Cerca

Seconda Categoria

Eterno Mollica, muro Mascia-Gili: Olimpica Grugliasco stoica, ma passa il Vigone

Gli ospiti resistono alla pressione offensiva degli avversari e riescono a staccare il pass per il secondo turno play-off

Eterno Mollica, muro Mascia-Gili: Olimpica Grugliasco stoica, ma passa il Vigone

Eros Mollica ha chiuso definitivamente il discorso qualificazione con un tap-in vincente sul finale di partita

Che colpo del Vigone nel match in trasferta contro l'Olimpica Grugliasco. La squadra di Boretto accede al secondo turno playoff della Seconda Categoria grazie al successo ottenuto ai danni dei grugliaschesi con una magia di Mascia su calcio di punizione nel corso del primo tempo e il tap-in vincente di Mollica sul finale di partita. I padroni di casa offrono un buon calcio nel corso dei novanta minuti ma il Vigone resiste agli attacchi avversari con una bella prestazione difensiva e accede così alla finale dei playoff: il Giaveno Coazze attende i vigonesi domenica 5 giugno. 

UNA STAGIONE IN PALIO

Terzo e decisivo round stagionale tra due squadre che non hanno intenzione di cedere proprio sul più bello. Olimpica Grugliasco e Vigone si affronteranno nello scontro diretto odierno valevole per il primo turno play-off della Seconda Categoria. Le due compagini si erano classificate rispettivamente in terza e quarta posizione nel Girone E nell'arco della regular season con un disavanzo finale di appena una lunghezza. Lo scontro diretto nel girone d'andata aveva visto il trionfo casalingo dei vigonesi ai danni dei grugliaschesi per 3-1, mentre al ritorno il pari a rete bianche ha rallentato la corsa al primato di ambedue le squadre.

Quella fu l'ultima sconfitta stagionale, dopo 4 ko nell'arco dei primi otto turni stagionali, per l'Olimpica Grugliasco, in grado di completare una striscia di ben 18 risultati utili consecutivi, frutto di dieci affermazioni e otto pareggi. Anche il Vigone è una realtà in forma, dato che ha concluso il campionato con quattro vittorie nelle ultime cinque giornate. Se la partita dovesse chiedersi in parità sia ai tempi regolamentari sia ai supplementari, non verranno disputati i calci di rigore in quanto accederà in automatico alla fase successiva la formazione meglio piazzata in campionato, quindi i grugliaschesi.

L'avvio del match vede la compagine di De Concilis approcciare decisamente meglio il match sotto ogni punto di vista: intensità, ritmo e pressing offensivo. Tuttavia, i grugliaschesi non riescono a trovare lo spunto offensivo decisivo e a sorpresa subiscono il vantaggio ospite con la punizione di Mascia, la cui leggera deviazione di Calosso beffa Pagano. La ripresa vede i padroni di casa riprendere sulla medesima lunghezza d'onda di quanto fatto nell'arco dei primi quarantacinque minuti. La superiorità sul piano atletico e il predominio territoriale denotano la maggior freschezza dei grugliaschesi, che per lunghi tratti impongono uno spiccato pressing offensivo senza però trovare il pertugio giusto complice anche due grandi parate di Gili Alessandro. Sul finale, il Vigone trova il raddoppio col subentrato Mollica che porta al turno successivo i vigonesi.

MASCIA APRE LE DANZE

Battute iniziali del match che vedono ambedue le formazioni approcciare la partita con grande determinazione e intensità sul piano dell'atletismo. Il primo squillo dei padroni di casa arriva al 5' con Baldin che prova la conclusione di mancino dalla distanza, ma il tiro sorvola la traversa. Gli ospiti si fanno vedere in attacco sul seguente capovolgimento di fronte con Balli che lancia in profondità Ambrogio, ma Calosso legge bene l'azione e chiude in diagonale il centravanti rosso con precisione nel tackle senza commettere fallo. La partita è molto combattuta con frequenti ripartenze che animano l'incontro grazie alla notevole intensità di ambedue le compagini.

Contrasti, duelli corpo e aerei denotano la grande cattiveria agonistica che sta rendendo il match molto dispendioso dal punto di vista della tenuta atletica. Il Vigone si rende minaccioso al 10' con Marco Gili che si porta al limite dell'area di rigore sulla corsia mancina crossando rasoterra senza trovare il tap-in vincente di alcun dei suoi compagni di squadra. Sugli sviluppi di un calcio di punizione calciato da Bonifai, Mascia respinge di testa al limite dell'area, Fortino si avventa sulla sfera calciando un sinistro potente che, però, viene deviato in rimessa laterale. Al 15' la formazione di casa articola un'ottima azione offensiva senza trovare il guizzo finale: Fortino recupera palla nella propria metà campo, serve in orizzontale De Rosa che lancia di prima in profondità per il taglio sulla corsa di Iacovelli, ma Alessandro Gili legge bene l'azione anticipa l'esterno offensivo.

