Cerca

Coppa Seconda e Terza Piemonte

Il Ciriè sale nell'Olimpo degli Dei: è la regina di Torino

I nerazzurri sconfiggono 2-1 l'Agliè Valle Sacra e conquistano la Coppa Seconda-Terza Categoria

Il Ciriè sale nell'Olimpo degli Dei: è la regina di Torino

Alessio Longo alza la coppa mandando in estasi i propri compagni

"Alza la coppa capitano" si sente urlare ad Alessio Longo al triplice fischio: il Ciriè è sul trono della provincia di Torino. Ne fa le spese in finale un buon Agliè Valle Sacra, incapace però di sfruttare a favore quanto costruito nel corso della partita, in particolar modo con Picco nel primo tempo e con Montuori nella ripresa. È proprio sul finale di partita che i biancazzurri sciupano tuttavia l'occasione più grande: Tarella si fa parare da Chiodo il calcio di rigore procurato da Brillante e non manda la partita ai tempi supplementari. Ciò che ha invece fatto vincere il Ciriè è proprio la concretezza avuta sotto porta nei primi quarantacinque minuti: Micheletta sfrutta una brutta uscita alta di Bosio dopo sette minuti, Campanella (sempre più uomo di coppa) realizza il tap in vincente al 26' su assist di Nicolosi. Successivamente la compagine di Pizzorno rischia in più occasioni e subisce il 2-1 con un gol di rapina di Picco ma, grazie alla strepitosa parata del proprio portiere a fine partita, possono comunque festeggiare il titolo di campione della provincia di Torino della Coppa di Seconda e Terza Categoria.

Ciriè Ciriè Ciri

Campanella firma il doppio vantaggio. Il primo tiro della partita arriva dopo sei minuti quando Montuori calcia dal limite dell’area di rigore ma la sua conclusione termina di poco sopra la traversa. Nell’azione successiva si sblocca subito il risultato: il Ciriè guadagna una punizione sulla fascia destra, Ravizza crossa in area, Bosio respinge disturbato da un gruppo di giocatori e Micheletta realizza indisturbato la rete dell’1-0. Dopo appena due minuti Picco viene lanciato in profondità ma Chiodo neutralizza il potenziale pericolo con una bella uscita bassa. Successivamente l’Agliè si impossessa del pallino del gioco alla ricerca del pareggio ma la squadra di Pizzorno chiude bene gli spazi e parte talvolta in velocità nella metà campo avversario. Il Ciriè ottiene l’ennesimo calcio piazzato sulla fascia destra ma, in questa occasione, Bosio blocca la sfera senza problemi. Poco dopo, al 26’, Nicolosi parte bene sulla corsia mancina, mette in mezzo e trova il tap in vincente di Campanella che sorprende la difesa biancoazzurra: il risultato si porta così sul 2-0. In questa fase del match la compagine di Giaquinto sembra aver subito psicologicamente il colpo e soffre la manovra offensiva avversaria oltre a mancare di precisione nella propria manovra di gioco. Al 34’ Fontana effettua un bel filtrante in area di rigore dove Montuori manca l’aggancio della sfera. L’Agliè continua a spingere e, trascorsi cinque minuti, il numero 11 sfiora il gol con un bel tiro potente da fuori area. Nei minuti finali del primo tempo la squadra di Pizzorno regge gli attacchi avversari e si ritorna negli spogliatoi con il risultato di 2-0.

