Cerca

Azalee-Caprera Serie C femminile: Diaz non basta, Diefenthaeler e la doppietta di Barbini valgono tre punti per Colombo

Azalee-Caprera
Dopo la deludente sconfitta casalinga contro il Genoa, le ragazze di Colombo si riscattano con una grande vittoria di carattere. Un primo tempo spento per le Azalee, con poche occasioni, ma con diverse ottime iniziative per provare a rendersi pericolose in avanti. La retroguardia del Caprera, però, lascia molti spazi e permette alle padrone di casa di costruire delle buone trame offensive. L'inizio ripresa è da incubo per le Azalee, che si ritrovano sotto dopo neanche due minuti di gioco; con voglia, grinta, determinazione e carattere le ragazze di Colombo dominano per tutto il resto della gara ribaltando completamente il risultato; trovano subito il pareggio grazie ad una magia di Barbini e il vantaggio grazie alla zampata di Diefenthaeler. Anche in vantaggio e con la partita in mano, le Azalee non rinunciano a giocare e continuano ad attaccare, trovando nel finale il gol che chiude definitivamente il discorso. Barbini stellare, Vischi e Lettieri padrone del centrocampo, Del Raso solita certezza e Gino una piacevole sorpresa. Partenza a rilento. Primo tempo senza grandissime emozioni, ma con delle buone trame da parte delle padrone di casa che però non trovano la via del gol. Dopo cinque minuti è subito Diefenthaeler a presentarsi in azione personale sulla destra, ma il suo cross è impreciso e non trova nessuna maglia bianca. Il Caprera soffre l’intensità offensiva delle Azalee e prova con qualche lancio lungo a sfruttare la velocità del tridente d’attacco. All’11’ infatti c’è un bel lancio lungo di Paredes per la corsa di Diaz: splendido il duello con Gino che in scivolata le sradica il pallone dai piedi, fermando l’azione offensiva neroverde. Al 16’ Lettieri si libera sulla trequarti e prova il destro improvviso con il destro potente, ma centrale per Abraini. Una manciata di minuti più tardi c’è una splendida triangolazione Vischi-Coppola-Lettieri con la 17 che ci prova ancora da fuori, ma questa volta senza trovare la porta. Alla mezz’ora c’è nuovamente spazio per la tecnica di Lettieri che si libera e serve Barbini al limite: dopo una finta la 7 prova il tiro a giro, che si spegne però sul fondo. Barbini show, Colombo sorride. Secondo tempo molto più movimentato ed interessante che si accende dopo appena due minuti con Diaz che, lanciata in profondità da Paredes, salta in velocità Gino e dopo uno scambio al limite dell’area con Manea calcia a giro sul secondo palo e infila la palla sotto il sette segnando un gol da brividi. Al minuto 11’ c’è un calcio di punizione dal limite per le Azalee: sul punto di battuta si presenta Barbini che con destro perfetto supera la barriera e sigla l’1-1 piegando le mani ad Abraini che nulla può. Al 18’ è Lettieri a presentarsi in area grazie al tocco di punta di Vischi, ma calcia alto da buona posizione. Due minuti più tardi arriva il meritato vantaggio delle Azalee: Lettieri servita in area da Pozzi cerca di piazzare il destro: la buona risposta di Abraini favorisce Diefenthaeler che è lesta e precisa nel Tap-in in rete. Al 28’ si rende pericoloso il Caprera in contropiede con il solito scatto di Diaz, che questa volta è anticipata dalla perfetta uscita ai 30 metri di Presutti. Provano a chiudere il discorso le Azalee con un’altra bella trama che coinvolge ancora Lettieri: filtrante per Magatti il cui sinistro incrociato non è preciso e termina a lato. La rete che chiude i conti arriva nel primo minuto di recupero con un coast to coast impressionante di Vischi che ha ancora una riserva di energie dopo aver corso per tutta la gara: la 19 arrivata al limite salta secca Ferreira e manda in porta Barbini che, dopo un bel controllo orientato, calcia sul primo palo fulminando ancora una volta Abraini e spegnendo le luci del Maino.

