Cerca

Seconda Categoria

Dopo 359 partite e 70 gol tra C1 e C2 fa una scelta di cuore e torna a giocare nel proprio paese

Anche un gol segnato alla Juventus di Marcello Lippi nel curriculum dell'attaccante, sempre seguito molto da vicino nei Professionisti dai suoi amici e concittadini

Manuel Sinato

Manuel Sinato, classe 1979, ha giocato dal 1999 al 2013 in prima squadra tra i professionisti, ora è pronto per la missione Agliè Valle Sacra

Era questione di tempo e quel tempo è arrivato. L'Agliè Valle Sacra per la stagione 2022-2023 avrà con sé Manuel Sinato, attaccante 1979 dalla sterminata carriera nelle prime squadre e nel mondo dei professionisti (dal 1999 al 2013 con l'eccezione di un solo anno in D ha sempre giocato tra C1 e C2, collezionando 359 presenze e 70 gol nei campionati regolari), che torna così al paese d'origine per chiudere la propria favolosa carriera. Il club alladiese, con il direttore sportivo Franco Mautino in primis, era in pressing da tempo e nel prossimo campionato il grande passo si farà. Con la speranza magari di poter giocare in Prima Categoria dal momento che la società è intenzionata a chiedere il ripescaggio dopo la buona stagione vissuta in Seconda, con 3° posto finale, play off raggiunti e Coppa della delegazione di Ivrea alzata. E sarebbe un gradino in più da offrire ad un Campione con C maiuscola, che il paese di Agliè ha sempre seguito.

«Dal 1975 non abbiamo mai mollato neppure una stagione, non chiedendo mai il ripescaggio ma conquistandoci ogni cosa sul campo, invece ora voglia provarci - dice il ds Mautino - penso che la società abbia le carte in regola per poterlo ottenere e per disputare una dignitosa stagione in Prima Categoria visto che l’abbiamo già fatta anche altre volte. Alcuni ritocchi alla rosa li abbiamo già previsti e ormai lo sanno anche i sassi che Sinato verrà a darci una mano per giocare per la squadra del suo paese nella sua ultima avventura calcistica. Gli stiamo dietro già da un po’ ed è una persona esemplare, ha fatto il professionista per una vita e diversi amici da Agliè l’hanno sempre seguito la domenica, ma è sempre rimasto una persona umile di quelle che parlano poco ma producono tanto proprio come piacciono a me. Si merita un finale di carriera a casa sua ben vissuto e non viene certo a a fare solo l’uomo-immagine perchè sappiamo che può ancora dire la sua in campo».

i i i i i i i i i i i i i i i i i

Storia di tempi recenti è la maglia dell'Ivrea per Sinato: nelle ultime 4 stagioni di Promozione (2 delle quali interrotte dalla pandemia) ecco 24 gol in 58 partite in campionato. era già stato orange in C2 dal 2004 al 2006

Campo che nelle ultime 4 stagioni lo ha visto indossare la maglia dell'Ivrea, una delle squadre per cui aveva giocato nel mondo dei Professionisti. In realtà la carriera di Sinato parte proprio come sta per finire ora: dai dilettanti. Dopo le giovanili della Juventus, fino agli Allievi nella stagione 1995-1996 eccolo alla «vecchia» Sangiustese di Eccellenza nella stagione 1996-1997 che, guidata da Gianni Frara, arriva al secondo posto nel Girone A dietro all'Ivrea per poi giocarsi (e perdere) lo spareggio tra le seconda contro la Valenzana. Il rendimento è buono e in estate avviene il salto di categoria con il Valle d'Aosta nel Campionato Nazionale Dilettanti.

w w w w w w w w

ll tabellino di Valenzana-Sangiustese da Sprint e Sport del 3 giugno 1997. Nello spareggio tra le seconde dei 2 gironi di Eccellenza Piemonte-VDA, un giovanissimo Sinato entra nella ripresa al posto di un grande del calcio regionale come Giovine

Esordio con il botto dal momento che nella tradizionale amichevole estiva del 27 luglio 1997 con la prima squadra della Juventus, il gol della bandiera valdostano è proprio di Manuel Sinato con una bella fuga sul finale di gara e rete realizzata battendo Michelangelo Rampulla. Anche nella massima serie dilettantistica per il giovane attaccante di Agliè la stagione è positivo e questo vale il ritorno alla casa madre bianconera l'anno successivo con la Primavera, per poi iniziare finalmente la carriera tra i professionisti. Biellese (un gol nell'aprile 2000 nel derby di Vercelli per far esaltare i tifosi), Carrarese, Crotone, SudTirol, Prato, ancora Biellese, 2 stagioni all'Ivrea (in C2 dal 2004 al 2006 con 10 gol totali), Rodengo Saiano (il primo anno di D, i 3 successivi in C2), Tritium (2 anni) ed infine Valle d'Aoste (L'ex Saint Christophe).

w w w w w w w w

Manuel Sinato ai tempi del Casale, dopo aver vinto il campionato di Eccellenza 2014-2015 (con Messias compagno di reparto in attacco) è rimasto da capitano anche in Serie D nella stagione 2015-2016

Da qui il ritorno poi nei dilettanti, in primis con il Chieri in Serie D, dopodichè la vittoria dell'Eccellenza con il Casale (dove tiene a battesimo il debuttante Junior Messias, alla prima stagione in assoluto nel mondo del calcio della FIGC), l'ultima D con i nerostellati ed infine Pro Eureka (in Eccellenza) e le ultime 4 stagioni ad Ivrea. Ora la nuova avventura. Tra amici e con amici. Ma sempre all'insegna del massimo impegno.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400