Cerca

Juventus U23-Pergolettese Serie C: i bianconeri spengono la luce e un super Duca completa la rimonta per i cremaschi

WhatsApp Image 2021-03-25 at 17.31.14
Una Pergolettese cinica e spietata si aggiudica tre punti al termine di una sfida entusiasmante e spettacolare, che ha visto i cremaschi trionfare ai danni di una Juventus troppo arrendevole. la partita è stata vivace e frizzante con due squadre che hanno giocato un bel calcio nella prima mezz'ora di gioco, momento in cui la Pergolettese è salita in cattedra lasciando le briciole agli avversari. Le formazioni arrivano a questo impegno infrasettimanale in situazioni completamente diverse. Il tecnico Zauli può contare su un gran numero di giocatori di ritorno dall’esperienza prima squadra, tra cui spiccano i nomi di Di Pardo, Fagioli e Akè, tutti e tre rigorosamente titolari. Per quanto riguarda la sponda Pergolettese invece, va specificato che oltre a non disputare una gara ufficiale dal 10 Marzo, i gialloblù sono alle prese con un focolaio di Covid, che ha concesso al tecnico De Paola di convocare solamente 16 giocatori in vista di questa partita, con ben 8 calciatori ancora positivi ai tamponi e impossibilitati a scendere in campo. Tuttavia non esistono scuse per De Paola che, attraverso alcune dichiarazioni, ha specificato prima della partita che nonostante la fase di emergenza la squadra sia pronta e determinata per affrontare al meglio questa sfida. Ritmo infernale. Match che si gioca a ritmi elevati fin dall'inizio, con le due compagini che si dimostrano intraprendenti e affamate di calcio dopo un lungo stop che ha colpito entrambe. La prima occasione del match arriva per i bianconeri che premono decisamente sull'acceleratore. Proprio al 5' la Juventus trova un gran gol grazie alla conclusione di Brighenti che con il destro a giro pesca l'incrocio dei pali. A poco serve questo gioiello perché il direttore di gara fischia un fuorigioco di Marques che aveva scaricato il pallone proprio a Brighenti, annullando così la rete del vantaggio bianconero, senza nessuna protesta. La Juventus la fa da padrona mantenendo il pallino del gioco, mentre gli ospiti provano a rendersi pericolosi in contropiede, ma il gol annullato a Brighenti ha il sapore di prova generale per il vantaggio bianconero. Infatti poco dopo, al 16', Akè prova la fuga sulla fascia destra, per arrivare sul fondo e mettere in mezzo un pallone preciso per l'inserimento di Brighenti, con il numero 11 bianconero che calcia di controbalzo e batte Ghidotti, portando così avanti la Juventus e segnando il suo settimo gol stagionale. Gol che ha anche un sapore speciale, perché consente alla Juventus di consolidarsi come miglior attacco del campionato superando il Como in questa speciale classifica. Non tarda ad arrivare la reazione dei gialloblù, con gli ospiti che provano ad impensierire un Nocchi in giornata. Al 18' sugli sviluppi di un corner Scardina prova la conclusione di testa ma il portiere sfodera una gran parata, ripetendosi ancora una volta sulla successiva respinta quasi a botta sicura di Palermo, e fissando il risultato sull' 1-0. La Juventus non demorde e si spinge in avanti alla ricerca del raddoppio, andandoci molto vicino al 22' quando un invenzione di Fagioli trova libero sulla fascia destra Brighenti che mette in mezzo per Marques, con il 9 bianconero che da due passi sbaglia completamente la conclusione strozzando troppo il tiro, complice l'ottima uscita di Ghidotti. Da una parte all'altra senza un attimo di pausa, è questo il canovaccio della gara, e infatti al 30' c'è una punizione insidiosa della Pergolettese, con Panatti che dalla destra mette in mezzo un pallone delizioso su cui Kanis prova ad arrivare in spaccata, non trovando di poco lo specchio della porta. Ancora il fantasista italo-marocchino protagonista in positivo quando al al 42' riceve palla in area di rigore e conclude con un diagonale rasoterra che fa la barba al palo, facendo sudare freddo ai difensori bianconeri. Passano altri 3 minuti e al 45' gli ospiti trovano meritatamente il pareggio in seguito ad un calcio d'angolo, in cui Lucenti dopo un paio di rimpalli, rimette in mezzo il pallone con una sforbiciata, e sul pallone si avventa per primo Bakayoko, il giocatore della Costa D'Avorio che di testa trafigge Nocchi e consente ai suoi di agguantare il pari allo scadere del tempo regolamentare. Termina così un gradevole e avvincente primo tempo concluso con un pareggio giusto, tra due squadre che si affrontano a viso aperto e senza esclusione di colpi. Duca show. Secondo tempo che inizia con una sostituzione per parte. Nelle fila bianconere esce De Marino per far spazio a Gozzi, mentre il tecnico De Paola è costretto a sostituire un acciaccato Lucenti per inserire Duca, e sarà una mossa vincente. Passa infatti un solo minuto, il neo entrato Duca riceve la sponda di Kanis e infila un destro potente e preciso all'angolino, dove non può nulla Nocchi. Una conclusione sublime scoccata dal limite dell'area che porta in vantaggio la Pergolettese, che ricomincia il secondo tempo esattamente come aveva terminato il primo. I gialloblù sono più in palla dei bianconeri e soprattutto più determinati, tanto che al 20' Faini ci crede e insegue un pallone lunghissimo su cui Alcibiade prova il retropassaggio di testa sbagliandolo, l'attaccante di De Paola sfrutta questa incertezza e infila con il mancino da posizione defilata. Dopo il gol del 3-1 cambia drasticamente, con la Pergolettese che non ha più ambizione di fare la partita visto il vantaggio accumulato e di conseguenza si rintana nella propria trequarti attendendo la Juventus. Poche occasioni però per i bianconeri che sbattono più volte contro il muro eretto da Bakayoko e compagni, che reggono bene botta. poi però in pieno recupero, al 47' da un calcio d'angolo nasce un gol di Alcibiade che insacca con il destro, riaprendo la partita e accendendo una flebile speranza nei giocatori di Zauli. Questa speranza viene subito spenta e messa a dormire da uno scatenato Duca, che approfitta di un contropiede e si invola a tu per tu con Nocchi, superandolo agilmente con un destro potente e chiudendo definitivamente il match. Pergolettese che sfata quindi il tabù Juventus, nel giorno del loro 4° incontro ufficiale vince per la prima volta dopo le 3 sconfitte precedenti. Un risultato importante per de Paola e i suoi ragazzi, che in un momento di estrema difficoltà dovuta alla limitatezza della rosa, sfornano una prestazione esemplare, battendo i bianconeri in rimonta e allontanandosi sempre più dalla zona play-out. Juventus d'altro canto, che si dimostra ancora troppo incostante e poco esperta, ma che rimane comunque all' 8° posto in classifica, l'ultima posizione buona per disputare i play-off.  

