Cerca

Preliminare Coppa Italia Femminile

Pro Sesto-Cortefranca: il match tra le due squadre di Serie B va alle sestesi, decisive Marasco e Possenti

Iniziano molto bene le ospiti, ma le padrone di casa con l'andare dei minuti prendono metri e riescono a portarsi in vantaggio nel primo tempo e chiudono i discorsi nel secondo

Marasco Possenti Pro Sesto

Felicita Marasco e Annachiara Possenti, le due migliori in campo tra le fila della Pro Sesto

Vince la Pro Sesto la partita con il Cortefranca valida per il turno preliminare di Coppa Italia femminile. Le ragazze di Ruggeri si impongono sulle avversarie per 2-0 grazie alle reti di Marasco nel primo tempo e Possenti nel secondo e portano a casa una vittoria meritata non senza soffrire: le ospiti, infatti, hanno tenuto bene il campo per diversi momenti delle partite, non rendendo la vita facile alle padrone di casa, che hanno pazientato e gestito bene il pallone, in attesa del momento giusto per colpire il Cortefranca. Da segnalare anche la prova di Francesca Selmi tra i pali della Pro: l’estremo difensore ha avuto infatti la possibilità di esibire tutte le sue capacità di volo, riuscendo a fine match ad aggiudicarsi il clean sheet. Nervosa, invece, la gara disputata dal Cortefranca, che dopo un buon avvio non è riuscito a segnare e questo, probabilmente, ha portato le ragazze di Salterio a perdere fiducia, concedendo così più metri alle avversarie.

Diesel Pro Sesto. Dopo una manciata di secondi prima occasione per le ospiti, con un lancio lungo dalla difesa e Velati che prova a superare Selmi con un pallonetto al volo. Il Cortefranca spinge, ma al 4’ la Pro Sesto prova a rendersi pericolosa con l’asse Mariani-Possenti, con la seconda che prova la conclusione a giro, ma la sfera finisce di poco fuori. Padrone di casa che prendono campo e all’8’ è Mariani ad avere una buona occasione: dalle retrovie arriva un pallone illuminante e la punta si inserisce con i tempi giusti, ma aspetta una manciata di secondi di troppo per concludere in porta e Brevi riesce a chiudere con un bell’intervento, evitando problemi al Cortefranca. Al 20’, invece, torna a spingere la squadra ospite, con le buone occasioni capitate sui piedi di Kiem e Asperti, entrambe ribattute dalla difesa sestese. Splendido uno-due al 24’, Vavassori e Velati, con la conclusione della prima rimpallata da Pedrazzani, che così facendo salva la situazione. La Pro Sesto passa in vantaggio al 32’, dopo aver preso campo, con una bella azione corale, la prima vera della gara: Pedrazzani recupera palla sulla fascia e serve Possenti, che scatta con i tempi giusti e si porta avanti la palla con il tacco, avanza e fa partire un cross rasoterra, raccolto da Scuratti, la quale appoggia per Marasco, che col sinistro disegna una parabola che va ad infilarsi giusto sotto la traversa, dove Limardi non può arrivare.

Giochi chiusi. Inizia il secondo tempo, la Pro Sesto continua a tenere il campo e al 5’ arriva il raddoppio, con Possenti che sfrutta un brutto controllo di Limardi e mette di prima intenzione in porta, facendo 2-0. All’8’ nuovamente Pro vicina al gol, ma questa volta l’estremo difensore del Cortefranca compie due veri miracoli su Carlucci e Mariani, da distanza ravvicinata, negando così il tris alle avversarie. C’è spazio anche per Selmi, che può mettere in mostra le sue abilità in tuffo, perché al 14’ sulla botta a giro di Picchi deve spiccare il volo, arrivando addirittura a bloccare la sfera. Ripartenza fulminante delle padrone di casa al 24’, con Possenti che davanti alla difesa in sostanza lancia Riva, appena entrata, che brucia sulla velocità la diretta avversaria ma, a tu per tu col portiere, fa partire un tiro debole, facile preda di Limardi. Occasione anche per le ospiti, un secondo dopo, con Martani che sfrutta una palla mal gestita dalla difesa sestese e si inserisce, controlla il pallone e tira: la traiettoria, però, porta la sfera alta, seppur di poco, sulla traversa. Nel resto del secondo tempo le squadre, anche stremate dal caldo, si scontrano perlopiù a centrocampo, con le ospiti che provano ad impegnare Selmi, ma il portiere si fa trovare sempre pronto e reattivo. Al triplice fischio, dunque, è festa Pro Sesto, in attesa del ritorno in casa del Cortefranca.

