Cerca

Valentina Giacinti

Fantastica doppietta per il capitano del Milan Giacinti

Serie A femminile

Milan-Verona: Giacinti è scatenata, l'esordio regala il primo poker alla formazione di Maurizio Ganz

Verona schiantato al Vismara dalla prova «mostre» delle rossonere. Vero Boquete chiude la festa rossonera

Dopo non aver superato lo scoglio dei preliminari della Women’s Champions League, le ragazze di Ganz tornano a sorridere: termina infatti 4-0 per le padrone di casa del Vismara l'esordio contro il Verona. La formazione rossonera non lascia respirare le avversarie, che durante il primo tempo non riescono quasi ad uscire dalla propria metà campo. Arriva la prima rete al 23’, quando la capitana Giacinti in scivolata trova il secondo palo. Le rossonere raddoppiano dopo due giri d’orologio con una perla dalla fascia destra di Bergamaschi. I minuti passano e il Verona è sempre più chiuso nella propria metà campo, non riuscendo a creare alcuna azione interessante. Sul finire della prima frazione di gioco il Milan trova il terzo gol: viene falciata Giacinti in area, ed è rigore. Durante il secondo tempo il Verona riesce a creare un po' di più, ma la ciliegina di Boquete chiude le danze.
 
Non c’è due senza tre: la doppietta di Giacinti e la perla di Bergamaschi. La prima giornata di campionato si apre con squadre ben distese. Le padrone di casa mostrano un primo guizzo d’ingegno al 3’, con un cross filtrante di Boquete che viene però prontamente spazzato via dalla difesa gialloblù. Ancora rossonere pericolose al 6’ con un pallonetto preciso di Adami che arriva nei piedi di Giacinti, ma la capitana conclude a fatica sul fondo. Il Milan crea la prima grande azione pericolosa dal basso: dopo uno scambio Thomas-Anderson, la 19 finisce direttamente davanti a Gritti, ma il suo guantone sventra la prima possibile rete. I minuti passano con le padrone di casa sempre in avanti, manca però quel passo in più. Al 17’ scarica dal limite dell’area Boquete per Anderson, ma la rossonera calcia troppo alto non trovando lo specchio della porta. Arriva al 23’ il primo gioiellino per le padrone, e a siglarlo è Valentina Giacinti. Con un bellissimo assist filtrante di Boquete la numero 9 buca la rete avversaria in scivolata. La gioia è tanta e sfocia in una seconda bellissima rete: su passaggio di Giacinti, s’invola Bergamaschi sulla fascia destra, che con un tiro-cross ci mette la sua firma. Scoccata la mezz’ora le rossonere ci riprovano con il loro duo d’eccezione: Giacinti scarica al limite dell’area per Boquete, ma la sua bomba non riesce nemmeno a baciare il palo sinistro. Il Verona riesce ad uscire dalla sua metà campo più di una volta, ma la difesa del Milan è una cassaforte con combinazione serrata. Sullo scadere della prima frazione di gioco arriva la terza rete delle padrone. Dopo essersi procurata il calcio di rigore, dalla zolla la capitana Giacinti non sbaglia: portiere a sinistra, palla a destra. Si chiude così un primo tempo splendido per le ragazze di Ganz, meno per quelle di Pachera.
 