Gli ospiti si ripropongono sul fronte offensivo con un conclusione dai venti metri di Carroni, ma Pagano non si fa sorprendere e para in presa sicura. Al 18' arriva la prima palla gol per l'Olimpica Grugliasco: su un lancio lungo dalla retrovie, Di Fiore e Iacovelli attaccano la profondità venendo contrastati da Guerrieri, Alessandro Gili esce ma svirgola il rinvio e la palla giunge a Di Fiore che calcia un siluro al volo di destro ma non trova lo specchio della porta. Poco dopo su una mischia dal limite Iacovelli tenta di piazzarla di destro ma il tiro viene rimpallato. Questa fase della partita vede l'asfissiante pressing offensivo dei grugliaschesi, con i vigonesi che faticano a impostare l'azione dal basso o a verticalizzare la manovra offensiva.

Al 27' il Vigone passa in vantaggio: Mascia calcia un destro potente su punizione dai trenta metri, la conclusione diretta in porta trova la sfortunata deviazione di Calosso che modifica la traiettoria spiazzando l'incolpevole Pagano. Nonostante lo svantaggio, l'Olimpica Grugliasco non demorde, anzi cerca di proseguire sulla falsariga di quanto mostrato sino adesso. Tuttavia il vantaggio galvanizza gli ospiti che sono più un po' più propositivi sul fronte offensivi ma peccano di imprecisione nell'ultimo passaggio o nella scelta finale.

Al 36' Puddu-Garis fraseggiano sulla corsia destra, con quest'ultimo che si porta sul fondo crossando verso il centro, con Carroni che stacca di testa non trovando la sfera per questione di centimetri. Poco dopo il Vigone sfiora il raddoppio: calcio d'angolo dalla destra di Carramucci, cross che trova lo stacco di testa di Ambrogio, ma l'incrocio nega la rete al centravanti rosso. Il finale della prima frazione di gioco vede gli ospiti più minacciosi in attacco, creando qualche grattacapo alla retroguardia difensiva di casa soprattutto con azioni in velocità. I primi quarantacinque minuti si chiudono col Vigone in vantaggio per 0-1.

L'OLIMPICA GRUGLIASCO CI PROVA MA IL VIGONE RESISTE

La ripresa inizia coi rispettivi undici titolari, nessun cambio all'intervallo da parte degli allenatori. Il primo squillo offensivo della seconda frazione del match arriva da parte dei padroni di casa, con Iacovelli autore di una grande azione personale sulla corsia mancina che viene interrotta dal doppio intervento in chiusura di Puddu e Mascia. L'Olimpica Grugliasco ha intrapreso la seconda frazione di gioco sulla medesima lunghezza d'onda di quanto fatto nell'arco dei primi quarantacinque minuti. Al 6' i padroni di casa sfiorano il pareggio: cross da calcio d'angolo dalla destra di Guerrieri, la palla viene respinta al limite dell'area di rigore con Calafato che calcia al volo di destro sfiorando la traversa.

Al 10' altra occasione da gol per la formazione di casa: disimpegno in uscita di Novo che apre sulla sinistra per Iacovelli che di esterno serve in profondità per Di Fiore che scatta sul filo del fuorigioco portandosi a tu per tu con Alessandro Gili, ma l'estremo difensore avversario neutralizza il destro dell'attaccante in uscita. L'Olimpica Grugliasco calca la mano sull'attaccare gli spazi in profondità per verticalizzare maggiormente la manovra offensiva con un pressing che sta mettendo in difficoltà l'impostazione dell'azione dei rossi. Il Vigone prova ad attaccare sfruttando i contropiedi, come quando Puddu lancia in profondità Carroni, ma la punta rossa viene stoppata dalla scivolata perfetta per tempismo e tecnica di Bonifai, un intervento provvidenziale dato che l'attaccante sarebbe andato in porta da solo.

Il ritmo della partita non è alto di più, soprattutto i padroni di casa stanno imponendo un'intensità che sta mettendo in difficoltà gli ospiti sul piano atletico. Sulla corsia destra Novo e De Rosa duettano alla perfezione con quest'ultimo che crossa al centro dell'area di rigore, la difesa respinge al limite dove Fortino calcia di prima di destro, ma Alessandro Gili compie una parata dai grandi riflessi. L'allenatore dell'Olimpica Grugliasco vuole sfruttare la miglior freschezza atletica dei suoi inserendo Vignale, Zaffino e Possidente per provare nell'ultimo quarto d'ora a ristabilire la parità che porti il match ai supplementari. I padroni di casa stanno producendo una notevole mole di gioco con potenziali occasioni da rete senza trovare lo spunto offensivo decisivo.

