimenti disciplinari e vari richiami».


Il tecnico del Real Torino 2014 Giuseppe Barbieri è più che furioso: «La squalifica di tre giornate ai miei tre giocatori, così come la nostra sconfitta a tavolino, è assolutamente giusta. Contesto invece la condotta dell'arbitro avuta nel corso della partita: durante l'appello il direttore di gara ci ha avvisato che avrebbe estratto il rosso in caso di blasfemia, due giocatori del Rosta - uno dei due è stato Naturale - hanno poi bestemmiato nel primo tempo ma non sono stati espulsi. Inoltre uno di loro ha fatto una bruttissima entrata su Nouissar ma, anche in questo caso, l'arbitro non ha estratto il cartellino rosso. I miei ragazzi si sono così innervositi ed ecco che è scattata la rissa nella ripresa: se l'arbitro avesse mantenuto il metro di giudizio annunciato ad inizio partita, non sarebbe successo tutto questo bordello. Inizialmente si sono attaccati Barbieri e Tummulo, reo di essere entrato male su Marji, i quali si sono tirati a vicenda gomitate e schiaffi: andavamo espulsi entrambi, perché solamente il mio giocatore? Se l'arbitro avesse mandato sotto la doccia già solo loro due, gli animi si sarebbero probabilmente calmati subito».

Barbieri

«Invece la rissa è andata avanti e Hirach ha litigato pesantemente con Meotto - continua Barbieri - solo il primo ha ricevuto il rosso e la squalifica di tre giornate. Io chiedo solamente equità di giudizio da parte dell'arbitro e, di conseguenza, del giudice sportivo. Quando capitano questi episodi, tutti i direttori di gara hanno sempre preso lo stesso provvedimento per entrambi i giocatori. Io infatti mi chiedo: perché è stato condannato solamente il Real Torino? Mi viene da pensare che l'arbitro era amico dei ragazzi del Rosta visto che è coetaneo con molti di loro. Questa situazione è semplicemente scandalosa, è ridicolo spendere soldi per giocare per poi vedere partite rovinate in questo modo: mi viene voglia di mollare tutto in ottica della prossima stagione».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400