IL TABELLINO

  Juventus U23-Pergolettese 2-4 RETI: 16' Brighenti (J), 45' Bakayoko (P), 1' st Duca (P), 20' st Faini (P), 47' st Alcibiade (J), 49' st Duca (P). JUVENTUS U23 (4-4-2): Nocchi 6, Di Pardo 6.5, Delli Carri 6 (15' st Compagnon 5.5), Alcibiade 5, De Marino 6 (1' st Gozzi 5), Akè 6, Peeters 6 (27' st Troiano 5.5), Fagioli 6, Correia 5.5, Brighenti 6.5, Marques 5 (27' st Dabo 5.5). A disp. Bucosse, Raina, Rosa Oliveira, Anzolin, Leone, Capellini, Barbieri. All. Zauli 5.5 PERGOLETTESE (4-3-3): Ghidotti 6.5, Bariti 6.5, Bakayoko 8, Lucenti 6.5 (1' st Duca 8), Villa 7, Palermo 7, Panatti 7, Ferrari 7.5, Kanis 7.5 (47' st Lamberti sv), Scardina 6.5 (31' st Bortoluz sv), Faini 7.5 (40' st Tosi sv). A disp. Labruzzo. All. De Paola 7.5 ARBITRO: Grasso di Ariano Irpino 7 ASSISTENTI: Catallo, Tchato, Bianchi. AMMONITI: Kanis (P), Panatti (P), Troiano (J), Duca (P).