La ciliegina sulla torta: Boquete la chiude. La seconda frazione di gioco si apre con un Verona più aggressivo, che cerca di creare qualcosa in più rispetto al primo tempo completamente assente. Ancora una volta, la prima occasione porta i colori rossonero: su un bellissimo cross di Thomas, Bergamaschi conclude in area ma viene schermata dall’attenta Ambrosi. Le gialloblù riescono ad uscire dalla propria metà campo, ma la confusione è troppa e favoriscono al 7’ l’ennesimo contropiede lombardo. A guidarlo è Vero Boquete, che si fionda da sola direttamente in porta, siglando la quarta rete per la formazione di Ganz. Entrambe le squadre si assestano con opportuni cambi, ma sono sempre le padrone di casa ad avere nettamente la meglio. Al 19’ sembra arrivare la quinta rete, quando Tucceri rispolvera il suo destro potente, trovando però solo i guanti di Gritti. Il Verona trova al 22’ la sua prima conclusione del match, con un bel sinistro di Rognoni dal limite, senza spaventare però Giuliani. Al 38’ arriva l’ennesima succulenta azione lombarda. Il passaggio perfetto è come sempre di Boquete, che manda in porta Longo, ma la numero 23 in due tempi non riesce a spedirla in rete. Forse per stanchezza, forse per tranquillità, al 41’ Giacinti si mangia una bellissima occasione, sfiorando di pochissimo il secondo palo in contropiede. I minuti di recupero sono 3, viste le parecchie sostituzioni e il gol. È proprio durante questi minuti finali che Giacinti, per la seconda volta consecutiva, perde una succulenta occasione che potrebbe portare al quinto gol. Ma la formazione di Ganz è intoccabile oggi: finisce 4-0 la prima giornata di campionato, con una prestazione splendida per le padrone di casa, insoddisfacente invece quella delle gialloblù.


IL TABELLINO


Milan-Hellas Verona 4-0
RETI: 23’ Giacinti (M), 25’ Bergamaschi (M), 46’ rig. Giacinti (M), 7’ st Boquete (M).
MILAN (3-4-2-1): Giuliani 6.5, Fusetti 6.5, Agard 7, Codina 7 (26’ st Arnadottir 6), Anderson 6.5 (11’ st Tuccerri Cimini 6), Jane 6.5, Adami 6.5 (15’ st Grimshaw 6), Bergamaschi 7 (11’ st Rizza 6), Thomas 7 (26’ st Longo 6), Boquete 8, Giacinti 8. A disp. Korenciova, Morleo, Miotto, Cortesi. All. Ganz 8.
HELLAS VERONA (4-3-3): Gritti 5, Ledri 5.5 (26’ st Oliva sv), Ambrosi 6, De Sanctis 5, Jelencic 5, Dahlberg 5 (11’ st Lotti 6), Errico 5, Catelli 6 (26’ st Mancuso 6), Nilsson 6, Anghileri 5.5 (11’ st Cedeno 6), Pasini 5.5 (11’ st Rognoni 6). A disp. Casarasa, Marchiori, Rizzoli, Quazzico. All. Pachera 5. 
ARBITRO: Adolfo Baratta di Rossano 6.5.
COLLABORATORI: Benedetto Torraca di La Spezia e Nadir Bertozzi di Cesena.
AMMONITE: 38’ st De Sanctis (V),


LE PAGELLE

MILAN
Giuliani 6.5 Non tocca nessun pallone durante il primo tempo. Nel secondo tempo viene chiamata all'appello più di una volta ma senza alcuna preoccupazione.
Fusetti 6.5 Precisione e pulizia, la giocatrice ha tanta esperienza e sicurezza, non lasciandosi intimorire da niente e nessuno.
Agard 7 Al centro dell’area dimostra tanta attenzione, non lasciando scampo a Pasini e Anghileri. Presente per tutti i 90 minuti.
Codina 7 Non lascia alcuno spazio a Nilsson, così come a nessuna gialloblù. La più attenta in fase difensiva, le sue entrate sono pulite e decise. Prestazione ottima e da applausi.
26’ st Arnadottir 6 Commette qualche errore nel corso del secondo tempo, ma non mette mai in difficoltà le sue compagne.
Anderson 6.5 Liberissima quasi sempre sulla fascia destra. Durante il primo tempo i cross in area partono sempre da lei. Dà velocità e ritmo alle sue.
11’ st Tucceri Cimini 6 Passaggi e cross precisi e puliti, l’esperienza e l’età sono sicuramente dalla sua parte.
Jane 6.5 Piedi buoni e tanta intelligenza, in fase difensiva è quella che recupera più palloni possibili.
Adami 6.5 Regala un passaggio con i fiocchi a Giacinti nei primi minuti. A centrocampo è una sicurezza, riuscendo a innescare sempre l'azione migliore.
15’ st Grimshaw 6 Ingresso positivo, si muove bene tra le linee e trova sempre l’idea migliore. Pecca forse un po’ di egoismo in alcuni casi.
Bergamaschi 7 Sulla fascia sinistra inventa bene, è ottima la sua intesa con la capitana. Trova al 25’ una splendida rete, regalando un secondo sorriso alle sue compagne. Corre ed esce stremata dal campo.
11’ st Rizza 6 Sulla fascia destra dà più ritmo alle rossonere durante il secondo tempo, in fase difensiva copre e chiude bene gli spazi.
Thomas 7 Ottima partita per questa grande giocatrice che non delude le aspettative. Subisce tanti falli, si rialza sempre e corre ancora più veloce. Bisogna saperla fermare.
26’ st Longo 6 Ingresso positivo, si mangia però un gol che avrebbe portato al 5-0.
Boquete 8 La regista rossonera d’eccellenza, durante il primo tempo è la migliore in campo, così come nella seconda frazione di gioco. Regala assist splendidi e riesce sempre a smarcarsi a perfezione.
Giacinti 8 La capitana è sempre dove dovrebbe essere, muovendosi benissimo tra le linee. Al 23’ porta in vantaggio le sue compagne con uno splendido gol. Trova alla fine del primo tempo la sua doppietta. Si trova al posto giusto nel momento giusto, super match oggi.
All. Ganz 8 Niente di sbagliato, niente da rimproverare. Le rossonere non commettono nessun errore, o comunque nessuno sbaglio che possa costare chiaro. Il debutto è ottimo, chissà se manterranno l'asticella così alta.
 
