Cerca

Seconda Categoria

L'Ardor Sf non muore mai: Lupo e Doumbia rimontano due volte lo Junior Torrazza, Allamano para un rigore

La sfida si conclude con un emozionante 2-2 al termine di una ripresa ricca di emozioni

Ardor Sf-Junior Torrazza

Lupo e Doumbia, autore dei due gol che ha permesso ai giallorossi di pareggiare contro lo Junio Torrazza

Era una partita in cui entrambe le compagini dovevano vincere per mantenere vive le proprie speranze di classifica ma la sfida tra Ardor Sf e Junior Torrazza finisce con un spettacolare 2-2. La squadra di Cannalonga si porta in vantaggio ben due volte, prima con Ciccia a fine primo tempo e poi con Abena ad inizio ripresa, ma si fa rimontare in entrambi i casi: Lupo e Doumbia segnano nel giro di pochi minuti nella ripresa e salvano così i giallorossi. Il vero eroe di giornata è tuttavia Allamano sul finale di partita: il direttore di gara concede un calcio di rigore allo Junior Torrazza, Stani va sul dischetto ma l'estremo difensore giallorosso neutralizza con un gran intervento il tiro dagli undici metri. La sfida termina così 2-2 ed è un pareggio che accontenta Ragusa per come si era messa la partita ma che non lo soddisfa pienamente in quanto la vittoria era il vero risultato voluto. Cannalonga mastica invece amaro per il rigore fallito dal suo attaccante proprio sul finale di partita.  

Ciccia come Inzaghi. Nei primi minuti della partita le due squadre si studiano a vicenda, motivo per cui la sfida si concentra molto nella zona di centrocampo. Tuttavia entrambe le compagini si affacciano nella metà campo avversaria ma senza riuscire a trovare gli spazi giusti per far male. Il primo vero pericolo arriva solamente dopo tredici minuti quando Caferra, dopo una ribattuta della difesa ospite, calcia al volo e sfiora il palo della porta difesa da Scapinello. Nell’azione immediatamente successiva anche Abena prova la conclusione al volo, Allamano blocca però la sfera senza particolari problemi. Nessuna delle due squadre sembra prevalere sull’altra sul piano del gioco: la sfida è infatti estremamente equilibrata e la sensazione è che il risultato si possa sbloccare solamente con un episodio. Chi conduce maggiormente il gioco è comunque lo Junior Torrazza mentre i padroni di casa cercano di sfruttare soprattutto le ripartenze. Al 27’ Trusciglio subisce fallo quasi all’altezza del limite dell’area di rigore: Stani si incarica della battuta del calcio di punizione ma il suo tiro finisce prima sulla barriera e poi tra le mani di Allamano. Subito dopo anche i giallorossi si rendono pericolosi con Lupo ma Scapinello neutralizza la conclusione dell’attaccante. Le due difese, in particolare le due coppie di centrali, continuano a fare la differenza in quanto occupano gli spazi e non si lasciano sorprendere dagli attaccanti. I padroni di casa guadagnano una punizione molto interessante al 41’: Chiadò va alla battuta calciando in porta, Scapinello para in due tempi. Trascorsi due minuti anche gli ospiti hanno un calcio piazzato a favore: il solito Stani si incarica della battuta e, dopo una deviazione, la sfera finisce sui piedi di Ciccia il quale insacca la rete a tu per tu con Allamano ricordando quasi la rete di Filippo Inzaghi in finale di Champions League nel 2007. Dopo un minuto di recupero le due squadre ritornano negli spogliatoi con il risultato parziale di 0-1.