IL TABELLINO

Pro Sesto-Cortefranca 2-0
RETI: 32’ Marasco (P), 5’ st Possenti (P).
PRO SESTO (4-4-2): Selmi 7, Dell’Acqua 6, Tugnoli 6.5, Confalonieri 6.5, Pedrazzani 7, Abati 6, Scuratti 6.5 (37’ st Carabetta sv), Carlucci 6.5 (21’ st Grumelli 6), Marasco 8, Possenti 8 (37’ st Mauri sv), Mariani 7.5 (21’ st Riva 6.5). A disp. Melodia, Nascamani, Ciocca, Pizzardi. All. Ruggeri 7.5.
CORTEFRANCA (4-4-2): Limardi 5.5, Valvassori 6, Brevi 6, Lacchini 5.5, Redolfi 5, Asperti 6.5 (13’ st Martani 6), Kiem 5.5, Valesi 5.5, Muraro 5.5 (37’ st Freddi sv), Picchi 6.5 (37’ st Zanetti sv), Velati 6.5. A disp. Gervasi, Martani, Sardi de Letto, Zanetti, Freddi, Belussi, Giudici, Belotti. All. Salterio 5.5.
ARBITRO: Teghille di Collegno 5.5.
ASSISTENTI: Pastore di Collegno e Gatto di Collegno
AMMONITI: Scuratti (P).

LE PAGELLE

PRO SESTO
Selmi 7 Qualche incertezza nelle fasi iniziali della partita, ma dopodiché si dimostra sicura tra i pali, riuscendo a trasmettere tranquillità a tutto quanto il reparto difensiva. Benissimo nelle uscite alte per fare sua la sfera.
Dell’Acqua 6 Sicuramente è meno dominante di quanto ha abituato sulla fascia, ma fa un ottimo lavoro di copertura e infatti dalle sue parti sono pochi i pericoli che corre la Pro Sesto. In ogni caso, si dimostra sempre pronta alle sue solite scorrazzate.
Tugnoli 6.5 Un po’ in affanno a inizio gara, poi prende le misure alle avversarie e riesce a non correre particolari rischi al centro della difesa, coprendo bene gli spazi e facendo dormire sogni perlopiù tranquilli a Selmi
Confalonieri 6.5 Come la compagna di reparto, le serve giusto il tempo di capire i movimenti e le combinazioni del reparto offensivo avversario e poi prende il controllo di quella zona del campo, intervenendo su un gran numero di palloni.
Pedrazzani 7 Sulla fascia, specialmente nel primo tempo, è un treno. Fa continuamente avanti e dietro, coprendo gli spazi, recuperando palloni e mettendo cross per le compagne che aspettano in area. Suo il merito di aver fatto partire l’azione del vantaggio.
Abati 6 Partita di sostanza, più che di apparenza: si piazza a centrocampo e mette le sue abilità difensive al servizio della squadra, recuperando un buon numero di palloni, affidandoli subito a chi ha il compito di far partire l’azione a centrocampo.
Scuratti 6.5 Ottime geometrie a centrocampo, perché serve le compagne di squadra praticamente sempre con i tempi giusti, aprendo le maglie avversarie. Non disdegna nemmeno il gettarsi nella mischia per trovare la via della rete, risultando anche pericolosa. (37’ st Carabetta sv).
Carlucci 6.5 Combatte su ogni pallone e riesce ad esibire anche buoni dosi di controllo palla e dribbling, lasciando spesso sul posto le avversarie. Autrice di una partita di qualità e di qualità.
21’ st Grumelli 6 Entra bene e deve aiutare la squadra a gestire le ripartenze delle avversarie: ci riesce, facendo vedere anche buone capacità in fase di interdizione e di palleggio.
Marasco 8 Gol del vantaggio a parte, che è ovviamente un valore aggiunto alla sua gara, la prova che mette in campo è molto di più: recupera un numero quasi infinito di palloni, mette dei filtranti splendidi ed è sempre al posto giusto al momento giusto, mostrando anche un’ottima leadership.
Possenti 8 Che lei sia tra le migliori in campo non è una novità, perché ormai ha abituato tutti quanti a prove immense e infaticabili: corre di continuo, senza mai fermarsi, anche per guadagnare un solo metro per la squadra. Le doti individuali sono non indifferenti, ma è come le mette al servizio della squadra che fa di lei il valore aggiunto della Pro Sesto. Il gol è la ciliegina sulla torta. (37’ st Mauri sv).
Mariani 7 La capitana oggi fa una partita generosa, perché circondata dalle maglie avversarie e quindi decide di giocare di intelligenza, mettendosi a disposizione della squadra, giocando di sponda e attirando le avversarie con i suoi movimenti, così da aprire praterie per le compagne di reparto.
21’ st Riva 6.5 Quando entra sa di dover fare solo una cosa: sfruttare il fatto di esser fresca e di avere più gambe rispetto alle avversarie. Lo fa perfettamente e crea non pochi problemi alle retrovie avversarie.
All. Ruggeri 7.5 Mette in campo una squadra che ci mette un po’ a carburare, ma quando le ragazze trovano i ritmi giusti diventano padrone del campo e portano a casa una vittoria meritata.

