Cerca

Serie B Femminile

Blackout Pro Sesto, la rimonta più amara che può costare la Serie B

In vantaggio con Scuratti e in sostanziale controllo, le ragazze di Macri pagano cinque minuti di buio

Martina Scuratti

Non basta alla Pro Sesto il gol di Martina Scuratti

Gara non adatta ai deboli di cuore quella tra Pro Sesto e Ravenna. Una sfida salvezza giocata nel caldo quasi estivo di Cinisello Balsamo. Per la Pro, obbligata a vincere per rimanere in corsa per la salvezza, arriva un'amara sconfitta per 1-3 in rimonta. Grande primo tempo delle ragazze di Macrì che, però, a inizio ripresa vivono un momento di blackout e concedono tre gol in cinque minuti al Ravenna. Le romagnole, con questa vittoria, allungano a più nove punti sulla squadra lombarda. Nonostante all'ultima giornata le compagini si dovranno sfidare nuovamente, per la Pro Sesto la strada per la permanenza in "Cadetteria" si fa sempre più impervia. Un peccato, perché la prestazione nei primi 45 minuti era stata di assoluto livello e avrebbe meritato qualcosa di più. Finché la matematica non condannerà la Pro, però, nulla è perduto, come ha dichiarato Scuratti - autrice del gol - a fine gara.

Una bella Pro. Nonostante ci fosse pressione sulle spalle per la necessità di vincere, la Pro Sesto è scesa in campo con personalità, decisa a vendere cara la pelle. Durante tutto il primo tempo, la lotta a centrocampo da un punto di vista fisico e tecnico è vinto dalle padrone di casa, che concedono davvero poco al Ravenna. La squadra romagnola, incapace di gestire il pallone a causa del pressing avversario, non può far altro che lanciare il pallone in avanti alla ricerca di Cimatti e Burbassi che però non riescono a imporsi su Tugnoli e Boccardo, coppia di centrali della Pro. Le padrone di casa vanno vicino alla rete subito all'ottavo minuto quando Fracas colpisce di testa su un cross molto bello di Dell'Acqua: il pallone sfiora l'incrocio. Fracas è la mattatrice dei primi venti minuti di gara, con altre due occasioni significative che per poco non regalano il vantaggio alle sestesi. Ad avere buone opportunità anche Leonessi e Mariani: la prima sibila vicino al palo, la seconda ci tenta a giro da fuori ma la sfera si spegne sul fondo. Al tramonto del primo tempo, finalmente, la Pro Sesto riesce a trovare la rete del meritato vantaggio. La difesa del Ravenna non pulisce bene l'area si rigore: il pallone rimbalza verso Scuratti che dal limite fa partire un gran sinistro che si insacca alla destra di Bernardo facendo esplodere i tifosi di casa. Il primo tempo si conclude così, con una Pro molto galvanizzata.

In 5 minuti. Il secondo tempo, per la verità, non si apre in modo molto diverso da come si era chiuso il primo. Il Ravenna appare compassato e non riesce ad alzare i ritmi. La differenza è che la Pro commette la leggerezza di abbassare un po' l'intensità del suo gioco, anche comprensibilmente dati i ritmi elevati dei primi 45 minuti. Al 10' minuto poi, l'episodio che cambia letteralmente la partita, perché il calcio - si sa - è un gioco strano. Serviva una giocata individuale al Ravenna e questa arriva dai piedi di Gianesin. La numero 21 entra in possesso del pallone e da circa 25 metri fa partire un missile di sinistro che si infila sotto l'incrocio dei pali. Le gambe della Pro vengono definitivamente piegate appena due minuti dopo, quando Burbassi riparte in contropiede e imbecca benissimo Cimatti che scarta Ricciardi e deposita in fondo al sacco. Uno-due letale del Ravenna che cambia la storia del campionato. Ma non è finita qui, perché le romagnole, galvanizzate dal vantaggio, guadagnano una punizione con una scatenata Burbassi. Il pallone di Ligi è morbido e cade proprio sul piede di Burbassi che con una zampata anticipa tutte sul primo palo e sigla la terza rete per le ospiti. Negli ultimi 25 minuti, nonostante tanto impegno anche da parte delle neo entrate, la Pro Sesto non riesce a impensierire il Ravenna e deve alzare bandiera bianca. La via per la salvezza è ardua, ma finchè c'è speranza la Pro non mollerà un centimetro.