Allamano salva i giallorossi. La ripresa incomincia con i padroni di casa in avanti e, al 6’, ottengono l’ennesima punizione e trovano la rete del pareggio in modo decisamente simile alla rete dello 0-1: Richiardi calcia, la barriera devia e Lupo realizza indisturbato il gol dell’1-1 con un tocco fortuito ma decisivo. La gioia del pari per i padroni di casa dura però solamente centoventi secondi perché Abena, approfittando di un lancio lungo dalla fascia destra, anticipa i difensori avversari e riporta in vantaggio la propria squadra. Un altro colpo di scena arriva pochi minuti dopo, precisamente al 15’: Chiadò approfitta della difesa avversaria alta e, scattato molto bene, si ritrova da solo all’interno dell’area di rigore dove passa la sfera a Doumbia che realizza indisturbato la rete del 2-2. I giallorossi continuano a spingere e, al 18’, Richiardi calcia da fuori area e la sua conclusione termina di poco fuori. Poco dopo anche Trusciglio prova nella medesima maniera a segnare ma calcia abbondantemente sopra la traversa. La squadra di Cannalonga non rinuncia ad attaccare e, al 27’, Stani tira nuovamente in porta senza però impensierire Allamano. Nel frattempo la partita è diventata spezzettata non solo per le sostituzioni effettuate ma anche per i falli il cui numero sta aumentando con il passare dei minuti. Al 36’ Abena parte in contropiede sulla fascia sinistra ma Contini recupera molto bene ed effettua una chiusura decisiva ai fini del risultato. Nell’azione successiva Rechichi subisce fallo al limite dell’area di rigore: Di Tullio, subentrato a Lupo nella ripresa, tira però sulla barriera e non si rende pericoloso. Un altro colpo di scena avviene al 43’ quando il direttore di gara concede un calcio di rigore allo Junior Torrazza per un fallo di mani di Rocchietti: Stani si presenta sul dischetto ma Allamano compie una straordinaria parata. Nei minuti di recupero le due squadre non riescono a segnare e la partita termina così con il risultato finale di 2-2

IL TABELLINO

ARDOR SF-J.TORRAZZA 2-2
RETI (0-1, 1-1, 1-2, 2-2): 45' Ciccia (J), 7' st Lupo (A), 9' st Abena (J), 15' st Doumbia (A).
ARDOR SF (4-3-3): Allamano 7.5, Contino 7 (41' st Rocchietti 5), Motto 6, Caferro 6.5 (26' st Caruso 6), Greco 6.5, Sanarica 6.5, Rechichi 6, Richiardi 7, Doumbia 7, Chiadò Cutin 7, Lupo 7 (16' st Di Tullio 6). A disp. Caudera, Nalli, Magnetti, Mattana, Dell'Agnola. All. Ragusa 6.5.
J.TORRAZZA (4-3-3): Scapinello 6.5, Liguori 6.5 (45' st Ferrandino S. sv), Russo 6.5, Mancini 7, Actis 7, Antonacci F. 7, Abena 7.5, Pellegrino 6 (42' st Fossati sv), Stani 5, Trusciglio 6.5, Ciccia 7 (31' st Damiano 6). A disp. Turano, Albertone, Boaron, Magnifico, Cabiati. All. Cannalonga 6.5.
ARBITRO: Cipolla di Chivasso 6.5.
AMMONITI: 33' st Abena (J), 40' st Sanarica (A).

