Cerca

Fiorentina-Juventus Women Serie A Femminile: Staskova furia ceca, Salvai e Rosucci monumentali

Festa della Juve per il primo gol di Staskova

Festa della Juve per il primo gol di Staskova

Torna al sorriso la Juventus che dopo la sconfitta di Coppa Italia contro la Roma supera per 2-1 la Fiorentina con un risultato che avrebbe potuto essere ancora più rotondo. Gli infortuni lasciano fuori Cristiana Girelli (in panchina) e Barbara Bonansea (nemmeno convocata), ma la partita la risolve Andrea Staskova con una doppietta e tante grandi giocate che ne riscattano una stagione non per lei avara di gol, ma poco convincente a livello di prestazioni. L'attaccante ceca, che ha dichiarato di voler imparare da Girelli l'utilizzo del corpo per proteggere la palla, non ha fatto rimpiangere la 'maestra'. In mezzo alle reti della classe 2000 c'è stato l'eurogol di Clara Lelland a rendere più pepata la partita. Grande gioia per il ritorno in campo di Aurora Galli dopo l'infortunio che l'ha costretta a stare due mesi fuori dal campo. Proprio la numero 4, così come altre cinque compagne (Giuliani, Sembrant, Boattin, Cernoia e Girelli) è stata inserita nella top 11 del Gran Galà del Calcio AIC per la stagione 2019/2020. Per le bianconere grandi prestazioni anche di Cecilia Salvai, insuperabile muro difensivo, Pedersen come al solito ovunque, Rosucci monumentale e Hurtig sempre nel vivo delle azioni offensive. Per a Juve sono 16 su 16 in campionato. Furia ceca. La Fiorentina fa capire subito di voler giocare una partita a viso aperto, ma fatica ad entrare nel vivo dell'azione negli ultimi metri. Dopo 4 minuti c'è la prima vera occasione per la Juve con la punizione di Caruso che rimbalza pericolosamente in area viola, arriva a Staskova che si coordina male e calcia altissimo. Non un buon biglietto da visita per la ceca, ma il riscatto è dietro l'angolo e arriva al 14'. Esplosiva azione di Lina Hurtig che serve verticalmente Staskova sul cui primo tiro c'è la grande risposta di Schroffenegger, ma la palla torna alla ceca che ha il tempo di girarsi e fare 1-0. Bianconere vicino al raddoppio (24') gran palla di Martina Rosucci che si libera sulla destra e serve chirurgicamente al centro Lina Hurtig che calcia in torsione, ma ancora Schroffi è straordinaria a distendersi e a mandare in angolo. La Fiorentina comunque si fa vedere spesso in avanti con coraggio, ma il centrocampo non riesce ad essere da collante per l'attacco e allora il tandem Sabatino-Clelland deve fare tutto da solo. Da loro due arriva il pareggio (33'): palla che arriva quasi casualmente a Sabatino che alza la testa e lancia lungo a servire perfettamente Clelland che da fuori area stoppa, rientra e calcia all'incrocio del pali dove Laura Giuliani non può arrivare. La reazione della Juve è un diesel che raggiunge il massimo delle prestazioni al 44': è ancora Staskova a stoppare elegantemente il pallone, girarsi ed entrare di prepotenza nella difesa viola e battere Schroffenegger per l'1-2. In pieno recupero viene annullato anche un gol a Cernoia imbeccata in verticale dall'eccezionale Staskova. Tris sfiorato e il ritorno di Yaya. La Juve comincia la ripresa all'attacco, ma Lina Hurtig non riesce a ribadire in rete due cross perfetti di Boattin e Cernoia. Anche la Fiorentina va però vicina al pareggio al 6' quando Baldi lancia Sabatino che da posizione molto defilata fa partire un diagonale insidioso ma che si spegne sul fondo. Non c'è un attimo di respiro perché sull'altro fronte Rosucci con una grandissima giocata serve al centro per Caruso ma è ancora Schroffi a dire di no. Al 21' torna in campo Aurora Galli (esce proprio Caruso) dopo due mesi, l'ultima partita l'aveva disputata contro l'Inter (segnando). La Fiorentina ha ancora un'ultima grande occasione (24') con un'azione partita da Neto che lancia Thogersen che dalla destra la mette bene al centro ma il tiro di Sabatino è troppo molle e finisce facilmente tra le mani di Giuliani. Gli ultimi sussulti sono della Juventus in pieno recupero: Staskova in versione assist per la neoentrata Girelli che calcia centrale su Schroffi, poi Pedersen recupera l'ennesimo pallone e serve Cernoia sulla sinistra che salta Adami e crossa al centro con Schroffi che smanaccia su Zamanian che non ne approfitta e calcia alto. [caption id="attachment_267175" align="aligncenter" width="311"] Aurora Galli torna in campo dopo due mesi Aurora Galli torna in campo dopo due mesi[/caption]