Il Vigone sta riscontrando molteplici difficoltà nel ripartire nell'impostare l'azione, ma sta riuscendo a mantenere il vantaggio seppur rischiando in più circostanze. Al 38' altra minaccia per la retroguardia difensiva vigonese: Vignale serve sulla sinistra Bonifai che imbuca di prima per Possidente, ma l'attaccante non riesce a spizzarla di testa per un soffio. Il forcing grugliaschese è totale in queste battute conclusive del match ma i padroni di casa non riesco a trovare il pertugio giusto e clamorosamente subiscono il raddoppio al 50': Ambrogio riesce a tenere il pallone sulla corsia sinistra e crossa rasoterra al centro trovare il tap-in vincente di Mollica. L'azione seguente parata miracolosa di Alessandro Gili su Zaffino che aveva calciato di sinistro a botta sicura. Il triplice fischio del direttore sancisce il trionfo esterno del Vigone per 0-2 ai danni dell'Olimpica Grugliasco e adesso affronterà il Giaveno Coazze.

IL TABELLINO

OLIMP.GRUGLIASCO-VIGONE 0-2
RETI: 27' Mascia (V), 50' st Mollica (V).
OLIMP.GRUGLIASCO (4-2-3-1): Pagano 7, Pregnolato 6.5, Calosso 7, Calafato 7, Bonifai 7.5 (41' st Cavalieri sv), De Rosa 7 (23' st Possidente 6.5), Baldin 7 (29' st Vignale 6.5), Fortino 6.5, Iacovelli 7.5 (16' st Zaffino 6.5), Novo 6.5 (42' st Falchero sv), Di Fiore 6.5. A disp. Pinelli, Popa, Ruggieri, Sacchi. All. De Concilis 7.
VIGONE (4-3-2-1): Gili A. 7.5, Puddu 7, Ferrero 7, Balli 6.5 (7' st Rolle 6), Mascia 7, Guerrieri 6.5 (51' st Bertolotto sv), Garis 7, Gili M. 6.5 (41' st Mollica 7.5), Ambrogio 7, Caramucci 6.5, Carroni 6.5 (21' st Etzi 6). A disp. Mascia M., Brianese, Balmas, Storello, Mion. All. Boretto 6.5.
ARBITRO: Canevarolo di Nichelino 5.5.
AMMONITI: 10' st Guerrieri (V), 11' st Baldin (O), 16' st Carroni (V), 29' st Garis (V), 33' st Bonifai (O), 46' st Calafato (O).

PAGELLE IN AGGIORNAMENTO

OLIMPICA GRUGLIASCO
Pagano 7
Sulle due reti subite non può nulla, la deviazione sulla punizione del primo gol ospite lo inganna, mentre sul raddoppio vigonese è semplicemente merito degli avversari. Per il resto non corre particolari rischi e si fa trovare pronto. Guida la difesa da vero leader.

Pregnolato 6.5 Sulla corsia destra gestisce bene entrambe le fasi con intelligenza tattica, leggendo bene i vari frangenti della corsa e conseguentemente sapendo quando deve dare una mano in copertura e quando può proporsi in fase offensiva.

Calosso 7 Buona prova come centrale nella difesa a 4 di De Concilis. Non si scompone negli interventi ed è molto vigile sugli scatti in profondità della prima punta avversaria. Infonde sicurezza con una prestazione ordinata e composta.

Calafato 7 Spicca per la sua capacità di elevarsi a un livello superiore nei contrasti aerei, dove di fatto è pressoché insuperabile. Nei contrasti corpo a corpo fa del tempismo in scivolata la sua caratteristica principale, senza scomporsi o cedendo in interventi scorretti. Cerca spesso l’anticipo per evitare le ripartenze degli ospiti.

Bonifai 7.5 Più che un terzino mancino è un tuttocampista. E’ col jolly tattico di De Concilis dato che difende, attacca quando ha spazio davanti a sé e compie alcuni interventi in copertura davvero notevoli. Grinta e posizionamento.
 (41' st Cavalieri sv)
De Rosa 7 Viene forse sostituito nel suo momento migliore, dato che dall’inizio della ripresa aveva alzato il livello tecnico ampliando il suo raggio d’azione con un maggior dinamismo e cercando anche di defilarsi sulla fascia. Serve alcuni cross molto insidiosi.

23' st Possidente 6.5 Subentra con la giusta attitudine mentale come se fosse in campo dal primo minuto.
Baldin 7 Abbandona il rettangolo verde verso la mezz’ora la mezz’ora della ripresa dopo una prestazione notevole a centrocampo. Contrasta, crea e verticalizza. E’ lui che imposta la manovra offensiva dei grugliaschesi, cercando spesso la giocata decisiva.
29' Vignale 6.5 Disputa gli ultimi venti minuti con grande determinazione al servizio della squadra.

