Cerca

Pergolettese - Novara Serie C: la doppia V regala un'altra vittoria a De Paola, piemontesi a picco

WhatsApp Image 2020-12-13 at 19.08.23 (2)

Pergolettese - Novara Serie C

La Pergolettese batte il Novara per 2-0, sorpassandolo in classifica. Dopo una prima frazione equilibrata, i padroni di casa hanno dominata la ripresa, sfruttando anche le fatiche infrasettimanali degli ospiti e meritando i tre punti. Profondo sempre più rosso per i piemontesi, a secco di vittorie da nove turni consecutivi. Nei primi quarantacinque minuti le due squadre si studiano e si aspettano. A beneficiarne non è certamente lo spettacolo, con le occasioni da gol che faticano ad arrivare. L’unico squillo è degli ospiti. Su un errore in disimpegno di Panatti, Natalucci calcia in porta. Una deviazione fa impennare il pallone, ma Ghidotti è attento e si allunga per mettere in angolo. La Pergolettese cerca di impostare la manovra palla a terra, senza trovare varchi nella ben schierata difesa novarese. I ragazzi di Marcolini riccorono più volte il lancio lungo, ma Ceccarelli e Bakayoko sono sempre attenti. La ripresa è un tracimare gialloblù, soprattutto perché si sveglia Morello. Il numero 21 prima scalda il motore con una serpentina che termina con una conclusione velleitaria. Poi, dà il là al vantaggio dei suoi. Azione insistita sulla sinistra e cross al centro liberato dalla difesa del Novara. Sulla respinta piomba Villa, che con un destro al volo alla Pogba sblocca la partita. Poco dopo la Pergo avrebbe l’occasione per raddoppiare con Panatti. Il centrocampista spreca però da ottima posizione. Ma l’appuntamento con la seconda rete è soltanto posticipato di qualche istante. A venti minuti dalla fine è Varas con un bel piattone destro di prima a chiudere la contesa, sfruttando un’indecisione della difesa ospite. Il Novara ha l’occasione per tornare in corsa, ma Gonzalez centra il palo e sulla respinta Tordini spara alto. Nel finale, un tarantolato Varas si procura un calcio di rigore. Sul dischetto va il neoentrato Bortoluz, ma Lanni si allunga alla sua sinistra e rende meno pesante il passivo. La Pergolettese ottiene comunque la sua seconda vittoria di fila, mantenendo anche la porta inviolata e portandosi ad un punto dall’ultimo posto per i play off. Il Novara invece scivola al quattordicesimo posto.

IL TABELLINO

PERGOLETTESE 2 NOVARA 0 RETI: 10’ st Villa, 24’ st Varas PERGOLETTESE (4-3-3) Ghidotti, Candela, Ceccarelli, Bakayoko, Villa, Figoli (8’ st Varas), Panatti, Andreoli (33’ st Ferrari), Bariti (19’ st Piccardo), Scardina (8’ st Bortoluz), Morello. A disp. Labruzzo, Cattaneo, Ciccone, Lucenti, Tosi, Faini, Lamberti, Longo. All. De Paola. NOVARA (4-4-2) Lanni, Natalucci, Sbraga, Migliorini, Bove (28’ st Tordini), Collodel, Hrkac (16’ st Colombini), Bianchi, Cisco, Panico (8’ st Lanini), Zigoni (8’ st Gonzalez). A disp. Spada, Desjardins, Pogliano, Lamanna, Pagani, Rusconi, Ivanov. All. Marcolini. ARBITRO: Miele di Nola. AMMONITI: Figoli (P), Andreoli (P), Villa (P), Panico (N), Cisco (N).  

LE PAGELLE

PERGOLETTESE Ghidotti 6 Prende più freddo che tiri nello specchio. Candela 6.5 Ordinato in difesa, si concede anche qualche viaggio nella trequarti novarese. Ceccarelli 7 Sempre al posto giusto, al momento giusto. Alza anche la voce coi suoi compagni quando gliele fanno girare per qualche leziosismo di troppo. Bakayoko 7.5 Insuperabile. Conferma quanto di (parecchio) buono fatto vedere a Carrara. Villa 7 Oltre alla solita attenzione, oggi inventa il gol che stappa una partita bloccata. Mezzo voto in meno per un’ammonizione evitabile. Figoli 5.5 La sua partita dura poco più di un tempo. Non la sua giornata migliore. 8’ st  Varas 7.5 Ingresso detonante. Sigla il gol della sicurezza e si guadagna il rigore. Decisamente impattante. Panatti 6,5 Non sempre preciso nei passaggi, ma comunque propositivo. Bene anche in fase difensiva. Andreoli 6 Meno nel vivo dell’azione rispetto al solito, ma fa il suo (33’ st Ferrari sv). Bariti 5 Tira il fiato dopo una serie di grandi prestazioni. Corpo estraneo alla partita (19’ st Piccardo 6). Scardina 5.5 Oggi il colosso della Pergolettese non ha vita facile fra i due centrali del Novara, non riuscendo a far valere la propria fisicità (8’ st Bortoluz 6). Morello 6 Primo tempo in letargo, poi si sveglia ed entra nell’azione del gol. Per oggi basta questo. All. De Paola 7 I suoi non rischiano nulla e dominano nel secondo tempo. Azzecca ancora una volta i cambi. NOVARA Lanni 6.5 Incolpevole sui gol, si toglie la soddisfazione di parare il rigore di Bortoluz. Natalucci 6.5 Il migliore dei suoi. Soffre poco Morello ed è anche il più pericoloso in zona gol. Sbraga 5.5 Primo tempo di buon livello, nel quale annulla Scardina e neutralizza le poche iniziative degli avversari. Nella ripresa la Pergolettese assedia e sbava un po’. Migliorini 5.5 Come il compagno di reparto. Bove 6 Bariti prima e Piccardo poi non gli creano chissà quali grattacapi (28’ st Tordini 6). Collodel 5.5 Gioca in linea con gli attaccanti, ma non si rende mai pericoloso. Hrkac 5.5 Non tocca tanti pochi palloni, poco nel vivo della manovra (16’ st Colombini 6). Bianchi 5.5 Fa densità in mezzo al campo nel primo tempo, nella ripresa fatica anche lui. Cisco 5 Spento, non salta mai l’uomo sulla fascia, non creando occasioni pericolose. Panico 5 Di nome, non di fatto per gli avversari (8’ st Lanini 5.5). Zigoni 5 Non fa nemmeno il solletico a Ceccarelli e Bakayoko (8’ st Gonzalez 6.5). All. Marcolini 5 I suoi non si rendono mai pericolosi, soccombendo nella ripresa.

LE INTERVISTE

Il tecnico della Pergolettese De Paola ha commentato così la seconda vittoria consecutiva della sua squadra: «I miei ragazzi sono stati bravi. I risultati erano altalenanti, ma questa squadra ha dei calciatori veri, che possono fare molto di più. Dobbiamo essere protagonisti, non anonimi. Oggi siamo stati molto compatti e infatti non abbiamo subito gol». Per il Novara è invece intervenuto il Direttore generale Roberto Nespoli, in seguito all’ennesimo risultato deludente: «Dobbiamo chiedere scusa a chi fa sacrifici per sostenerci. Non è ammissibile che non si vinca da ottobre. La prestazione di oggi è ingiustificabile. Dobbiamo sentirci tutti in discussione, dalla dirigenza ai calciatori. Esonerare Marcolini? Verranno fatte delle valutazioni anche sull’allenatore».
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400