Cerca

Olbia-Novara Serie C: Belloni entra e chiude i conti, gara agguerritissima al Nespoli

olbia-novara serie c

Penultima giornata di campionato, potenzialmente decisiva per entrambe le formazioni, che si scontrano al “Bruno Nespoli” di Olbia. Da una parte, infatti, c’è il Novara che deve mantenere la posizione se vuole avere la possibilità di accedere ai playoff, dall’altra c’è l’Olbia, che sta con il fiato sul collo delle avversarie e che in questa giornata di campionato deve lottare con le unghie e con i denti per cercare di conquistare tre punti che varrebbero oro. Due pareggi e due vittorie rispettivamente per la sarda e la piemontese nelle ultime due partite, che incoraggiano entrambe a fare bene ed a mettere in campo tutte le risorse a disposizione per permettere alla gara di avere un buon andamento ed un buon risultato. Al fischio d'inizio, le aspettative non vengono deluse: entrambe, infatti, sono agguerrite e pronte a tutto, combattive e decise. La gara si rivela essere un botta e risposta continuo, dove tutto sembra perennemente in bilico e pronto a cambiare il corso delle cose. Dopo un primo tempo che si conclude sul 2-1 per i piemontesi, nella seconda metà della gara, il match, si infiamma ancora di più e vede le due formazioni rispondersi a colpi di gol. Finisce con un pareggio, un 3-3 che, alla fine dei conti, lascia ancora aperto uno spiraglio per il Novara, che nell'ultima giornata di campionato dovrà vedersela con il Como, neo-promosso in B.

Un botta e risposta continuo. Il match non si potrebbe aprire nel migliore dei modi: entrambe le formazioni sono agguerrite e pronte a tutto per cercare di sbloccare il risultato. Ed infatti, non passa molto prima che arrivi la prima reazione della gara: siamo al 3', Ragatzu riceve palla, si infila tra due difensori del Novara a tutta velocità e vuole provare il tiro, ma arriva un contatto con un avversario, che non gli permette di trovare lo specchio della porta. Per l'arbitro non ci sono i presupposti per assegnare un calcio di rigore all'Olbia e lascia così proseguire, facendo riprendere con la rimessa dal fondo. Al 6' arriva la risposta dei piemontesi: Collodel da fuori area, riceve palla. In quel momento, si trova in una buona posizione, abbastanza centrale, e senza pensarci due volte prova ad andare al tiro: il suo destro non lascia scampo all'estremo difensore avversario che non ci arriva. Gli azzurri passano così in vantaggio dopo appena sei minuti. Olbia che nei primi minuti riesce a rendersi pericolosa in qualche occasione, ma se la gioca con una squadra carica, che non lascia spazi e pressa. Al 15' sono ancora i sardi a provare ad affondare il colpo insieme ai passaggi filtranti tra Ragatzu, Pennington e Biancu, che restituisce a Ragatzu: quest'ultimo va al tiro, trovando la porta, ma in quel momento si trova in fuori gioco ed il gol è quindi annullato. I minuti scorrono in maniera vivace, nessun conto sembra chiuso: al 33' è Panico a provare ad incrementare il risultato, provando il tiro, ma Tornaghi non si fa trovare impreparato e protegge la propria porta. Qualche secondo dopo, è il colpo di testa di Bellich a far tremare l'Olbia. Ma tra tutti, alla fine è Ragatzu ad andare al gol grazie al passaggio filtrante di Emerson che gli permette di pareggiare. Il problema è che non è ancora finita: nei minuti di recupero, infatti, è il trio Malotti-Buzzegoli-Rossetti a riportare in vantaggio il Novara: Malotti passa a Buzzegoli, che serve il numero 29 Rossetti, in quel momento in un'ottima posizione che gli permette di infilarsi tra i difensori e di andare al gol di testa. Le formazioni tornano negli spogliatoi sul 2-1 per i piemontesi. Belloni entra e pareggia. La ripresa della gara vede le due formazioni ancora ben piazzate e scatenate, pronte a dare il 100% per portare a casa il match. Ed è il Novara a dare inizio alla battaglia con Zunno, che al 7' dà avvio ad un'azione bellissima: crossa, infatti, a favore di Panico, che sposta il piede sul sinistro e prova ad infilarla all'incrocio dei pali, ma prende in pieno la traversa. Ma sono i bianchi a trovare la rete al 14': l'azione in quel momento si svolge nell'area di rigore del Novara: la palla viene respinta, ma rimane lì nei paraggi; Biancu trova lo spazio per inserirsi, tira una vera e propria cannonata e va al gol. Alla botta c'è la risposta di Rossetti, che dopo qualche secondo trova il 3-2 per i suoi: a servirlo, Zunno con un cross. Lui, che si trova nell'area di rigore, si salta sopra tutti gli altri, tira di testa ed insacca. A questo punto, il match si infiamma: l'Olbia non ci sta e prova a colpire e riportare la partita sulla stabilità. È il caso di Udoh, che al 32' tira una vera  cannonata che però si rivela essere troppo centrale e finisce dritta sul portiere. E finalmente arriva il 3-3, grazie al duo Altare-Belloni: siamo al 34', Altare la butta dentro l'area di rigore, c'è un rimpallo, la palla rimane lì a disposizione di Belloni, che ne approfitta, si gira e prova ad andare al tiro, trovando il gol. La partita ora è sul pareggio ed entrambe le squadre ci credono, anche se il pallino ce l'ha quasi sempre in mano l'Olbia. Altare ci riprova al 39': si trova in area, si gira e prova il tiro, ma la prontezza dei riflessi di Lanni salva il Novara dalla quarta rete. Finisce così 3-3, in una gara vivacissima e ricca di colpi di scena.

