Cerca

Calciomercato Seconda Categoria

Il condottiero ritorna sulla panchina dopo quattro anni: con lui arrivano cinque nuovi innesti

Dopo la retrocessione i granata hanno gran voglia di rivalsa e si rifanno il look in vista della nuova stagione

ROMULO OLIVEIRA MARQUES PIOSSASCO

SECONDA CATEGORIA PIOSSASCO: Romulo Oliveira Marques è uno dei cinque colpi di mercato dei granata

"Certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano", come nel caso di Pippo Chillè, neo tecnico del Piossasco. L'allenatore siederà nuovamente sulla panchina granata dopo quattro anni di assenza (l'ultima stagione risale infatti al 2017/2018) e, nonostante avesse ricevuto proposte da categorie più alte, non ci ha pensato due volte a tornare: «Mi è immediatamente piaciuto il progetto di crescita studiato dalla società oltre alla bellissima struttura tecnica e alla collaborazione tecnica con l'Inter. Ho inoltre trovato un entusiasmo incredibile, i ragazzi hanno davvero voglia di fare bene nella prossima stagione. Lo stesso discorso vale uguale identico a me: ormai io alleno da trent'anni ma ho la stessa gioia e la stessa grinta agonistica di quando iniziai, non mi è mai passata. Possiedo solamente una cosa in più: l'esperienza. Questa mi aiuterà tanto anche nel corso di questa stagione, è fondamentale in qualunque categoria»

Chillè Chillè Chillè

Chillè ha già avuto modo di conoscere la squadra e, in particolare, i cinque nuovi colpi di mercato: Pietro Baralis (portiere classe 2001, ex Pro Sommariva e Santostefanese), Gabriele Boetto (il difensore centrale, classe 2003, è cresciuto nelle giovanili del Pinerolo e della Piscinese Riva oltre che del None), Bruno Enrique, Davi Rocha e Romulo Oliveira Marques. Secondo il tecnico si tratta di «acquisti mirati in modo che siano funzionali alla rosa. Ritengo che non abbia senso effettuare colpi tanto per muoversi sul mercato. Si è formato un bel gruppo e ho già visto che i ragazzi hanno una gran voglia non solo di fare bene ma anche di lavorare e far calcio. Oltre a questo vorrò vedere un altro elemento, per me fondamentale: l'umiltà. Questa ci dovrà essere in tutti perché, ad esempio, è controproducente fare proclami ad inizio stagione. Il campo parlerà nel corso del campionato».

Baralis Baralis Baralis

A tal proposito Chillè non fissa particolari obiettivi da raggiungere ma questo non vuol dire avere ambizione: «Vogliamo disputare un campionato da protagonisti, soprattutto dopo la retrocessione arrivata pochi mesi fa. Ci dobbiamo assolutamente rifare e cercare di fare bene, in modo da ambire a ritornare in Prima Categoria. Devo però ammette che, davanti a noi, ci sono almeno 3-4 squadre: una di questa è necessariamente il Cumiana, che si è rinforzato molto. Sarà comunque una stagione molto interessante ed equilibrata, il girone E lo è da ormai alcuni anni. Comunque il primo vero obiettivo sarà tornare a far calcio in modo serio»

Boetto Boetto Boetto

Il tecnico pronuncia poi parole d'apprezzamento nei confronti della società: «Per fortuna abbiamo un'ottima dirigenza alle spalle, uno dei motivi per cui ho accettato di ritornare nel Piossasco. Qua si presta molta attenzione al valore dei giocatori, l'aspetto fondamentale del calcio. Inoltre apprezzo molto che le promesse vengono mantenute, non è da tutti»

ENrique Enrique Enrique

Nella prima giornata di campionato il Piossasco sarà ospite del Beiborg (un'altra contendente per le zone alte della classifica) mentre il derby contro il San Giorgio Piossasco è previsto alla quinta giornata, che si disputerà il 23 ottobre (l'andata) e il 19 febbraio (il ritorno). 

Rocha Rocha Rocha

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400