Fortino 7 E’ il regista offensivo della compagine di De Concilis agisce tra le linee sulla trequarti cercando sia il filtrante o l’imbucata che consenta ai suoi compagni di trovare lo spunto offensivo vincente sia con conclusioni dalla distanza che però vengono neutralizzate da un grande Alessandro Gili.
Iacovelli 7.5 Probabilmente viene sostituito nelle fasi iniziali della ripresa per la stanchezza, dato che sulla fascia mancina rappresenta una costante spina nel fianco nella retroguardia difensiva avversaria. Cerca l’uno contro uno, effettua progressioni in profondità e non tira mai indietro la gamba tutte le volte che viene raddoppiato.

16' st Zaffino 6.5 Era difficile fare meglio del compagno sostituito, data la grande prestazione di quest'ultimo, quanto meno non lo fa rimpiangere.
Novo 6.5 Nell’arco della prima frazione di gioco non è particolarmente brillante, nella ripresa cresce diventando più imprevedibile sul fronte offensivo distinguendosi con qualche giocata degna di nota.
 (42' st Falchero sv)
Fiore 6.5 La sua velocità congiunta al suo dinamismo portano la difesa vigonese a fare gli straordinari, tuttavia ha due ghiotte occasioni per timbrare il cartellino ma non riesce a segnare in ambedue le circostanze. Poteva fare meglio date posizioni favorevoli dalle quali ha concluso.
All. De Concilis 7

VIGONE
Alessandro Gili 7.5 Compie tre parate straordinarie nella seconda frazione di gioco che di fatto salvano il risultato per i suoi. Esce con tempismo perfetto e diminuisce lo specchio a disposizione per la conclusione di Fiore, che di fatto lo colpisce in pieno. Sul tiro da fuori di Fortino ha un riflesso felino, così come sulla conclusione ravvicinata di Zaffino allo scadere.

Puddu 7 Sulla fascia destra è molto intraprendente, cercando sovente di affondare la corsia attaccando la profondità con iniziative personali che creano superiorità numerica. In fase di copertura è molto accorto nel non lasciare spazi aperti.

Ferrero 7 Sull’out mancino è più focalizzato sulla fase difensiva per evitare di scoprirsi troppo quando Novo o Fiore attaccano da quel lato del campo nel corso della ripresa.

Balli 6.5 A centrocampo è il faro del Vigone con la sua capacità di agire davanti alla difesa impostando l’azione dal basso arretrando anche per prendere prima la sfera. Funge da regista arretrato.

7' st Rolle 6 Disputa gran parte della seconda frazione di gioco, non brilla ma si rende molto operoso nell'aiutare in fase difensiva.
Mascia 7.5 Segna la rete che apre le marcature con un missile di destro su punizione dai trenta metri che, seppur diretto in porta, trova la deviazione decisiva di una difensore avversario. Oltre alla gioia personale del gol coordina la retroguardia difensiva con grande carattere e abnegazione. Gli attacchi dell’Olimpica Grugliasco sono frequenti, lui barcolla in alcuni frangenti ma non molla mai.

Guerrieri 7 Una prova da grande lottatore la sua, non tira mai indietro la gamba e prova sempre a contrastare gli attaccanti avversari sfruttando il suo posizionamento perfetto per non farsi cogliere in contropiede.
 (51' st Bertolotto sv)
Garis 7 Nel ruolo di mezz’ala sinistra si distingue per la sua precisione coi tempi di inserimento all’interno dell’area di rigore che rappresentano un’arma tattica in più nello scacchiere della formazione vigonese.

Marco Gili 7 A centrocampo è molto dinamico nel non dare punti di riferimento. Seppur venga schierato come mezz’ala destra nel centrocampo a tre, di fatto ricopre più ruoli a seconda delle differenti situazioni di gioco.

41' st Mollica 7.5 Entra allo scadere, firma il raddoppio da vero numero nove per tempismo, posizionamento e freddezza. Tutto questo a 44 primavere. Eterno.
Ambrogio 7 Nell'arco dei novanta minuti non riceve molti palloni giocabili, dato che il pressing offensivo degli avversari frena la manovra offensiva dei vigonesi. Tuttavia, sul finale si rende protagonista con una grande azione sulla sinistra al culmine della quale serve un assist al bacio rasoterra per Mollica, che firma il raddoppio.
Caramucci 6.5 Sulla corsia destra lo si denota maggiormente verso il finale, qualche lampo di classe ma pochi spunti offensivi.
Carronni 6.5 Abbandona il terreno di gioco verso la metà della seconda frazione di gioco. Discorso simile al suo compagno di reparto, qualche sprazzo nell'arco del match ma non riesce mai ad incidere.
21' st Etzi 6 Gioca la seconda metà della ripresa, non lo si nota quasi mai anche se entra in un momento compliecato per i vigonesi.
All. Boretto 6.5

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400