IL TABELLINO

OLBIA-NOVARA 3-3 RETI (0-1, 1-1, 1-2, 2-2, 2-3, 3-3): 6' Collodel (N), 39' Ragatzu (O), 47' Rossetti (N), 14' st Biancu (O), 16' st Rossetti (N), 34' st Belloni (O). OLBIA (4-3-1-2): Tornaghi 7, Arboleda 7 (46' st Demarcus sv), Altare 7, Emerson 7, Cadili 6.5, Lella 6.5 (11' st Udoh 6.5), Giandonato 7 (11' st Ladinetti 6.5, 29' st Belloni 7.5), Pennington 7, Biancu 7.5, Ragatzu 8, Cocco 6.5. A disp. Van Der Want, Cabras, Secci, Putzu, Occhioni, Doratiotto, Gagliano, Marigosu. All. Canzi 7. NOVARA (4-2-3-1): Lanni 7, Colombini 7, Bellich 7, Pogliano 7.5, Corsinelli 7, Buzzegoli 7 (16' st Lamanna 6.5), Collodel 7, Zunno 7.5 (29' st Ivanov 7), Panico 7 (23' st Lanini 7.5), Malotti 7, Rossetti 7.5 (29' st Moreo 6.5). A disp. Spada, Desjardins, Gonzalez, Pagani, Piscitella, Hrkac, Pellegrini, Bortoletti. All. Banchieri 7. ARBITRO: Zamagni di Cesena 5.5. ASSISTENTI: Maninetti di Lovere e Perrelli di Isernia. AMMONITI: Biancu (O), Ladinetti (O), Colombini (N), Pogliano (N), Corsinelli (N), Rossetti (N).

 

