Cerca

Albinoleffe-Novara Serie C: Mondonico risponde a Zunno, duello senza riserve ma anche senza vincitori

Albinoleffe-Novara Serie C: Mondonico risponde a Zunno, l'Albinoleffe blocca il Novara

Albinoleffe-Novara Serie C: Mondonico risponde a Zunno, l'Albinoleffe blocca il Novara

Due squadre alla ricerca di una conferma: l'Albinoleffe per consolidare la propria posizione playoff, il Novara per continuare ad allontanarsi sempre di più dallo spettro ancora non completamente scomparso dei playout. Saranno due gol a ridosso dell'intervallo a inchiodare il risultato finale su un pareggio che muove la classifica di entrambe, senza però farne tremare le fondamenta. Una partita vissuta su improvvise fiammate e botta e risposta a colpi di occasioni. Zunno la apre con un colpo a giro illudendo i piemontesi, ma in avvio di secondo tempo è Mondonico, con un colpo di testa velenoso, a ristabilire un equilibrio che durerà fino al fischio finale. Dita sul grilletto. Più aggressivi in partenza sono gli ospiti, che nel 4-2-3-1 disegnato da Banchieri beneficiano soprattutto dell'ispirazione dei suoi attaccanti: sono in particolare Lanini e Rossetti ad avere due mezze occasioni che non vanno lontane dal diventare intere; il primo con una punizione dai 25 metri alta di poco, il secondo con un tiro-cross deviato da un difensore che per poco non sorprende Savini. Alle due mezze chances ospiti l'Albinoleffe, schierato da Zaffaroni con il classico 3-5-2, risponde però con due occasioni piene, ghiotte e clamorose: prima Gelli alza troppo il tocco al volo su corner, poi uno splendido dai e vai tra Giorgione e Cori viene sprecato dal capitano di casa che incrocia troppo solo davanti a Desjardins. La sfida vive di momenti e fiammate, con nessuna delle due squadre che sembra in grado di prendere davvero il comando delle operazioni, in un continuo botta e risposta che rende la gara un duello da film western, dove non si sa chi sparerà per primo. Nella fase finale del primo tempo però il Novara inizia a dimostrare di avere il colpo in canna, con la manovra ospite che cresce in qualità e velocità: e i frutti arrivano al 43', quando Zunno riceve palla al limite dell'area, rientra sul destro e calcia a giro, un Savini non imprescindibile devia ma non riesce a cambiare davvero la traiettoria del pallone, che va a insaccarsi nell'angolo opposto per lo 0-1. Botta e risposta dicevamo, e botta e risposta continua ad essere: alla prima occasione della ripresa infatti l'Albinoleffe trova subito l'1-1, con lo stacco perfetto di Mondonico, il cui colpo di testa non è potentissimo ma è abbastanza angolato da battere Desjardins. L'abbrivio dato dal pareggio carica l'Albinoleffe, mentre il Novara vive un momento di appannamento in cui rischia grosso, in particolare al 10' quando Giorgione trova un gran filtrante per l'inserimento di Tomaselli, la cui botta di sinistro è però deviata in angolo da Desjardins. La fase di spinta dei padroni di casa però si spegne presto, il Novara si riorganizza e la partita si immette, forse per la prima volta, sui binari dell'equilibrio. Il primo nuovo brivido è al 35': una buona azione di Zunno sulla fascia porta a una serie di rimpalli in area che sembrano poter favorire Panico, ma Savini è più veloce dell'attaccante ospite ad avventarsi sul pallone con un'uscita rischiosa ma efficace. Un finale in cui gli ospiti sembrano avere di nuovo qualcosa di più: Corsinelli incrocia troppo di destro dopo essere entrato in area, ma l'occasione più grande capita a Rossetti, che dopo aver protetto palla riesce a girarsi e calciare, con il suo sinistro che prende prima il palo e poi Savini, terminando beffardo in angolo. La più grande occasione per vincerla è anche l'ultima della gara: un pareggio che va molto meglio all'Albinoleffe, anche in ottica classifica considerando la sconfitta della Carrarese, che al Novara, che ha avuto più di un'occasione per vincerla e che non guadagna posizioni in classifica, restando nello scomodo limbo tra playoff e playout.  

IL TABELLINO

    Albinoleffe-Novara 1-1 RETI (0-1, 1-1): 43' Zunno (N), 4' st Mondonico (A). ALBINOLEFFE (3-5-2): Savini 6, Riva 6.5, Borghini 6.5, Mondonico 7, Cerini 6 (11' st Petrungaro 6.5), Piccoli 6 (38' st Nichetti sv), Giorgione 6, Gelli 6.5, Tomaselli 6.5 (11' st Genevier 6), Manconi 6, Cori 5.5 (44' st Maritato sv). A disp. Paganessi, Caruso, Berbenni, Trovato, Gabbianelli, Ravasio, Ghezzi. All. Zaffaroni 6. NOVARA (4-2-3-1): Desjardins 6, Corsinelli 7, Bove 6.5, Pogliano 6.5, Colombini 6.5 (1' st Lamanna 5.5), Collodel 7, Schiavi 6.5, Malotti 6 (1' st Piscitella 6), Lanini 6 (33' st Panico 6.5), Zunno 7 (43' st Buzzegoli sv), Rossetti 6.5. A disp. Lanni, Migliorini, Moreo, Gonzalez, Pagani, Cisco, Hrkac, Ivanov. All. Banchieri 6.5. ARBITRO: Taricone di Perugia 6. ASSISTENTI: Carrelli di Campobasso  eMatera di Lecce. AMMONITI: Cerini (A), Bove (N), Lamanna (N), Mondonico (A).    