HELLAS VERONA
Gritti 5 Sui gol potrebbe molto di più, ma il Milan è tutt'altro che un avversario semplice e la carta non mente.
Ledri 5.5 Forse la più attenta oggi in fase difensiva, ma anche la capitana nonostante l'esperienza fatica a star dietro all'attacco rossonero (26’ st Oliva sv).
Ambrosi 6 Recupera palloni quando può, ma quando non riesce sono problemi amari per le gialloblù. 
De Sanctis 5 Pecca un po’ di disattenzione e ha qualche colpa sui due gol, durante il secondo tempo è più precisa e sicura su Thomas commettendo anche qualche fallo d'esperienza.
Jelencic 5 Commette tanti falli ingenui durante entrambe le frazioni di gioco, è l’artefice del rigore regalato al Milan. Nel secondo tempo spinge di più in fase offensiva.
Dahlberg 5 Poco da dire, la giocatrice è totalmente assente e sempre chiusa dalle rossonere. Aggancia bene i palloni, poi però li perde tutti.
11’ st Lotti 6 Ingresso propositivo, dà un po' di respiro alle sue, ma non può fare per tutte.
Errico 5 Ci mette un piede e una scivolata ogni tanto, ma troppo spesso le rossonere la saltano con facilità. Prestazione insufficiente.
Catelli 6 La voglia e la grinta sicuramente non mancano, ma la furbizia e la velocità sì. 
26’ st Mancuso 6 Dà un po' più di ritmo alle sue durante il secondo tempo, recupera parecchi palloni sulla fascia destra. 
Nilsson 6 Completamente assente durante il primo tempo, Codina riesce a bloccarla in ogni situazione e a portarle via sempre la palla dai piedi. Più sveglia durante il secondo tempo, ma non ha quel guizzo in più.
Anghileri 5.5 Come se non ci fosse, la difesa rossonera non le fa vedere nemmeno la sfera.
11’ st Cedeno 6 Ingresso positivo, la giovane 2000 dimostra classe e tecnica, sono troppi pochi però gli spazi.
Pasini 5.5 Stesso discorso di Anghileri, la giocatrice non trova oggi la sua giornata migliore ed esce a testa bassa.
11’ st Rognoni 6 Tra le poche occasioni c'è il suo piede, ma non sblocca nessun risultato. Forse la più propositiva. 
All. Pachera 5 Il Verona ha tanta grinta, ma trova oggi un'avversaria più che degna che lascia poco scampo. La difesa pecca di disattenzione, il centrocampo è forse il reparto migliore, mentre in attacco sono troppi i calci all'aria.
 
ARBITRO: Baratta di Rossano 6.5 Nessuna svista, conduzione di gara perfetta. Non ha alcun dubbio sul rigore, ottima la collaborazione con gli assistenti. Forse troppo buono con i cartellini.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400