IL TABELLINO

FIORENTINA - JUVENTUS   1-2 RETI (0-1, 1-1, 1-2): 14' Staskova (J), 33' Clelland (F), 44' Staskova (J). FIORENTINA (4-3-3): Schroffenegger 7.5, Zanoli 6, Cordia 5.5 (30' st Breitner sv), Quinn 5, Thogersen 6.5, Middag 5.5 (23' st Neto 6), Adami 5.5, Vigliucci 5.5, Baldi 6.5, Sabatino 6 (30' st Piemonte 6), Clelland 7. A disp. Ohrstrom, Monnecchi, Forcinella, Lorieri, Mazzoni , Mani. All. Cincotta 6. JUVENTUS (4-3-3): Giuliani 6, Hyyrynen 6.5, Salvai 8, Sembrant 6, Boattin 6.5, Rosucci 8 (37' st Zamanian), Pedersen 7.5, Cernoia 7, Caruso 6.5 (21' st Galli 6.5), Staskova 8, Hurtig 7 (37' st Girelli). A disp. Bacic, Giordano, Lundorf Skovsen, Ippolito, Caiazzo, Berti. All. Guarino 7.5. ARBITRO: Maggio di Lodi  6.5.

LE PAGELLE

FIORENTINA Schroffenegger 7.5 Parate provvidenziali che tengono a galla la Fiorentina fino all'ultimo secondo. Tra i pali contende a Giuliani il ruolo di miglior portiere. Salvataggi importanti su Hurtig, Staskova e Caruso. Zanoli 6 In questa stagione la classe 2002 sta trovando tanto spazio e si vede nella sicurezza che sta acquisendo. Precisa negli stop e anche nel fermare Staskova lanciata a rete. Cordia 5.5 Staskova rende proibitiva la giornata delle centrali viola che si fanno superare con troppa facilità, sul secondo gol soprattutto. Quinn 5 Vedasi la pagella della compagna di reparto, ma l'irlandese in più avrebbe una palla facile quasi da appoggiare in rete e invece la calcia malamente facendo un passaggio a Giuliani. Thogersen 6.5 Parte con lo sprint, poi pian piano cala. È comunque la giocatrice viola che spinge di più e dalla sua corsia nascono i pericoli maggiori. Middag 5.5 Non riesce mai ad essere il collante tra il centrocampo e l'attacco, d'altra parte Rosucci e Pedersen sono in giornata e non le lasciano fare nulla. 23' st Neto 6 Più propositiva e precisa della compagna, tanto che innesca lei (appena entrata) l'azione che porta alla grande occasione per Sabatino. Adami 5.5 Per tutto il primo tempo è invisibile, tanto che quando tocca il pallone ci si stupisce che sia in campo e mi costringe a rivedere le distinte. Scherzi a parte non entra mai nel vivo del gioco e si fa saltare facilmente da Cernoia nell'azione finale. Vigliucci 5.5 Dopo Daniela Sabatino è la giocatrice più utilizzata dalla Fiorentina in questa stagione. E la stanchezza un po' si vede perché anche se cerca di costruire qualcosa di propositivo manca sempre nel tocco decisivo. Baldi 6.5 Le bianconere devono fare la partita quasi su di lei perché è l'unica a dare vigore alla manovra viola con efficacia. Lancio molto bello per Sabatino ad inizio della ripresa che poteva portare al pareggio. Sabatino 6 Decisamente non la sua giornata migliore, anche se le occasioni le ha e se le crea. Anche lei è nella top 11 del Gran Galà dell'AIC dove non c'è Giacinti, testimonianza di una passata stagione straordinaria, ma anche di quella attuale che dice che i gol a referto in campionato sono 11. 30' st Piemonte 6 Pochi scampoli di partita ma si va vedere per quel che può. Dovrebbe giocare di più per ritrovare la piena forma dopo un infortunio che l'ha tenuta per settimane fuori dal campo. Clelland 7 Un gol che vale da solo il prezzo del biglietto. È una frase strausata, ma io sono cresciuto con Giacomo Bulgarelli che la diceva su Fifa 99 e quindi ve la sorbite. La scozzese sta disputando una stagione in crescendo e anche contro la Juve un po' di panico in alcuni momenti lo ha seminato. All. Cincotta 6 Doveva essere l'anti-Juve e invece... Gli mandano via Alia Guagni, poi a gennaio Tatiana Bonetti e cosa dovrebbe fare? La Fiorentina manca un po' di identità e in questa partita si sono visti molti limiti. JUVENTUS Giuliani 6 Complimenti