LE PAGELLE

OLBIA Tornaghi 7 Quando viene chiamato a fare il suo lavoro, risponde sempre "presente". È essenziale per evitare che la squadra capitoli, soprattutto quando il risultato è poco favorevole: una delle tante belle parate è quella che avviene nei primi quarantacinque minuti su Panico. Alboleda 7 Si rende fondamentale in alcune giocate, soprattutto nel corso del secondo tempo, quando si fa trovare sulla fascia e prova a servire i compagni più accentrati in area di rigore. Fa davvero un buon lavoro (46' st Demarcus sv). Altare 7 Fa buona guardia, anticipa l'avversario, trova sempre il suo spazio per proteggere la propria metà campo e per evitare che gli avversari riescano ad addentrarsi e prendere possesso di spazi pericolosi. Emerson 7 La sua personalità si fa notare, soprattutto sul finale di gara, quando all'Olbia viene chiesto uno sforzo ulteriore per mantenere il pareggio e, perché no, provare ad incrementare il risultato. Cadili 6.5 La sua non è una brutta gara, tutt'altro, ma è sicuramente meno incisivo dei compagni di squadra, soprattutto in fase offensiva. Lella 6.5 Il suo lavoro aiuta la squadra, ma si vede poco nelle zone della metà campo 11' st Udoh 6.5 Sa essere incisivo, ma poco pratico al tempo stesso. È fondamentale nelle occasioni importanti che portano i suoi ai gol, ma perde spesso palla e occasioni davvero formidabili. Giandonato 7 Giocatore dal grande controllo del pallone, esce dal guscio nel corso del secondo tempo, creando delle azioni davvero interessanti ed incentivando il gioco offensivo dei suoi compagni di squadra. 11' st Ladinetti 6.5 Match tutt'altro che tranquillo per il sardo, che dopo qualche minuto dalla sua entrata in gara, è costretto ad uscire per un infortunio. La sua è comunque una gara tranquilla e senza particolari sbavature. 29' st Belloni 7.5 Una boccata di freschezza e di qualità. Entra per pochi minuti, ma sa il fatto suo e, soprattutto, è decisivo per la gara: è autore del gol che porta di nuovo i suoi sul pareggio. Pennington 7.5 Un vero e proprio tuttofare: lavora molto sulla fascia, accompagna i suoi nelle azioni e sa rendersi pericoloso. Anche in fase difensiva comunque fa un ottimo lavoro, trovando spesso il modo di trovarsi in posizione per anticipare l'avversario. Biancu 7.5 Autore di un gol, il giocatore dell'Olbia è uno dei più in forma dei suoi: macina chilometri, mette in difficoltà gli avversari, prova quelle che si rivelano essere delle ottime giocate. La sua è davvero un'ottima partita. Ragatzu 8 L'uomo partita. Fa praticamente tutto lui - trovando comunque un ottimo appoggio da parte dei compagni, cosa fondamentale per l'andamento della gara - ed è spericolato quanto basta per rendersi pericoloso per tutta la durata della gara. Il gol è la ciliegina sulla torta di un match meraviglioso. Cocco 6.5 Gara tranquilla per lui: va in appoggio ai compagni più avanzati, ma non entra totalmente in partita. All. Canzi 7 Il Novara non è un avversario facile da affrontare, ma Massimiliano Canzi è abituato alle sfide complicate e la squadra messa in campo fa capire quanto fosse importante affrontare una gara di pari livello, sia dal punto di vista morale, e, soprattutto, a livello di classifica. NOVARA Lanni 7 Tra i pali è sempre una certezza: lo è ancora di più in una partita difficile come questa, dove è attivo, vivace, sveglio e dove non può fare niente davanti ai contraccolpi della squadra avversaria. Colombini 7 Difensore dalle ottime capacità, è essenziale per evitare i contraccolpi avversari, visto che difficilmente si lascia superare. Bellich 7 Fa un buon lavoro in fase difensiva, dove copre bene la zona. Fa un buon lavoro però anche in fase offensiva, dove spesso lo si nota risalire nella metà campo avversaria per aiutare i compagni più avanzati. Pogliano 7.5 Oggi gioca una partita perfetta: in fase difensiva è un vero portento, prevede le mosse avversarie in maniera eccellente ed è sempre lì a coprire bene l'area, presente dove più serve esserci. Corsinelli Ottimo lavoro per il giocatore che entra in partita con il piglio giusto: è sveglio e pronto, rendendosi disponibile per tutti i compagni di squadra. Buzzegoli 7 Incisivo, il capitano azzurro svolge una partita di grande grinta e forza, animando le azioni offensive e dando un piglio diverso al corso della gara (16' st Lamanna 6.5). Collodel 7 Buona gara anche per il numero 15, che svolge un match senza sbavature, ma al contrario con grande abilità. Zunno 7.5 Fondamentale in fase offensiva, in cui fa salire la squadra in maniera ottimale, e cerca i propri compagni più avanzati, servendo loro dei palloni davvero invitanti. Anche quando è lui stesso a portare avanti le azioni, sa rendersi pericoloso e micidiale (29' st Ivanov 7). Panico 7 Nella metà campo avversaria sa come impensierire l'Olbia e come rendere taglienti le azioni portate avanti 23' st Lanini 7.5 Grande gara anche per il numero 9 entrato in corsa, ma che ha comunque modo e tempo per lasciare il segno in un momento della gara particolarmente intenso. Malotti 7 Anch'egli sa come essere tagliente ed incisivo. Insieme a Zunno crea un ottimo dialogo, che in alcune occasioni li portano ad avanzare in maniera pericolosa davanti all'estremo difensore avversario. Rossetti 7.5 Non si può dire di certo che la punta del Novara non sia entrata in gara con il piglio giusto e la voglia di conquistarsi un posto incisivo nelle sorti del match. Autore di grandi giocate e di due reti bellissime (29' st Moreo 6.5). All. Banchieri 7 La formazione messa in campo rende bene e il tecnico azzurro lo sa. Lavora proprio verso l'ottica di provare diverse giocate, costruendo delle azioni belle da guardare ed incisive. Non può che essere soddisfatto della squadra, che ha dato il tutto per tutto. ARBITRO Zamagni di Cesena 5.5 In alcune occasione, soprattutto nel corso del primo tempo, è poco deciso. Quando la partita, verso la fine, si infiamma, non dà il giusto peso ad alcuni contrasti che provocano un po' di parapiglia tra i giocatori.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400