IL TABELLINO

Azalee-Femm.Caprera 3-1 RETI (0-1, 3-1): 2' st Diaz Ferrer (F), 11' st Barbini (A), 20' st Diefenthaeler (A), 46' st Barbini (A). AZALEE (4-2-3-1): Presutti 6.5, Gino 6.5, Del Raso 6.5, Diefenthaeler 6.5 (42' st Petruzzi sv), Pozzi 7, Frau 6.5, Lettieri 7, Vischi 7, Barbini 7, Clerici 5.5 (5' st Maschio 6.5), Coppola 5.5 (2' st Magatti 6). A disp. Migliazza, Marchiori, Apadula, Crestan, Antonello, Seghetto. All. Colombo 7. FEMM.CAPRERA (4-3-3): Abraini 5.5, Gomez Planas 5, Sanchez Baeza 5, Masso Bacaicoa 5.5, Paredes Hernandez 6, Manea 6 (16' st Alvarez Olmo 5.5), Trapani 6 (37' st Cavallo sv), Diaz Ferrer 6.5 (47' st Spinelli sv), Rivilla Ramirez 5.5, Dimaggio 5.5, Ferreira Domingos Oliva 5. A disp. Rossetti Giorgia. All. Fascia 5.5. ARBITRO: Sciolti di Lecce  7. ASSISTENTI: Borchielli di Milano e Calabrese di Busto Arsizio. AMMONITE: Diaz (C), Lettieri (A).

