Cerca

News

Cortefranca femminile: tour della cantina e presentazione con Carlo Tavecchio, il brindisi augurale per la prossima serie cadetta

Il club bresciano disvela l'organico della prossima stagione nella cornice della cantina Berlucchi, volti nuovi e nel mirino il derby

Corte Franca Femminile

Le ragazze del Cortefranca in posa tra le bottiglie della cantina Berlucchi, pronte per iniziare la prossima stagione di B con la giusta carica in corpo

Effervescenze rossoblù nelle lande bresciane. Una stagione spumeggiante, quella passata del Cortefranca, culminata con la promozione in cadetteria grazie ad un calcio champagne da 20 vittorie in 23 partite che ha fatto - per le ragazze guidate da Roberto Salterio - “seccare alla goccia” da imbattute la stagione regolare. E per inebriarsi ancora di quella sbornia frizzante di successi, in cui i gol (31) di Roberta Picchi hanno avuto il sapore di un vino Riserva quasi come quello imbottigliato nel ’61 da Guido Berlucchi e oggi custodito gelosamente sotto teca nei meandri dell’omonima cantina, perché non inaugurare la stagione bagnandola di un ottimo Pinot nella suggestiva cornice di Palazzo Lana (Borgonato), al fine di propiziare al meglio l’annata che verrà. Un’annata che a detta del club non sarà affatto facile - per ovvie ragioni - ma che vedrà ai nastri di partenza una squadra motivata e desiderosa di dire la sua anche nella seconda serie femminile. Il gruppo cardine della promozione è rimasto, gli innesti per rendere più competitiva la squadra sono arrivati, l'entusiasmo è alle stelle, le premesse quindi sono tutte dalla parte di Elena Gervasi e compagne che sono ormai pronte a vestire i panni della potenziale mina vagante e, perché no?, forse anche quelli della vera sorpresa del prossimo torneo. E si sa che partire da underdog (sfavorite) spesso paga più di essere la squadra da battere. A far gli onori di casa Cristina Ziliani, in rappresentanza dell’azienda di famiglia, insieme al presidente del Crl Carlo Tavecchio il quale si è mostrato nel tour della cantina un profondo conoscitore di vini e un grande estimatore delle bollicine franciacortine.

Tornando alla presentazione, sul mercato la società ha cercato di soddisfare le richieste del tecnico pur mantenendo l’ossatura fondante della squadra, per non snaturarne le proprietà organolettiche. Così a seguito del brillante lavoro dei dirigenti Birbes e Dalola, rispettivamente diggì e diesse, ecco in arrivo tra le vigne di Corte Franca Lavinia Boanda, portiere classe ’94 di nazionalità rumena, insieme alla collega di reparto Giulia Limardi, classe 2000, proveniente dal Turin. Per quanto concerne la mediana ecco Giulia Redolfi, dal Sassari Torres, esterno dalle spiccate qualità per poter dare briosità al gioco di Salterio. Nello stesso reparto, dal Brixen, anche Sonja Kiem, classe ’96. E per rendere l’amalgama dei nuovi innesti più assortita e “liquorosa”, ecco in avanti Mara Assoni e Alice Martani, rispettivamente ex Brescia e Chievo, le quali potranno affiancare bomber Picchi per un attacco da urlo, di quelli che mettono le ali come recita la nota pubblicità di bibite energetiche. Perché se a volte il vino dà alla testa, poi serve la giusta dose di miscela energizzante a base di taurina. Insomma, ogni sforzo è stato fatto per scongiurare una comparsata in B, e forse qualche arrivo potrebbe ancora ulteriormente arricchiere la rosa negli ultimi scampoli di mercato. Anche se il vero acquisto potrebbe essere il rientro dal grave infortunio al ginocchio del capitano Andrea Scarpellini, ancora cauta circa le date del ritorno ma fiduciosa per il futuro visto l'entusiasmo mostrato dalle compagne. Queste le sue parole: «Le ragazze si stanno allenando bene e le ho viste molto motivate durante la preparazione, io cercherò di farmi trovare pronta al rientro ma essendo scaramantica non so ancora dire con certezza quando avverrà. Spero di essere già al top per il derby».

A proposito, il derby. Quello che verrà sarà l’anno di Cortefranca e Brescia, l’irriverente matricola di provincia che sfiderà l’aristocrazia cittadina. Dunque, al di là dell’andamento stagionale, le date da segnare col pennarello rosso sul calendario sono il 12 dicembre e l’8 maggio, terzultimo appuntamento dei rispettivi gironi di andata e ritorno. Un momento “chiave” della stagione, quando sicuramente per una delle due ci sarà ancora qualcosa da giocarsi. La promozione per le Leonesse? La salvezza per le rossoblù? Viceversa? Ad oggi non è dato sapere, di certo quelle saranno le partite che verranno ricordate dai posteri e che non bisogna sbagliare, con buona pace del tecnico Salterio che - sapendo di mentire - ha provato a minimizzare definendole partite come le altre. Subitamente, nel gioco delle parti, ecco arrivata la pronta smentita del presidente Umberto Canfora, che ha detto: «Col Brescia, in passato, con la vecchia dirigenza, non c’è mai stata grande collaborazione e anzi i rapporti non erano così idilliaci; con la nuova non saprei, non li conosco. Di certo, anche se il mister giustamente ritiene il derby una partita da 3 punti, per me ne vale 6». Campionato al via il 12 settembre in casa contro la Roma, poi doppia trasferta in meridione a Palermo e a Bari. Sarà importante partire col tacco giusto. La Coppa Italia, invece, aprirà i battenti col turno preliminare dal 5 settembre. La chiosa finale spettava di diritto al tecnico Salterio, esperto di tattica e match analysis:« Non sarà facile affrontare una stagione dopo aver chiuso da imbattute quella precedente. Di certo anche questa sarà senza sconfitte - scherza l’allenatore meneghino - ma se capiteranno dovremo essere brave e mantenere alta la concentrazione ed essere così preparate dal punto di vista mentale. Il livello è più alto, è vero, ma le ragazze devono essere consapevoli del loro valore, perché io so di allenare una squadra forte». Ebbene sì, per Salterio "la speranza non è una strategia".

CORTEFRANCA STAGIONE 2021-2022

IL CLUB

Umberto Canfora, presidente

Alessandro Negri, vice presidente

Francesca Birbes, direttore generale

Giuseppe Dalola, direttore sportivo

Stefania Agnesi, addetto stampa

Serena Morgano, segretaria

LA ROSA

STAFF TECNICO

Roberto Salterio, allenatore

Nicoletta Mazza, vice allenatore

Andrea Zani, preparatore portieri

Ivan Carminati, data analyst

Mariateresa Di Corato, fisioterapista

Camilla Girelli, team manager

PORTIERI

Lavinia Boanda (1994)

Sara Ferrari (1999)

Giulia Limardi (2000)

DIFENSORI

Silvia Belotti (1997)

Elena Belussi (2001)

Elena Gervasi (1986)

Anna Lacchini (1992)

Giulia Redolfi (1997)

Carlina Sardi De Leto (1994)

Roberta Valtulini (1993)

Guya Vavassori (1995)

CENTROCAMPISTE

Mara Assoni (1995)

Deborah Freddi (1992)

Alessia Giudici (1996)

Sonja Kiem (1996)

Chiara Sandrini (1989)

Andrea Scarpellini (1989)

Rossella Valesi (1998)

Marina Zanetti (2002)

ATTACCANTI

Federica Asperti (1993)

Alice Martani (1996)

Simona Muraro (1987)

Roberta Picchi (1992)

Valentina Velati (1992)

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400