Cerca

Albinoleffe-Pontedera Serie C: Magrassi leader della rimonta finale, beffa da amaro in bocca per Zaffaroni

Albinoleffe-Pontedera Serie C: Magrassi leader della rimonta finale, beffa da amaro in bocca per Zaffaroni

Albinoleffe-Pontedera Serie C: Magrassi leader della rimonta finale, beffa da amaro in bocca per Zaffaroni

A volte il meglio arriva alla fine: in America dicono Save the Best for Last, e al coro a stelle e strisce si sono unite a gran voce anche Albinoleffe e Pontedera, protagoniste di una gara spenta fino all’1-0 da Borghini, che sembrava già scritta dopo il bellissimo raddoppio di Petrungaro e che invece aveva raccontato solo l’anticamera della pazzesca rimonta finale del Pontedera, con Magrassi nel ruolo del grande protagonista. Un pareggio che ha il profumo di playoff: l’aritmetica è arrivata per l’Albinoleffe, mentre al Pontedera servono soltanto altri due punti nell'ultima partita. Inizio senza pathos. La gara inizia con una fase di studio intensa e prolungata: i 3-­5-2 speculari di Zaffaroni e Maraia sono ben schierati in campo e si respingono a vicenda, con la ricerca di un varco che assomiglia a quella di un tesoro, ma la mappa è illeggibile e non si vede alcuna X. Il pallone sembra incatenato a centrocampo, i ritmi sono buoni ma manca qualsiasi tipo di rifornimento alle punte. La prima vera emozione arriva al 24': azione confusa al limite dell'area dell'Albinoleffe, Caponi vince un rimpallo con Mondonico e si trova solo davanti a Savini, ma il suo sinistro è strozzato e facile preda per l'estremo difensore di casa. Non è però un momento sblocca partita, anzi: il Pontedera si fa preferire per vivacità offensiva, l'Albinoleffe per il possesso palla, ma i ritmi si abbassano, trovare spazi resta un'utopia e lo spettacolo resta di buon livello solo per i puristi della tattica per tutto il resto di una prima frazione inespressa e avara di occasioni e momenti memorabili. Succede tutto qui. Buon momento per l'Albinoleffe a inizio ripresa: gli uomini di Zaffaroni rientrano dagli spogliatoi aggredendo la partita, con la volontà di trovare il gol che metterebbe al sicuro il posto ai playoff. Al 5' Tomaselli trova spazio per scatenare la sua velocità in contropiede, la palla arriva a Gelli che salta Ropolo ma mette alto da posizione angolatissima. Il copione generale della partita è in fase di cambiamento: le difese dominano ancora sugli attacchi, ma le squadre iniziano ad allungarsi e la stanchezza aumenta, fattori che aiutano a limitare i tatticismi e a favorire lo spettacolo. E' il preludio al gol dell'Albinoleffe: gran lavoro di sponda di Cori, che al limite dell'area protegge palla e trova la corrente Borghini, bravo ad anticipare Ropolo e a trovare il destro di prima che sorprende Sarri. La reazione del Pontedera è tanto rabbiosa e immediata quanto di breve durata: 5 minuti di pressione furibonda, poi la benzina degli uomini di Maraia sembra essere agli sgoccioli, e i padroni di casa dopo un pizzico di sofferenza riprendono in mano la gestione della partita, senza rinunciare al giropalla e soprattutto ai contropiedi. Ed è proprio da una ripartenza che al 32' arriva il colpo che assomiglia tanto a quello del K.O.: Giorgione conduce il pallone fino alla trequarti e lo offre al neo entrato Petrungaro, che rientra sul destro e scarica un diagonale letale sul palo opposto, imparabile per Sarri. La partita sembra finita, ma si riapre all'improvviso: calcio d'angolo Pontedera, Savini fa il miracolo su un tocco ravvicinato di Benassai ma non può niente sulla ribattuta di Magrassi. Il finale è da urlo: l'Albinoleffe che sembrava tranquillo ha adesso paura di vincere e il Pontedera vola sulle ali dell'entusiasmo. Savini è superlativo su una punizione di Caponi, ma sugli sviluppi dell'azione l'arbitro vede un tocco di mano di Borghini: Magrassi si presenta sul dischetto e completa una rimonta che sembrava impossibile fino a cinque minuti prima. Gli ospiti accarezzano addirittura l'idea della vittoria finale, ma non c'è più tempo: il 2-2 finale arriva al termine di una partita iniziata davvero dopo 60 minuti, ma che ha regalato una di quelle svolte che ci ricordano perchè amiamo il calcio e dove sorridono tutti, con l'Albinoleffe che festeggia i playoff e il Pontedera che li vede sempre più vicini.

IL TABELLINO

ALBINOLEFFE.PONTEDERA 2-2 RETI: 18' st Borghini (A), 32' st Petrungaro (A), 41' st Magrassi (P) 45' st rig. Magrassi (P) ALBINOLEFFE (3-5-2): Savini 7, Canestrelli 6, Mondonico 6.5 (1' st Gusu 6), Riva 6, Tomaselli 7 (32' st Petrungaro 7), Giorgione 7, Nichetti 6.5, Gelli 6, Borghini 7, Cori 7 (37' st Galeandro sv), Manconi 6.5 (47' st Ravasio sv). A disp. Paganessi, Caruso, Cerini, Gabbianelli, Piccoli, Genevier, Miculi, Ghezzi. All. Zaffaroni 6 PONTEDERA (3-5-2): Sarri 6, Ropolo 5.5 (32' st Benericetti 6), Piana 6.5, Risaliti 6, Milani 6, Perretta 6, Caponi 7, Benedetti 6.5 (41' st Giani sv), Vaccaro 6 (18' st Benassai 6.5), Magrassi 7.5, Stanzani 6 (18' st Semprini 6). A disp. Angeletti, Bardini, Pretato, Matteucci, Nero, Rovai. All. Maraia 6.5 ARBITRO: Kumara di Verona 6. ASSISTENTI: Lisi di Firenze e Colavito di Bari. AMMONITI: Vaccaro (P), Petrungaro (A).