LE PAGELLE

AZALEE Presutti 6.5 Non può nulla sul capolavoro di Diaz, ma è brava nei disimpegni ed esce bene sulla stessa Diaz lontana dalla porta ad evitare guai. Gino 6.5 Contiene eccellentemente la velocità e la tecnica di Diaz per tutta la partita: se la perde una volta e le costa caro. Recupera moltissimi palloni ed è brava a prendersi il fallo quando serve far rifiatare le compagne; sorpresa. Del Raso 6.5 Come Gino riesce sempre a rendere vane le minacce avversarie: va più volte in anticipo sui cross e guida i movimenti di tutta la linea con esperienza; leader. Diefenthaeler 6.5 Manea ha vita difficile con lei: recupera in velocità e non si fa saltare nell’uno contro uno; spinge poco in avanti, ma quando lo fa segna il gol vittoria (42’ st Petruzzi sv). Pozzi 7 Sfrutta i movimenti di Barbini dentro il campo per occupare la fascia e portarsi in avanti spesso; decisiva in occasione del 2-1. Lavora bene quando si tratta di badare a Dimaggio; perfetta. Frau 6.5 A volte troppo indecisa nelle giocate, ma quasi sempre precisa. Va a contrasto senza paura e resta sempre in partita anche quando le energie sembrano essere finite. Lettieri 7 Trequartista vera, calcia in porta quando ne ha l’occasione, ma è soprattutto sempre brava e precisa nel servire assist alle compagne; il gol decisivo nasce da una sua bella giocata in area. Vischi 7 Ormai ha quasi del tutto ceduto le chiavi della trequarti a Lettieri, ma anche da mediano fa la differenza: recupera tanti palloni e partecipa alla fase offensiva da vera centrocampista di inserimento; il coast to coast prima di servire Barbini sul 3-1 dimostra che anche al 91’ la benzina non l'ha ancora finita. Barbini 7 Una partita da attaccante di razza. Entra spesso dentro il campo quando capisce che può fare male e dialoga bene con Lettieri e Vischi; il gol su punizione è un gioiello e la rete nel finale fa vedere che avrebbe fiato per giocare un'altra partita. Clerici 5.5 Fa pochissimo rispetto a Brabini sulla fascia opposta. Non riesce mai a saltare l'uomo nell'uno contro uno e anche quando deve crossare non è sempre precisa. 5’ st Maschio 6.5 Abituata a giocare nella linea difensiva entra e fa l'esterno con ottimi risultati. Il terzino che è in lei le fa recuperare diversi palloni, ma è brava anche quando deve spingere in avanti. Coppola 5.5 Non la solita partita da bomber. Riceve pochi palloni e i pochi che riesce a controllare non li gestisce bene. Si sacrifica spostandosi sulla fascia lasciando Barbini punta, ma non è in giornata. 2’ st Magatti 6 Sbaglia il 3-1 di Mancino calciando a lato e all'ultimo di recupero manca il pallone di testa sbagliando anche il 4-1. Entra però con voglia ed è brava nel pressing. All. Colombo 7 Aldilà di qualche sbavatura e di un gol capolavoro da parte delle avversarie, la partita è sempre gestita dalle Azalee che dominano sul piano fisico e su quello del gioco, facendo del possesso palla un'arma letale. La vittoria, seppur in rimonta, è strameritata; ottimo lavoro. CAPRERA Abraini 5.5 La punizione di Barbini è imparabile, così come il gol del 3-1; lascia desiderare il suo intervento su Lettieri in occasione del gol della Diefenthaeler. Non esce benissimo sui cross, anche se è brava a gestire la palla con i piedi. Gomez 5 Si perde Baribini almeno quattro volte e quando a puntarla è Lettieri il risultato è il medesimo; distratta. Sanchez 5 In difficoltà anche con una Coppola non in giornata. Gli inserimenti delle centrocampiste sono un incubo per lei. Può solo guardare Barbini calciare in occasione del gol finale. Masso 5.5 Contiene discretamente Clerici e non le permette quasi mai di creare pericoli, ma quando deve occuparsi di Diefenthaeler è tutta un'altra storia: in due azioni la lascia crossare prima e segnare poi. Paredes 6 L'unica della retroguardia neroverde a restare sempre con la testa in partita. Soffre le sovrapposizioni di Pozzi, ma appena può lancia Diaz e da uno di questi lanci nasce il gol del momentaneo vantaggio. Manea 6 Diefenthaeler non è facile da affrontare ed infatti non riesce quasi mai a sfondare da quella parte; si salva per l'assist alla meraviglia di Diaz. 16’ st Alvarez 5.5 Gioca più di mezz'ora, ma per il poco che ha fatto è sembrata essere in campo per cinque minuti; totalmente fuori dal gioco. Trapani 6 In partita e veloce nelle giocate. L'unica di tutto il centrocampo a poter pensare di competere fisicamente con Vischi e Lettieri (37’ st Cavallo sv). Diaz 6.5 La rapidità mescolata alla tecnica in velocità la portano più volte a rendersi pericolosa in contropiede. Il gol che realizza è un capolavoro assoluto, da rivedere più volte; giocatrice di un'altra categoria (47’ Spinelli sv). Rivilla 5.5 Sulla trequarti non riesce a fare molto, Vischi e Frau la contengono bene. Si stanca troppo presto, ma con voglia corre fino alla fine. Dimaggio 5.5 Pozzi le mangia in testa: non la lascia mai passare e le va via con facilità quando sale sulla fascia. Poco dialogo con Diaz, che avrebbe bisogno di una spalla. Ferreira 5 Vittima del palleggio di Vischi, Lettieri e Frau. Non riesce mai a recuperare palla a centrocampo e si fa spesso saltare quando si tratta di contenere gli inserimenti. All. Fascia 5.5 Nel primo tempo lascia spazi, ma riesce a tenere giocando in contropiede. Dopo il gol del vantaggio il tracollo. Il possesso palla avversario manda in bambola le sue ragazze, che poi fanno fatica anche a ripartire. Per come si era messa, poteva finire meglio di così. ARBITRO Sciolti di Lecce  7 Una partita tranquilla nei primi minuti, ma che si accende nel finale di primo tempo con il nervosismo di Diaz. Bravo a placare gli animi con l'uso dei cartellini. Gara tutto sommato corretta.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400