per l'ennesimo premio con l'inserimento nella top11 AIC, di altro non so cosa scrivere per la numero 1 della nazionale che è stata spettatrice di questo match. Hyyrynen 6.5 Con un centrocampo così non ha troppa necessità di spingere e allora la finlandese disputa comunque un'ottima partita in difesa dove è autrice di un paio di interventi importanti e spazzare via le velleità viola. Salvai 8 La capitana non sbaglia un colpo. Se la Fiorentina parte a muso duro lei mette subito le cose in chiaro. Attentissima negli anticipi e nelle chiusure fin dai primi minuti. Ogni volta che una giocatrice viola si affaccia nella metà campo sua deve fare i conti con Salvai da Pinerolo. Sembrant 6 Pochissime volte è chiamata in causa, la sua pagella è simile a quella di Giuliani. Anzi, sul finire di match regala anche una palla alle viola, forse per noia. Boattin 6.5 Dopo una partita difficile contro la Roma, si riscatta. Non tanto in fase offensiva dove non spinge molto, quanto in fase difensiva quando c'è da metterci attenzione. Almeno in questa partita non è obbligata ad usare il suo terzo polmone, perché è impossibile che non lo abbia. Rosucci 8 Monumentale l'ho già scritto sopra, ma meglio ricalcare. Sempre nel vivo dell'azione, prende per mano il centrocampo. Su tutte le due azioni che la portano al cross per Hurtig nel primo tempo e per Caruso nel secondo. Indomabile. Pedersen 7.5 Ancora al 94' va a recuperare un pallone e ad impostare un'azione che stava per portare al terzo gol. Giusto per citare l'ultimo acuto di una partita gestita in maniera eccezionale. Cernoia 7 Non partono da lei le azioni che portano ai gol e questo è già una notizia. È sempre comunque presente nell'impostare l'azione e fino all'ultimo minuto continua a macinare gioco e qualità. Caruso 6.5 Peccato per quel gol mancato su suggerimento di Rosucci. Per la centrocampista campana è comunque una stagione da incorniciare questa. Nella formazione AIC di questa stagione non stupirebbe se ci fosse lei. 21' st Galli 6.5 Al di là della vittoria il suo ritorno in campo è la cosa più bella di questa partita. E oltretutto entra con una voglia, una grinta, una lucidità, una calma e un'intelligenza straordinaria. Pochi minuti per fare vedere che Yaya è tornata come e forse meglio di prima. Staskova 8 Tira Staskova! Tira! Questa è la pagella che ho fatto un paio di volte e chi avesse visto solo questa partita mi potrebbe prendere per matto. Contro la Fiorentina tira invece, tira eccome e fa i due gol decisivi, protegge palla come la maestra Girelli, semina il panico nella difesa viola come la maestra Girelli, gioca tanto anche per le compagne come la maestra Girelli. E questo è un voto che di solito si prenderebbe la maestra Girelli. Hurtig 7 Tanti auguri per la futura mamma! Nella settimana in cui ha annunciato che la sua compagna Lisa aspetta un figlio, la svedese è l'unica del tridente titolare ad essere disponibile. Solita grande partita di solidità, il primo gol è molto merito suo. Peccato per i tap-in mancati all'inizio del secondo tempo che avrebbero potuto chiudere la partita. All. Guarino 7.5 16 vittorie su 16 in campionato con due terzi del tridente indisponibili e una sconfitta in Coppa Italia da far metabolizzare alla squadra. Il gruppo però è forte ed è merito suo. Con la squadra sa essere anche psicologa e questo da i suoi frutti. Un altro mattoncino verso la conquista del quarto Scudetto consecutivo. Arbitro Maggio di Lodi 6.5 Partita diretta senza sbavature e senza utilizzare cartellini gialli. Non è una cosa troppo inusuale nel calcio femminile, ma in una partita come Fiorentina-Juventus non era scontato.  
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400