cirie cirie cirie

Chiodo consegna la coppa al Ciriè. Nella ripresa la squadra di Giaquinto parte subito forte in avanti e, dopo un solo minuto, vi è una bella combinazione in area di rigore tra Fontana, Brillante e Montuori ma quest’ultimo calcia incredibilmente fuori a pochi metri dalla porta avversaria. Dopo sette minuti i biancazzurri ottengono una punizione centrale a centrocampo: Ferrero si incarica della battuta ma il suo tiro viene deviato dalla barriera. Nell’azione immediatamente successiva l’Agliè riesce ad accorciare le distanze: Montuori calcia e la sfera finisce sui piedi di Picco che, in stile Filippo Inzaghi, realizza il gol del 2-1 a pochi metri della porta. Il Ciriè si riporta in avanti e, al 14’, Nicolosi tenta la conclusione dalla distanza ma non inquadra lo specchio della porta. Trascorsi quattro minuti, ecco un colpo di scena che influirà sicuramente sul risultato finale: Ferrero riceve il secondo cartellino giallo e viene così espulso dal direttore di gara. Nonostante l’inferiorità numerica, i biancoazzurri vanno vicinissimi al gol del pareggio: Brillante mette in mezzo una bellissima palla per Picco su cui Chiodo compie uno straordinario intervento. Il canovaccio della partita è ormai chiaro: l’Agliè conduce il gioco mentre il Ciriè tenta di chiudere la partita cercando di sfruttare le proprie ripartenze. A sette minuti dalla fine i biancazzurri sembrano però avere meno spinta offensiva a causa della stanchezza fisica. Proprio sul finire di partita, al 46’, ecco un altro grande colpo di scena: Brillante si procura un calcio di rigore, Tarella si presenta sul dischetto ma Chiodo neutralizza il tiro dagli undici metri con una parata eccezionale.

Aglie aglie aglie

IL TABELLINO

CIRIÈ-AGLIÈ VALLE SACRA 2-1
RETI (2-0, 2-1): 7' Micheletta (C), 26' Campanella (C), 9' st Picco S. (A).
CIRIÈ (4-2-3-1): Chiodo 7.5, Parisi 6.5, Naretto 6.5, Micheletta 7.5 (26' st Mameo), Bersanetti 6, Ravizza 7, Fornelli 7 (34' st Bonito), Mattana 6.5 (30' st Formisano), Longo A. 6.5, Nicolosi 7, Campanella 7.5 (21' st Ruscio). A disp. Candusso, Marrocco G., Rossin, Boi, Corrado. All. Pizzorno 7. Dir. Pedretti.
AGLIÈ VALLE SACRA (4-3-1-2): Bosio 5, Marangone 6, Filippone 5.5, Fontana 6 (28' st Trione 6.5), Da Soghe 5.5 (44' st Bertoldo M. sv), Borgato 5.5, Brillante 7, Graziano 6 (40' st Tarella 5), Picco S. 6.5 (28' st Grimaldi M. 6), Ferrero 5.5, Montuori 5.5 (41' st Grimaldi A. sv). A disp. Tomasi Cont, Pescetto, Opessi, Colapietro. All. Giaquinto 6. Dir. Mautino.
ARBITRO: Rivella di Torino 5.5.
AMMONITI: 16' Brillante (A), 18' Ferrero (A), 29' Mattana (C), 31' Fontana (A), 39' Micheletta (C), 8' st Bersanetti (C).
ESPULSI: 18' st Ferrero (A).

I MIGLIORI

CIRIÈ

Cirie Cirie Cirie

CHIODO 7.5 Effettua un bell'intervento su Picco al 20' del secondo tempo ma è sul finale di partita che salva veramente la propria squadra parando il calcio di rigore a Tarella.
MICHELETTA 7.5 Nonostante la forma fisica non fosse delle migliori, si fa trovare pronto sulla respinta di Bosio portando in vantaggio la propria squadra. Non rischia poi alcunché in difesa. 
CAMPANELLA 7.5 È lui il vero uomo di coppa, decisivo sia in semifinale che in finale. Realizza la rete del raddoppio con un bel tap in vincente sul cross dalla fascia sinistra di Nicolosi. 

AGLIÈ VALLE SACRA 

Agliè Agliè Agliè

BRILLANTE 7 È il motore del gioco offensivo biancazzurro, motivo per cui tocca un gran numero di palloni. Si procura poi il calcio di rigore, poi fallito da Tarella, sul finale di partita creando così una grossa opportunità per pareggiare. 
PICCO 6.5 Poteva forse fare meglio nell'occasione capitata su suoi piedi nel corso del primo tempo ma realizza un belle rete da centravanti di razza al 9' della ripresa. È inoltre pericoloso al 20' della ripresa ma Chiodo gli nega la gioia del gol con una grande parata.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400