IL TABELLINO

Pro Sesto-Ravenna 1-2
RETI (1-0, 1-3): 42’ Scuratti (PS); 10’ st Gianesin (R); 12’ st Cimatti (R); 15’ st Burbassi (R).
PRO SESTO (4-2-3-1): Ricciardi 6, Ploner 5.5 (17' st Mauri 6.5), Abati 6.5 (17' st Marasco 6.5), Mariani 6 (17' st Carlucci 6), Grumelli 6, Dell’Acqua 7, Scuratti 7, Tugnoli 6, Fracas 7, Leonessi 6.5, Boccardo 5.5 (26' st Pedrazzani 6). A disp. Selmi, Barletta, Melodia, Senger, Sonnessa. All. Macrì 6.
RAVENNA WOMEN (4-3-1-2): Serafino 6, Greppi 6.5, Cimatti 7 (17' st Distefano 6.5), Burbassi 7.5 (43' st Baruffaldi sv), Crespi 6, Ligi 6.5, Capucci 6, Gianesin 7 (34' st Poli sv), Morucci 6.5, Giovagnoli 7, Benedetti 6.5. A disp. Vicenzi, Loberti, Tanzini, Raggi, Bonacci. All. Ricci 7.
ARBITRO: Gandino di Alessandria 6
ASSISTENTI: Frumza e Ghio di Novi Ligure
AMMONITI: Boccardo (PS); Tugnoli (PS)


LE PAGELLE

PRO SESTO
Ricciardi 6 Le occasioni che il Ravenna produce sono, di fatto, le uniche che la impegnano. Su nessuna delle tre non può fare davvero nulla. Ci crede fino alla fine.
Ploner 5.5 La numero 2 è quella un po' più in ombra sulla linea di trequarti della Pro. Fa valere la sua forza fisica e i suoi muscoli, ma non riesce a incidere a livello tecnico negli ultimi 20 metri di campo.
17' st Mauri 6.5 Entra a gara compromessa ma lo fa con l'atteggiamento giusto. Crea un'occasione che il portiere avversario para e si muove molto per cercare di smuovere le acque.
Abati 6.5 In mezzo al campo gioca un primo tempo di sostanza e ritmo. Nella ripresa forse viene a calare un po' e il centrocampo del Ravenna ne approfitta. Esce dopo la terza rete avversaria.
17' st Marasco 6.5 Nonostante l'ingresso nel momento più difficile della stagione, dimostra grande personalità in mezzo al campo e orchestra bene gli ultimi disperati attacchi della Pro.
Mariani 6 Parte a destra e poi si sposta a sinistra verso la metà del primo tempo. Ha due mezze occasioni nei primi 45 minuti ma non riesce a concretizzare.
17' st Carlucci 6 Anche lei entra dopo il terzo gol del Ravenna: non riesce a sovvertire le sorti di una gara ormai compromessa.
Grumelli 6 Partita sufficiente del terzino sinistro della Pro che in difesa regge bene ma non si fa vedere molto davanti. Gara equilibrata e di concetto.
Dell'Acqua 7 Nel primo tempo è una delle più scatenate: in almeno tre occasioni scende come una furia sull'out di destra e crea occasioni pericolose con i suoi cross. Nella ripresa, pur calando come tutte le compagne, si fa vedere in un paio di occasioni nuovamente sulla fascia ma appare senza energie.
Scuratti 7 Sigla il gol della speranza, molto bello, che certifica un primo tempo giocato ad alti livelli dalla Pro Sesto. Sempre molto energica in mezzo al campo, tenta spesso la verticalizzazione sugli esterni. Molto lucida anche nel commentare l'amaro risultato al fischio finale ai nostri microfoni.
Tugnoli 6 Nel primo tempo fa buona guardia, nelle poche occasioni in cui il Ravenna fa capolino. Nei secondi 45 minuti, soffre la maggiore pressione offensiva avversaria.
Fracas 7 Gran primo tempo a sgomitare tra le maglie della difesa romagnola. Si crea tre palle gol che per poco non regalano il vantaggio alla Pro. Nel secondo tempo ancora cerca il gol dopo che la sua squadra è passata in svantaggio, ma è più isolata.
Leonessi 6.5 I primi minuti, a sinistra, li gioca davvero bene: non ha paura di lanciarsi in velocità sulla fascia nell'uno contro uno. Sulla sinistra è meno incisiva ma rimane una delle più pericolose.
Boccardo 5.5 Pomeriggio difficile per la giovane centrale della Pro che gioca un primo tempo attento ma poi va in sofferenza nel secondo. Una piccola disattenzione porta alla punzione del terzo gol. Il boccone è amaro ma il futuro è certamente dalla sua.
26' st Pedrazzani 6 Quando entra, l'ondata del Ravenna si è ormai praticamente ritirata. Cerca di contribuire all'assalto finale ma serve a poco.
All. Macrì 6 La partita è stata sicuramente preparata molto bene dalla allenatrice della Pro. Forse nel secondo tempo poteva evitare di fa abbassare troppo il baricentro della squadra e agire con qualche cambio fin dal pareggio avversario.