CORTEFRANCA
Limardi 5.5 Di base disputa anche una buona gara, ma nel secondo tempo, probabilmente per la pressione del cronometro che andava prima concede il secondo gol con un brutto errore di controllo, e dopo sbaglia veramente tanti palloni in sequenza, che ne pregiudicano l’affidabilità tra i pali.
Valvassori 6 Anche quando tutta la squadra è difficoltà, lei riesce a mantenere una buona andatura: fa avanti e dietro sulla sua fascia, che è veramente tanto trafficata dalle avversarie. In fase di possesso gioca anche da esterno aggiunto.
Brevi 6 Leader della difesa, nonostante il risultato cerca sempre di tenere alta la concentrazione delle compagne. Anche negli interventi per recuperare i palloni si dimostra coraggiosa e decisa, gestendo bene il tempismo.
Lacchini 5.5 Troppo molle quando c’è da recuperare palla, non riesce a stare al passo delle avversarie e si fa sfuggire numero volte le maglie sestesi, che dalle sue parte passano forse con eccessiva facilità. Nel gioco aereo, tuttavia, riesce a farsi rispettare.
Redolfi 5 La si vede veramente poco per tutta quanta la gara. Nel suo ruolo dovrebbe garantire copertura e poi subito dopo buttarsi in avanti, ma non riesce a fare entrambe le cose, limitandosi a solo coprire o solo attaccare.
Asperti 6.5 A centrocampo, sulla fascia, si rende pericolosa diverse volte, soprattutto grazie alle sue capacità di dribbling con cui riesce a saltare le avversarie diverse volte. Non a caso, infatti, su di lei arriva presto un raddoppio di marcatura.
13’ st Martani 6 Al suo ingresso la partita è bloccata ed era veramente difficile incidere. Lei, comunque, ci mette grinta e tanta voglia di aiutare le compagne, avventandosi su tutti i palloni che le capitano a tiro.
Kiem 5.5 Si fa completamente sovrastare dalle avversarie, che non le lasciano praticamente mai il tempo per ragionare e capire cosa fare col pallone tra i piedi. In fase di interdizione fatica a fermare le avversarie.
Valesi 5.5 Anche per lei quella di oggi è una prova sbiadita, senza che la numero 4 riesca a dare quel quid in più alla manovra del Cortefranca. Probabilmente ciò che è mancato oggi sono proprio le sue geometrie.
Muraro 5.5 Si vede poco in fase di possesso e quando ha il pallone tra i piedi fatica a impensierire le avversarie. Inoltre, in quella zona del campo, servirebbe un po’ di coraggio in più e a lei è ciò che è mancato. (37’ st Freddi sv).
Picchi 6.5 La più pericolosa del Cortefranca, mette in serie difficoltà la difesa delle padrone di casa grazie alla qualità presente nei suoi piedi. Gioca d’astuzia e quando capisce che le avversarie le hanno preso le misure si abbassa e prova a servire le compagne, piuttosto che cercare la via della rete. (37’ st Zanetti sv).
Velati 6.5 L’unica della sua squadra che, de facto, cerca la via del gol: inizia molto bene il match, ma in qualche modo, anche grazie alla difesa avversaria, si perde strada facendo, ma comunque è sempre lì, a punzecchiare.
All. Salterio 5.5 La squadra ha un flash nei primi minuti e sembra che la partita si metterà in discesa per loro. Poi l’andamento della gara cambia, ma lui non riesce ad invertire la rotta intrapresa dalle sue ragazze.

ARBITRO
Teghille di Collegno 5.5 Direzione di gara confusionaria. Si parla di un match assolutamente pulito e corretto, in cui però non sono mancati interventi duri, dettati dall’agonismo, che avrebbero meritato qualche cartellino in più.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400