Cerca

Seria A Femminile

Milan-Inter: il derby della Madonnina è nerazzurro e si decide tutto nel primo tempo grazie a Sousa, Ajara e Karchouni

L'Inter di Guarino conquista il derby, importante in ottica classifica, e si avvicina alle cugine in rossonero, che faticano ad entra in partita

Inter Femminile

I festeggiamenti in post-partita delle nerazzurre di Rita Guarino, che salgono a -1 dal Milan

È un derby della Madonnina dagli esiti inattesi, quello tutto milanese in scena al Vismara, tra Milan e Inter, che vede il trionfo nerazzurro tutto conquistato nel primo parziale di gioco: un big match non solo sentimentale ma anche in ottica classifica, perché il team di Rita Guarino [il primo in veste nerazzurra per la coach, ndr], con questi tre punti preziosi, scala posizioni e arriva a meno uno, col fiato sul collo, proprio sul Milan di Maurizio Ganz.  

Kathellen Sousa, pilastro della difesa nerazzurra, aveva anticipato ai microfoni di Tuttosport le sue impressioni rispetto alla partita col Milan: «Un derby è sempre una grande sfida, stavolta arriva vicino alla fine dell'anno, anche se siamo a metà stagione, ma è bene prendere punti», spiegava «È sempre bello giocare contro il Milan, anche perché i derby raramente sono partite noiose».

Ipse dixit. Sarà proprio la brasiliana classe '96 ad aprire le danze - al 13' circa, con un colpo di testa su assist di Karchouni dalla bandierina - in un'inattesa débâcle rossonera che caratterizzerà sostanzialmente tutto il primo parziale di gioco; fino circa al 45' quando, proprio prima del fischio di Carella di Bari, è Giacinti a ridare vita alla compagine di Ganz, con una clamorosa traversa a porta praticamente sguarnita. Nel frattempo, l'Inter stringe nella propria metà campo un Milan incantato, e finalizza: prima con Ajara, al 26', dalla distanza; cinque minuti dopo, con la centrocampista francese Ghoutia Karchouni, che realizza un rigore a cucchiaio perfetto. Il Milan pare in affanno e regge ai colpi nerazzurri, soprattutto alle incursioni di Marinelli, solo grazie ai provvidenziali interventi di Giuliani tra i pali.

La grinta non basta. Al rientro in campo nella ripresa, le rossonere cambiano approccio mentale al match e costruiscono occasioni pericolosissime, senza però trovare mai l'incisività giusta: al 53', da corner conquistato da Andersen, una mischia clamorosa nell'area di Durante fa tirare lunghi sospiri alle nerazzurre; appena due minuti dopo, è la stessa Durante a compiere il miracolo su Giacinti, prima, e Thomas, dopo, con un miracoloso salvataggio sulla linea. Il Milan cresce, soprattutto quando innesca la marcia giusta col cambio tattico al 4-4-2, ma ancora non è abbastanza: ci prova anche Bergamaschi, respinta, e di nuovo Thomas e Giacinti, entrambe fermate dai guantoni dell'estremo difensore interista, così come Adami, che però è chiusa da Brustia. In pieno recupero, succede di tutto: Simonetti e Bonetti, davanti a Giuliani, non trovano lo specchio; Giacinti supera Durante e cade a terra in area - qualche protesta, ma per il direttore di gara l'intervento è corretto.

IL TABELLINO


MILAN - INTER 0-3

RETI: 13' Sousa, 26' Ajara, 31' rig. Karchouni.

MILAN (3-4-2-1): Giuliani, Fusetti (88′ Rizza), Agard (64′ Stapelfeldt), Arnadottir, Bergamaschi, Adami (80′ Longo), Jane (88′ Selimhodzic), Andersen, Grimshaw, Thomas, Giacinti. A disp.: Korenciova, Fedele, Tucceri Cimini, Miotto, Cortesi. All. Maurizio Ganz.

INTER (4-3-2-1): Durante, Sønstevold, Kathellen Sousa Feitoza, Alborghetti (46′ Landström), Merlo, Csiszàr, Pandini (60′ Brustia), Karchouni (77′ Simonetti), Bonetti, Marinelli (60′ Portales), Njoya Ajara (88′ Polli). A disp.: Gilardi, Santi, Regazzoli, Vergani. All. Rita Guarino.

ARBITRO: Luigi Carella (sez. Bari).

AMMONITE: 31' Adami, 76' Bergamaschi.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400