Cerca

Seconda Categoria

Svolta epocale per i gialloblù: nuovo allenatore e una sola conferma in rosa

La società volta pagina per ambire a crescere e a puntare alla Prima Categoria

JUNIOR TORRAZZA

SECONDA CATEGORIA JUNIOR TORRAZZA: La dirigenza gialloblù ha compiuto una svolta epocale cambiando l'intera rosa della Prima Squadra

Calcio di qualità, attenzione sui dettagli e voglia di stupire: questa è la ricetta dettata dallo Junior Torrazza per tentare di vincere il campionato e salire così in Prima Categoria.

Nel giorno della presentazione, avvenuta venerdì 22 luglio, il presidente Franco Sfregola ha come prima cosa spiegato la rivoluzione avvenuta nella rosa della Prima Squadra, in cui è rimasto solamente il capitano Gianluca Perseghin: «Lui sarà il nostro baluardo. Questa è una svolta per la storia dello Junior Torrazza, una società che sta continuando a crescere: abbiamo sempre più ambizioni sia con la scuola calcio e il settore giovanile che con la Prima Squadra. Non vogliamo porci obiettivi minimi. Nella scorsa stagione siamo arrivati ad un passo dalla promozione ma, nella finale dei playoff contro il Cirié, non siamo riusciti a fare un ulteriore passo per salire in Prima Categoria. Noi vogliamo continuare a crescere sotto questo punto di vista facendo sempre più calcio di qualità. Fino a qualche anno fa, giocatori importanti non si sarebbero mai avvicinati a noi: oggi invece ci sono giocatori che fanno scelte diverse e credono nel nostro progetto oltre che nella nostra dirigenza. Questo rappresenta per me un motivo di orgoglio perché lo Junior Torrazza era una realtà totalmente differente quando io arrivai qui circa quindici anni fa. Abbiamo fatto una svolta epocale cambiando l'intera rosa: dei trentaquattro giocatori è rimasto solamente Perseghin, il quale ha preso una decisione veramente difficile. La Prima Squadra sarà molto giovane e sarà affidata ad un allenatore d'esperienza come Marco Gastaldo: lui e Mario Capriolo (il direttore sportivo, ndr) hanno costruito una rosa molto competitiva». 

Junior Torrazza Junior Torrazza

Per quanto riguardo la scelta di non aver fatto domanda di ripescaggio in Prima Categoria, Sfregola afferma che «Volevamo conquistarcela con merito e quindi sul campo. In questa stagione noi abbiamo la presunzione di credere che la nostra squadra possa fare bene e vincere il campionato in modo da fare un ulteriore salto di qualità nella prossima stagione. Da parte della società ci sarà la massima collaborazione e cercheremo di mettermi nelle migliori condizioni di giocare a calcio con qualità».

Il presidente annuncia poi il ritorno in società di Filippo Lopez (ex massimo dirigente dello stesso Junior Torrazza) che avrà il ruolo di dirigente della Prima Squadra insieme a Franco Segato. Sfregola ha inoltre speso parole di ringraziamento per l'ex tecnico Ivan Cannalonga: «Ha fatto un ottimo lavoro in questi anni, adesso però si gira pagina e da qui ne scriviamo una totalmente bianca». Il posto in panchina sarà preso da Marco Gastaldo: «Lo slogan di quest'anno deve essere voglia di stupire. Ho ben presente la qualità dei nostri giocatori, molti di loro hanno grande voglia di rivalsa dopo alcune situazioni vissute lo scorso anno. Il nostro obiettivo deve essere quello di lavorare sul campo, diventare un bel gruppo e divertirci alla domenica. Con la rosa che abbiamo costruito, il bel calcio e il divertimento verranno facilmente fuori da sé. Dobbiamo essere una squadra di uomini oltre che di giocatori: servirà carattere da vendere per la prossima stagione. Detto questo, sono contento di ritrovare Antonio Falcitelli al mio fianco come vice allenatore: lui ha sicuramente consigli da regalare a tutti, è ed è stato un grande uomo di calcio e di campo. Capitan Perseghin si divertirà molto con noi. Dobbiamo avere voglia di stupire e, per realizzare ciò, dovremo lavorare tanto e curare i dettagli. Questi fanno la differenza, non serve allenarsi tanto per. Cureremo tutto».

Torrazza Torrazza

La parola passa poi a Mario Capriolo, il direttore sportivo che ha dovuto fare un immenso e straordinario lavoro per ricostruire la rosa della Prima Squadra: «Non nego di aver passato qualche notte insonne perché, ad un certo punto, sembrava che andasse tutto male. Da parte di alcuni non è stata infatti apprezzata il mio pensiero di lavorare con i giovani. Mi sono ritrovato così senza giocatori ma non mi sono perso d'animo e mi sono guardato attorno: ho parlato con molte persone di calcio che conosco e abbiamo individuato giovani importanti insieme ad un allenatore che ha sposato questo progetto di giovani che hanno già giocato in categorie superiori. Non vedo l'ora che incomincino le prime partite di campionato. Ci sarà sicuramente qualche errore ma noi vi aiuteremo sia dal punto sportivo che da quello morale. La società vi sarà sicuramente vicino per qualunque cosa: io sarò uno della squadra»

Franco Sfregola si concentra infine sulla Juniores: «Voglio spezzare una lancia a favore dei ragazzi dell'Under 19. Questa è una squadra di altissima qualità, rappresenta il nostro futuro: non ci sono solamente i diciotto giocatori della Prima Squadra ma abbiamo un polmone con ragazzi veramente stupendi. Abbiamo fatto un girone d'andata normale per poi disputare un ritorno di alto livello. Faremo sicuramente due grandissimi campionati. Sono convinto che ci toglieremo delle bellissime soddisfazioni»

LA ROSA DELLO JUNIOR TORRAZZA 2022/2023

PORTIERI: Daniele Chiartano (1995); Alessandro Capriolo (2002). 

DIFENSORI: Riccardo Gastaldo (1998), Riccardo Lacava (2003), Leonardo Piras (2000), Federico Pitton (2001), Jacopo Ricciotti (1999), Andrea Scrudato (1999). 

CENTROCAMPISTI: Marco Brunetto (2001), Alessandro Burgio (1999), Joe Moretti (2003), Gianluca Perseghin (1990), Edoardo Tarulli (2002).

ATTACCANTI: Davide Bipedi (2003); Ciprian Calfa (1999); Gianluca Ciccia (2004); Massimo Meinardi (1976).  

ALLENATORE: Marco Gastaldo. 

VICE ALLENATORE: Antonio Falcitelli. 

DIRIGENTI: Filippo Lopez e Franco Segato.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400