LE PAGELLE

  ALBINOLEFFE Savini 6 Non proprio innocente sul gol, si riscatta con un paio di buone parate e con quell’uscita su Panico. Riva 6.5 Puntuale e attento nelle chiusure, lucido al momento di far ripartire l’azione. Borghini 6.5 Ha il suo bel da fare contro Rossetti e compagni, non si tira indietro e vince la maggior parte dei duelli. Mondonico 7.5 Dietro è una roccia insuperabile, davanti è un vero e proprio rebus sui corner, segna un gol e va più volte vicino alla doppietta. Cerini 6 Non sempre perfetto in marcatura su Zunno, ma messo in difficoltà risponde con orgoglio. 11' st Petrungaro 6.5 Ingresso sprint, mette in grande difficoltà Lamanna coi suoi strappi.) Piccoli 6 Buon lavoro di raccordo tra i reparti, manca un pò di fantasia nel vivacizzare il giropalla. (38' st Nichetti sv). Giorgione 6 Solito denso cocktail di grinta e qualità a centrocampo, mezzo voto in meno per quel gol sbagliato che grida vendetta. Gelli 6.5 Meglio quando torna nel suo ruolo da esterno che da mezz’ala, ma in entrambi i casi da qualità alla manovra dei suoi. Tomaselli 6.5 Sempre pericoloso quando ha spazio per puntare l'uomo, crea grattacapi con la sua rapidità. 11' st Genevier 6 Porta geometrie e ordine alla manovra. Manconi 6 Più attivo nel primo tempo dove va anche vicino al gol, nella ripresa sparisce piano piano dalla gara. Cori 5.5 Poche possibilità in zona gol e un apporto limitato in appoggio alla manovra. All. Zaffaroni 6 La squadra questa volta non è continua nei 90 minuti, ma il punto è buono nonostante qualche sofferenza di troppo nel finale.   NOVARA Desjardins 6 Il colpo di testa di Mondonico è angolatissimo ma non particolarmente veloce, non fa il miracolo che sarebbe servito per pararlo. Corsinelli 7 Ara la fascia con le sue infinite corse, energia infinita che gli fa anche sfiorare il gol nel finale. Bove 6.5 Mantiene un controllo quasi costante sugli attaccanti avversari, facendosi sentire con fisico e senso della posizione. Pogliano 6.5 Partita di grande disciplina e accortezza negli interventi, dà sicurezza al reparto. Colombini 6.5 Costante proieizione offensiva senza trascurare la fase difensiva, prestazione completa. 1' st Lamanna 5.5 Soffre un po' troppo Petrungaro, ingresso balbettante. Collodel 7 Sembra avere il dono dell’ubiquità, è dappertutto con contrasti, palle recuperate e giocate intelligenti. Schiavi 6.5 Non solo tigna, fa il suo anche in fase di impostazione anche senza trovare la giocata illuminante. Malotti 6 La parola chiave della sua gara è intermittenza, alterna buone giocate a leggerezze evitabili. 1' st Piscitella 6 Lavoro sporco in mezzo, ma senza acuti. Lanini 6 Inizio molto ispirato, nella ripresa ha l'equivalente calcistico del blocco dello scrittore. 33' st Panico 6.5 Entra per creare una scintilla, Savini gli nega un gol. Zunno 7 Fantasia al potere tra i suoi piedi, combinata a grande efficacia e precisione in occasione del gol. (43' st Buzzegoli sv). Rossetti 6.5 Tante sponde per i suoi, bravo anche a costruirsi più di un’occasione da solo, gli manca solo il gol. All. Banchieri 6.5 Due punti persi? La risposta probabilmente è si, la prestazione dei suoi meritava qualcosa di più.

LE INTERVISTE

  All. Zaffaroni (Albinoleffe): «Partita giocata a viso aperto da entrambe le squadre, abbiamo avuto un buon impatto alla gara e a reagire dopo lo svantaggio, contro una squadra molto pericolosa e con ottime individualità soprattutto in attacco. Sono soddisfatto della prestazione, anche perché c’era un po' di stanchezza essendo la terza partita in 7 giorni. Siamo in crescita, dobbiamo trovare motivazioni forti per chiudere alla grande il campionato». All.Banchieri (Novara): «Abbiamo creato tante occasioni per vincere, su un campo difficile e contro una squadra forte e organizzata. La squadra ha risposto bene anche dal punto di vista fisico e siamo andati a prendere un punto importantissimo per la salvezza. Sono fiero della prestazione dei ragazzi, che hanno messo in campo un grande spirito: è questa la strada giusta».
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400