RAVENNA WOMEN
Serafino 6 Nonostante le occasioni siano molte per la Pro, specie nel primo tempo, i tiri in porta o sono pochi o sono comunque facilmente leggibili.
Greppi 6.5 Ottima partita difensiva, soprattutto nella seconda frazione di gioco in cui prende le misure a Fracas che l'aveva fatta un po' penare nel primo tempo.
Cimatti 7 Nel primo tempo, pur non avendo grandi occasioni, si sbatte molto là davanti per cercare di creare palle gol. Nella ripresa i suoi sforzi vengono ripagati e viene perfettamente servita da Burbassi per il gol del sorpasso, da bomber vera.
17' st Distefano 6.5 Entra con un bel piglio, nonostante una partita quasi in ghiaccio. Lotta su ogni pallone e torna spesso a dare una mano anche in fase difensiva.
Burbassi 7.5 Il primo tempo è stato di pura sofferenza: pochissimi palloni giocabili e zero occasioni. Nella ripresa cambia faccia e si scatena. Prima confeziona l'assist per il raddoppio e poi realizza un grande gol con una zampata sugli sviluppi di una punzione che mette il lucchetto alla partita e - forse - alla salvezza (43' st Baruffaldi sv).
Crespi 6 Non ha una cliente facile sulla sua fascia: Dell'Acqua infatti la mette in difficoltà in più di un'occasione nel primo tempo. Nella ripresa si assesta e gestisce meglio la fase di non possesso. 
Ligi 6.5 Buona gara del metronomo di centrocampo romagnolo. Inizialmente lasciata un po' sola a combattere con i mediani avversari, cresce minuto dopo minuto. La ciliegina è il bell'assist su punizione che porta al terzo gol.
Capucci 6 Partita diligente del terzino destro del Ravenna: fa il suo in difesa e contribuisce alla manovra offensiva senza strafare.
Gianesin 7 Ha il merito di riaprire la gara in un momento in cui il Ravenna sembrava mentalmente fuori. Il gol è pesantissimo e anche molto bello. Basta anche solo questo per meritarsi un bel 7 in pagella (34' st Poli sv).
Morucci 6.5 Gara di grande intensità per la mezz'ala del Ravenna che, nel primo tempo, è una delle poche che regge l'intensità della Pro. Manca un po' di qualità nella gestione del pallone.
Giovagnoli 7 Partita super del difensore ravennate che sceglie sempre bene il tempo di intervento e non sbaglia quasi mai di testa. Anche nel primo tempo, in cui le ospiti soffrono, è un baluardo a cui le compagne si aggrappano.
Benedetti 6.5 Buona gara a livello di gamba e muscoli per il numero 46. Anche lei manca un po' nell'ultimo passaggio ma fa paura quando va al tiro: sua, infatti, l'unica vera occasione del primo tempo con un gran destro da fuori.
All. Ricci 7 Non era facile mantenere unita la squadra dopo un primo tempo così in una gara che poteva segnare la stagione, ci è riuscito evidentemente negli spogliatoi. Il Ravenna nel secondo tempo fa uscire la sua qualità e il suo cinismo.


ARBITRO
Gandino di Alessandria 6 Gara abbastanza facile e priva di eccessivo agonismo. Amministra bene il gioco, fischiando gioco e lasciando correre per lasciare spazio allo spettacolo.


L'
INTERVISTA


Scuratti
, centrocampista Pro Sesto: «Il primo tempo abbiamo fatto molto bene. Il nostro problema è che non concretizziamo le occasioni che abbiamo: se non ci riusciamo poi diventa difficile. L'atteggiamento era quello giusto come in ogni partita: ci manca un po' la testa nel secondo tempo e la gestione. Niente è impossibile anche se è difficile: finché non è finita continueremo come sempre abbiamo fatto con la cattiveria e la voglia di salvarci, che è il nostro obiettivo».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400