LE PAGELLE

  JUVENTUS U23 Nocchi 6 Buona prestazione coronata da alcune parate degne di nota. Se i bianconeri restano in partita è anche grazie alla sua performance. Di Pardo 6.5 Agisce da terzino ma in realtà è un ala aggiunta. Spinge con costanza arrivando quasi sempre a sovrapporsi ad Akè. Grande corsa e piede educato per un terzino decisamente offensivo e pericoloso. Delli Carri 6 Difensore centrale molto fisico e ordinato. La sostituzione è dettata dal risultato e dalla necessità di un giocatore più offensivo. 15' st Compagnon 5.5 Entra con il piglio giusto ma non riesce ad incidere sul match. Agisce sulla fascia destra ma più che qualche cross dal fondo non riesce a fare. Alcibiade 5 Porta spesso palla dimostrando personalità e fiducia nei propri mezzi. Rischia ogni tanto e commette un errore gravissimo in occasione del 3-1. Un incertezza in uscita e un retropassaggio di testa troppo corto che spiana la strada a Faini. Prova a rifarsi trovando anche un gol, ma è troppo tardi per riaprire il match. De Marino 6 Prestazione sufficiente in cui non si distingue per grandi meriti ma non sbaglia nulla. Rientra dalla prima squadra e sarebbe logico aspettarsi qualcosa di più. Avrà tempo per rifarsi. 1' st Gozzi 5 Non entra praticamente mai in partita. Non trova posto in mezzo al campo e viene oscurato dalla fisicità avversaria. Prestazione rivedibile. Akè 6 Inizia la partita molto bene offrendo 30 minuti di grande spinta e passaggi chiave. Si perde con il passare dei minuti come tutta la squadra ma resta il grande assist per il gol di Brighenti. Peeters 6 Centrocampista fisico e grintoso. fa dei muscoli la sua caratteristica principale, macinando chilometri e recuperando un infinità di palloni. Purtroppo oggi non basta per vincere. 27' st Troiano 5.5 Non da il cambio di marcia auspicato da Zauli. Entra e perde qualche pallone, rimediando anche un giallo per fermare un occasione da gol avversaria. Fagioli 6 Con il pallone tra i piedi è uno spettacolo, non puoi portargliela via. Effettua alcuni passaggi e cambi gioco fuori dal comune, peccato che gli sia mancato il cambio di ritmo per creare qualcosa in più. Correia 5.5 Lampi di genio sporadici. Ci sono momenti in cui fa giocate di alta scuola che si alternano ad altri in cui scompare dal campo. Se dovesse guadagnare continuità diventerebbe un giocatore devastante. Brighenti 6.5 L'ultimo a mollare. Lotta e combatte per 90 lunghi minuti trovando un gol e una buona prestazione nel complesso. Peccato che sia stato poco assistito in alcune occasioni. Marques 5 Lotta e si sacrifica ma pesa molto sul suo voto la rete sbagliata da distanza ravvicinata. 27' st Dabo 5.5 Poco tempo a disposizione. Non riesce a mettersi in mostra creando occasioni pericolose. Resta il fatto che contro una Pergolettese arroccata in difesa non era facile. All. Zauli 5.5 30 minuti di grandissimo livello dei suoi giocatori. Peccato che poi abbiano spento l'interruttore smettendo di giocare a calcio. Sostituzioni che non hanno inciso nel match e non hanno dato l'effetto sperato.   PERGOLETTESE Ghidotti 6.5 Incolpevole sul gol ma presente in tutte le altre occasioni. Buona parte dei meriti passano anche per le sue mani. Bariti 6.5 fa il suo sulla destra dimostrandosi anche pericoloso con qualche sgroppata degna di nota. Fisicamente piccolino ma sa reggere l'urto con giocatori veloci e fisici. Bakayoko 8 Prestazione super con cui si candida come uomo partita insieme a Duca. Un gol fondamentale per raggiungere il pareggio e una diga in difesa. Grazie al suo possente fisico non fa passare nulla. Lucenti 6.5 Luci e ombre nella sua prestazione. Sulla fascia sinistra la Juventus trova tanto spazio, si fa perdonare con un grande assist in sforbiciata per Bakayoko. 1' st Duca 8 Entrare in campo ed essere decisivo. Questo è ciò che ha fatto Duca, entrato a inizio secondo tempo e si è caricato la squadra sulle spalle, trascinandola alla vittoria con una doppietta illuminante. Villa 7 Solido e roccioso. Difensore con grande senso della posizione. Deve marcare un avversario ostico come Brighenti ma lo fa con grande mestiere. Palermo 7 Centrocampista dinamico e cattivo agonisticamente. recupera moltissimi palloni e orchestra i contropiedi alla perfezione. Panatti 7 Grande prestazione di contenimento. Ottima la sua presenza di testa in area di rigore dove allontana più volte le minacce avversarie. Ferrari 7.5 Come i suoi compagni gioca una grande partita di lotta e sacrificio, facendosi apprezzare sia in fase offensiva che in fase di ripiegamento. Giocatori così volenterosi ce ne sono sempre meno. Kanis 7.5 Estro e qualità fanno dell'italo-marocchino un calciatore pericoloso. Grande prova a cui è mancato solo il gol ma ha dato spettacolo per 90 minuti con giocate da urlo, come la sponda che è diventata assist per Duca. (47' st Lamberti sv) Scardina 6.5 Tanta lotta e sacrificio oltre ad una grande fisicità che lo rendono pericoloso in area di rigore. A un attaccante però serve il gol, ma per sua fortuna oggi ci hanno pensato i compagni. (31' st Bortoluz sv) Faini 7.5 Continua spina nel fianco per la difesa bianconera. Le sue accelerazioni fulminee lo rendono un giocatore imprevedibile, ne sa qualcosa Alcibiade che a causa sua ha commesso un errore fatale. (40' st Tosi sv) All. De Paola 7.5 Nel momento di massima criticità, in cui aveva a disposizione solamente 16 giocatori, compie una rimonta incredibile contro un grande avversario. Grande mossa la sostituzione con cui ha fatto entrare Duca sul terreno di gioco, scelta che si è rivelata azzeccatissima.   ARBITRO Grasso di Ariano Irpino 7 Dirige un match maschio ma molto onesto. non ci sono grandi episodi su cui recrimanre, motivazione per cui ha diretto la partita in modo impeccabile.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400