LE PAGELLE

ARDOR SF

Allamano 7.5 Con un gran intervento neutralizza a Stani il calcio di rigore sul finale di partita regalando di fatto un punto in classifica ai giallorossi.
Contino 7 Offre una straordinaria copertura sulla fascia destra: il suo recupero su Abena è provvidenziale per evitare l'ennesimo svantaggio.
41' st Rocchietti 5 Procura il calcio di rigore sul finale di partita con un fallo di mano. Ingresso in campo da dimenticare.
Motto 6 Il terzino sinistro soffre a tratti la velocità di Abena ma riesce ugualmente a garantire una buona copertura.
Caferro 6.5 Posizionato davanti alla difesa, detta molto bene i tempi di gioco dimostrando di essere il vero motore della squadra.
26' st Caruso 6 Offre la giusta freschezza sul terreno di gioco senza però creare particolari sussulti a centrocampo.
Greco 6.5 Un vero e proprio leader della difesa grazie ai suoi numerosi interventi precisi e puntuali nei novanta minuti di gioco.
Sanarica 6.5 Si dimostra essere un buon compagno di reparto di Greco riuscendo a neutralizzare buona parte degli attacchi avversari.
Rechichi 6 È sempre nel vivo del gioco ma non riesce a cambiare ritmo nel corso della partita e a fare così la differenza. 
Richiardi 7 Ottima prova a centrocampo per lui. Offre tanta sostanza con la quale si rende prezioso sia in fase difensiva che in quella offensiva.
Doumbia 7 È sicuramente il giocatore più vivace in attacco tra i giallorossi. Realizza indisturbato il tap-in vincente in occasione del definitivo 2-2. 
Chiadò Cutin 7 In occasione della seconda rete, parte molto bene in profondità ingannando la difesa avversaria e offre un bell'assist a Doumbia.
Lupo 7 Realizza anche lui, proprio come Ciccia, un autentico gol di rapina alla Inzaghi approfittando della deviazione della barriera dopo la punizione di Richiardi.
16' st Di Tullio 6 Al suo ingresso in campo è subito nel vivo del gioco ma non riesce a rendersi veramente pericoloso nella metà campo avversaria.
All. Ragusa 6.5 La sua squadra dimostra ancora una volta di non mollare nonostante sia andato in svantaggio ben due volte. I giallorossi pagano un pò di esperienza ma giocano comunque un bel calcio.

J.TORRAZZA

Scapinello 6.5 Trasmette enorme sicurezza all'intero pacchetto arretrato grazie alle sue numerose uscite. Nulla può sui gol subiti.
Liguori 6.5 Il terzino destro alterna una buona copertura difensiva ad una buona spinta offensiva nel corso di quasi tutta la partita. (45' st Ferrandino S. sv)
Russo 6.5 È un vero e proprio motorino sulla fascia sinistra dove non si lascia mai sorprendere dagli attacchi avversari. Manca però di precisione in avanti.
Mancini 7 Alza un vero e proprio muro in difesa di fronte ai numerosi attacchi avversari. I suoi interventi in chiusura sono infatti numerosi.
Actis 7 Metronomo di centrocampo, detta bene i tempi di gioco motivo per cui gran parte delle azioni nascono proprio dai suoi piedi.
Antonacci F. 7 Non si lascia mai sorprendere dalla vivacità offensiva di Doumbia se non in occasione della seconda rete subita.
Abena 7.5 L'esterno destro d'attacco è una costante mina vagante per la difesa avversaria per tutta la partita. Molto bravo ad anticipare la difesa avversaria in occasione della rete da lui realizzata.
Pellegrino 6 La mezzala destra coadiuva bene i compagni di reparto nel dettare i ritmi di gioco senza però creare particolari sussulti. (42' st Fossati sv)
Stani 5 Dopo aver provato invano di rendersi pericoloso con i suoi tiri, fallisce il calcio di rigore sul finale di partita con il quale avrebbe potuto regalare la vittoria alla propria squadra.
Trusciglio 6.5 Il numero dieci porta tanta qualità in mezzo al campo, zona in cui fa la differenza non a caso proprio per questo motivo. Avrebbe potuto però cercare più volte la conclusione. 
Ciccia 7 La sua rete è quasi una fotocopia a quella di Inzaghi nella finale di Champions League nel 2007 contro il Liverpool dimostrando di avere un bel fiuto del gol.
31' st Damiano 6 Porta la freschezza necessaria nei minuti finali di partita per tentare di trovare la via del vantaggio.
All. Cannalonga 6.5 La sua squadra si porta in vantaggio ben due volte con un bel calcio giocato ma non riesce a gestire in entrambi i casi il proprio vantaggio.

ARBITRO
Cipolla di Chivasso 6.5 Manca qualche cartellino ma la sua direzione di gara è più che positiva. Giusto concedere il calcio di rigore nel finale di partita.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400