Cerca

Pergolettese-Alessandria Serie C: i gialloblù creano ma i Grigi segnano, decide Suljic

Pergolettese Alessandria Serie C

Pergolettese Alessandria Serie C

L’Alessandria sbanca il Voltini di Crema per 1-0, sfruttando la prima e unica chance del match. Gara dominata dalla Pergolettese in lungo e in largo, ma i padroni di casa non sono riusciti a trovare la via della rete, nonostante ci abbiano provato a più ripresa. Pesano, e non poco, i due rigori sbagliati dai gialloblù. Il primo tempo è proprietà dei cremaschi, che più volte vanno vicini a sbloccare l’incontro. Il palleggio è  preciso e avvolgente, con gli ospiti che si limitano ad attendere nella propria metà campo. L’occasione più limpida ce l’ha Bortoluz dopo appena sei minuti. Fallo di mano in area piemontese di Di Quinzio, l’arbitro Moriconi non esita e assegna il calcio di rigore. Ma il numero nove, così come contro il Novara dieci giorni fa, si fa neutralizzare il penalty da Pisseri. Il numero dodici dell’Alessandria è l’assoluto protagonista della prima metà di partita. Oltre a respingere il tiro dagli undici metri, compie un vero e proprio miracolo su una conclusione deviata di Panatti, mostrando una grande reattività, e devia in corner un altro tentativo di Bortoluz, questa volta da fuori area, dopo un bello scambio con Andreoli. Ad una manciata di minuti dal duplice fischio, si svegliano anche i Grigi (oggi in tenuta rossa). A provarci è Mora, dopo uno scambio fra Eusepi e Corazza, ma la sua conclusione d’esterno destro termina sopra la traversa. La ripresa è una girandola di emozioni. In apertura, Villa spreca l’ennesima sortita offensiva della Pergo, calciando alto da buona posizione. E così, dopo un’ora, l’Alessandria passa alla prima palla buona. Al neoentrato Suljic bastano due minuti per bucare Ghidotti, fino a quel momento spettatore non pagante della contesa, con un bel destro in girata. I gialloblù non si perdono d’animo e, pochi minuti più tardi, hanno a disposizione il secondo calcio di rigore di giornata. Destro da fuori di Panatti, Cosenza respinge di braccio, Moriconi indica nuovamente il dischetto. Sul quale va proprio il numero quattro, la cui conclusione non inquadra nemmeno lo specchio della porta e si perde sul fondo alla destra di Pisseri. A venti minuti dal termine, la coppia di centrali difensivi dei cremaschi colleziona un nuovo pericolo. Bakayoko spizza un traversone, la sfera finisce sui piedi di Ceccarelli che controlla bene, ma conclude alto. Nel recupero, l’ultimo squillo è di Scardina, il cui colpo di testa termina largo. Esulta così l’Alessandria, che espugna il Voltini con cinismo e un pizzico di fortuna. Dopo tre risultati utili di fila, arriva la sconfitta per la Pergolettese. Ma la prestazione può sicuramente rincuorare De Paola.

IL TABELLINO

PERGOLETTESE 0 ALESSANDRIA 1 RETI: 15’ st Suljic (A). PERGOLETTESE (4-3-3) Ghidotti, Candela, Ceccarelli, Bakayoko, Villa, Andreoli, Panatti (24’ st Figoli), Varas, Bariti (32’ st Duca), Bortoluz (14’ st Scardina), Morello. A disp. Montagnari, Ciccone, Lucenti, Tosi, Faini, Ferrari, Ferrara, Lamberti, Longo. All. De Paola. ALESSANDRIA (3-5-2) Pisseri, Blondett, Cosenza, Macchioni, Mora (13’ st Parodi), Chiarello (13’ st Suljic), Castellano, Di Quinzio (37’ st Casarini), Cella, Corazza (23’ st Arrighini), Eusepi. A disp. Crisanto, Scognamillo, Podda, Stijepovic, Crosta, Poppa, Rubin. All. Gregucci. ARBITRO: Moriconi di Roma. AMMONITI: Villa (P), Castellano (A), Cosenza (A), Di Quinzio (A).

LE PAGELLE

PERGOLETTESE Ghidotti 6 Può poco sul gol subito, unico momento del match in cui è realmente coinvolto. Candela 6 Si propone spesso nella trequarti avversaria. Difensivamente Ceccarelli 6 Senza infamia né lode. Prova sufficiente. Bakayoko 6.5 Solita prestazione solida. Mette una pezza in alcune situazioni potenzialmente problematiche. Villa 6 Immancabile l’apporto di generosità del capitano gialloblù. Cala un po’ nella ripresa. Andreoli 6.5 Governa il centrocampo gialloblù con la consueta pulizia tecnica. Panatti 5 Si salva in fase di interdizione, ma calcia come peggio non si potrebbe il rigore che sarebbe valso il pareggio. (24’ st Figoli 6). Varas 5.5 Meno dinamico rispetto al solito Bariti 5.5 Non fa mancare il suo apporto in termini di quantità, ma è poco ispirato nell’uno contro uno. (32’ st Duca sv). Bortoluz 5 Sbaglia il secondo rigore consecutivo. Prova a rendersi utile giocando si sponda, con risultati alterni. (14’ st Scardina 6). Morello 6 La sua tecnica e la sua velocità sono un costante problema per la difesa dell’Alessandria. All. De Paola 6.5 I suoi dominano, ma non concretizzano. A Babbo Natale, dopo oggi, forse chiederà un rigorista. ALESSANDRIA Pisseri 7.5 Decisivo. Oggi non passa nemmeno l’aria. Quando non ci arriva lui, ci pensano i suoi avversari. Blondett 5.5 Fatica su Morello e rischia con una palla persa in uscita che sarebbe potuta costare caro. Cosenza 6 Dirige bene la linea a tre difensiva. Concede il secondo rigore per fallo di mano. Deve un caffè a Panatti che lo grazia. Macchioni 6 Annulla Bariti ed è attento nelle diagonali. Mora 6 Buona prestazione difensiva, con qualche escursione nella metà campo della Pergo. (13’ st Parodi 6). Chiarello 5.5 I cremaschi palleggiano a piacimento, si limita a mantenere la posizione senza pressare alto. 13’ st Suljic 7 Primo pallone toccato, gol della vittoria realizzato. Re Mida. Castellano 5.5 Bortoluz riceve spalle alla porta troppo spesso, non riesce a fare da filtro. Di Quinzio 5 Un pesce fuor d’acqua. Al di là del fallo di mano, non entra mai in partita e si becca un giallo per proteste. (37’ st Casarini sv). Cella 6.5 Uno dei più pimpanti. Si spinge spesso in avanti e non dà il suo contributo in fase difensiva. Corazza 5.5 Svaria sul fronte offensiva, ma non si rende mai pericoloso. (23’ st Arrighini 6). Eusepi 5 Non pervenuto, annullato totalmente dai centrali avversari. All. Gregucci 6.5 Suljic gli fa un bel regalo di Natale, facendolo rimanere nella zona alta della classifica.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400