LE PAGELLE

ALBINOLEFFE Savini 7 Para tutto quello che è umanamente parabile, tocca anche il rigore di Magrassi ma non abbastanza per spingerlo fuori. Canestrelli 6 Va in sofferenza sul più bello, in quel finale in cui sarebbe servita un po’ più di lucidità. Mondonico 6.5 Primo tempo solido in marcatura e di qualità nel far ripartire l'azione, poi lo ferma un infortunio. 1' st Gusu 6 Ingresso attento e concentrato, anche lui nel finale soffre un po’. Riva 6 Disputa una partita onesta, dando una mano anche nella manovra, ma non è sempre impeccabile nelle chiusure. Tomaselli 7 E' in forma e si vede: brillantezza pura, mette in crisi la difesa avversaria coi suoi scatti. 32' st Petrungaro 7 Gol lampo e che gol, giornata da ricordare per lui. Giorgione 7 Solito concentrato di energia e qualità, sintetizzate perfettamente da come gestisce il contropiede del 2-0. Nichetti 6.5 Buona prova in regia, non illumina corridoi invisibili ma dà ordine e organizzazione in mezzo. Gelli 6 Inserimenti offensivi continui, gli manca oggi però la capacità di renderli davvero efficaci. Borghini 7 La sua bravura nello sdoppiarsi tra le due fasi viene premiata in occasione del gol, dove è freddo nel battere il portiere. Cori 7 Lavoro di sponde e aiuto per la squadra davvero al top, l’1-0 è suo almeno al 50%. (37' st Galeandro sv) Manconi 6.5 Sempre in movimento là davanti e bravo anche ad abbassarsi per dare una mano alla manovra. (47' st Ravasio sv) All.Zaffaroni 6 Difficile commentare il blackout finale: un grande rimpianto dopo una partita che sembrava già in cassaforte. PONTEDERA Sarri 6 Non impeccabile sul primo gol, quando si fa sorprendere sul suo palo, per il resto alcune ottime parate. Ropolo 5.5 Perde più di un duello importante, tra cui letale quello sull’1-0, in cui Borghini lo anticipa sul più bello. 32' st Benericetti 6 Entra in una fase caotica della gara a cui si adatta bene. Piana 6.5 Prestazione da leader difensivo, di testa sono tutte sue e anche a terra non viene quasi mai superato. Risaliti 6 Non commette errori grossolani ma non mette neanche le pezze quando servono. Milani 6 Il Tomaselli di oggi è uno di clienti più difficili che si possono trovare, soffre molto i suoi scatti ma non molla. Perretta 6 Si fa sentire molto in fase di interdizione, meno brillante quando si tratta di rilanciare l’azione. Caponi 7 A un’ottima regia riesce a coniugare anche un’insolita pericolosità offensiva, il rigore del 2-2 nasce da una sua punizione. Benedetti 6.5 Primo tempo incolore, nella ripresa cresce molto facendo da tramite tra centrocampo e attacco. (41' st Giani sv) Vaccaro 6 Qualche buono scatto sulla fascia, ma niente di trascendentale o decisivo. 18' st Benassai 6.5 Ingresso propositivo, solo Savini gli nega la gioia del gol. Magrassi 7.5 Il vero bomber si vede nel momento decisivo: doppietta di opportunismo sul tap-in del 2-1 e di freddezza sul rigore del 2-2. Stanzani 6 Corsa e movimenti ci sono, ma non trova mai lo spazio per far male e finisce per girare un po' a vuoto. 18' st Semprini 6 Entra con energia ma si vede solo a tratti. All.Maraia  6.5 I suoi dimostrano grande cuore, la reazione finale entra tra le meraviglie di questa  stagione.    ARBITRO Kumara di Verona 6 Qualche errore sembra esserci, anche nella gestione dei cartellini.

LE INTERVISTE

Marco Zaffaroni, allenatore dell'Albinoleffe, commenta così la prestazione dei suoi: « Partita bloccata nel primo tempo, abbiamo cercato di trovare varchi dietro contro una squadra che ci ha aspettato molto in difesa. Nel secondo tempo siamo riusciti ad accelerare e abbiamo preso il controllo della gara, ma dopo il 2-1 siamo stati troppo leggeri mentalmente, abbiamo lasciato prendere fiducia agli avversari e usciamo dalla gara con grande rammarico». Ivan Maraia, tecnico del Pontedera, osserva: « Bravi i ragazzi a crederci fino alla fine, in una partita che era stata equilibrata per larghi tratti ma che si era messa male nella ripresa: per quello che si è visto credo però che il pareggio sia stato giusto. Un risultato importante che ci dà fiducia per un finale di stagione che dovremo essere bravi a gestire bene per raggiungere il nostro obbiettivo».
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400