Cerca

Torino Women-Real Meda Serie C Femminile: Archinà e Levis riportano le granata alla vittoria

Chiara Archinà Torino Women

Chiara Archinà Torino Women

Il Torino Women guidato da Petruzzelli supera le rivali lombarde del Real Meda a metà della ripresa, dopo aver pareggiato prima dell'intervallo, e lascia alle proprie spalle la sconfitta di misura rimediata con lo Speranza Agrate. Autrici della rimonta granata sono prima Chiara Archinà e quindi Maria Speranza Levis, mentre il temporaneo vantaggio delle brianzole porta la firma di Rebecca Arosio alla vigilia della mezzora del primo tempo. Emozioni e giocate intense hanno dominato una partita ancora abbastanza equilibrata nei primi quarantacinque minuti, mentre durante la ripresa il cuore granata si è sicuramente meglio imposto. Per il Real Meda questa è la prima gara senza più Marco Reggiani, che era giunto a Meda nel luglio 2019 dalla galassia femminile rossonera di Milano: sulla panchina della formazione esterna c'era il Direttore Generale del club, Gianni Zaninello. Azione e reazione. Confermati i moduli già presenti nelle due squadre, un 4-3-1-2 per le torelle ed un 4-3-3 con tridente offensivo per il Meda. Da sottolineare, in casa granata, la partenza da titolari di Debora Palmisano e della stessa Archinà al posto rispettivamente di Sara Borello e di Benedetta Maino. Prima azione intrigante è quella di Costanza Molteni per il Real Meda, tuttavia il suo diagonale sinistro risulta troppo alto. Francesca Badiali, sempre per il Meda, stoppa l'avanzata di Jennifer Serna prima che questa possa diventare pericolosa in area. Chiara Ferrario attacca dalla fascia sinistra, ma questa volta è la granata Giada Nicco ad opporsi, spazzando via la sfera. Una punizione di Annalisa Favole dalla trequarti per poco non sfiora la traversa. Su azione concitata in area Arosio coglie l'attimo ideale, portando in vantaggio le lombarde su tiro al volo. Pochi minuti più tardi ecco la risposta del Torino con Levis, abile ad intercettare un succulento pallone in area, però la traiettoria del suo tiro non inquadra lo specchio della porta. Una staffilata ancora di Annalisa Favole dalla trequarti è destinato a terminare in due riprese sui guantoni di Nadia Pizzi. Dal limite dell'area Claudia Zorzetto del Meda trova uno spunto intelligente per segnare, ma Monica Malosti si oppone. Proprio allo scadere del primo tempo, sugli sviluppi di un calcio d'angolo di Annalisa, ci pensa Archinà ad infilare la palla in rete. Dominio e nervi. Nella seconda frazione il match, già di suo abbastanza impostato sul piano fisico, tendere a radicalizzarsi con frequenti falli, pur senza autentiche conseguenze, eccetto un breve episodio che ha come bersaglio Palmisano, ferma a terra per un paio di minuti, poi rialzatasi ma praticamente costretta ad uscire dal campo di gioco. Tra le occasioni del secondo tempo c'è un pallonetto di Zorzetto, parato. Una punizione calciata da Erika Di Lascio, da posizione laterale arretrata, riesce a raggiungere l'area piccola, ma Pizzi vigila. Un nuovo corner di Annalisa per poco non vede Levis agganciare la sfera di testa. Comunque è il Torino a dettare il ritmo di gioco, infatti ancora Levis si riscatta prontamente convogliando alle spalle di Pizzi un pallone rimbalzato in area davanti a lei. Da questo momento il risultato non cambia più, anche se il Real Meda non intende demordere: un rasoterra di Arosio, seppur calciato con veemenza, termina sul fondo sinistro ad una certa distanza dai pali difesi da Malosti. Ancora protagonista Annalisa Favole da calcio d'angolo, ma Pizzi arriva sulla sfera prima di tutte le granata. Nei minuti finali ancora due calci di punizione: il primo da centrocampo di Arosio, il secondo da Annalisa dalla trequarti, tuttavia l'esito, in entrambi i casi, finisce con una parata. [caption id="attachment_283083" align="aligncenter" width="663"] Rebecca Arosio Real Meda Rebecca Arosio Real Meda[/caption]

Il TABELLINO

TORINO WOMEN-REAL MEDA 2-1 RETI (0-1, 2-1): 28' Arosio (R), 45' Archinà (T), 17' st Levis (T). TORINO WOMEN (4-3-1-2): Malosti 7, Nicco 7, Archinà 7.5, Di Lascio 7, Serna 7 (30' st Crisantino 6), Favole Annalisa 8, Rinero 7 (25' st Vitiello 6.5), Palmisano 6.5 (20' st Borello 6.5), Ara 6.5 (42' st Lombardo sv), Levis 7.5, Favole Stefania 7. A disp. Scicli, Capello, Tidona, Maino, Ponzio. All. Petruzzelli 7. Dir. Bardascino - Francini. REAL MEDA (4-3-3): Pizzi 7, Badiali 6.5 (22' st Vai 6.5), Beretta 6.5, Arosio 7.5, Ferrario 7 (20' st Moroni 6.5), Molteni 6.5, Gastaldo 6.5 (35' st Podda sv), Rovelli Chiara 6.5 (44' st Porro sv), Ragone 6.5 (41' st Mariani sv), Zorzetto 7, Roma 6.5. A disp. Ripamonti, Tiziani, Turati, Longo. All. Zaninelli 6. Dir. Romagnolo Paolo. ARBITRO: Tassano di Chiavari 6. COLLABORATORI: Contro e Cencio di Torino. AMMONITE: 35' st Crisantino (T), 40' st Archinà (T).

LE PAGELLE

TORINO WOMEN Malosti 7 Sa gestire con intelligenza le offensive del Meda. Incolpevole sul loro gol, intercetta i calci di punizione ed agevola le ripartenze delle sue compagne di squadra. Più attiva nel primo che nel secondo tempo. Nicco 7 Buon presidio centrale del tridente lombardo. Quando occorre sa intervenire per arginare le offensive troppo pericolose, coordinandosi con Archinà e bloccando i palloni più infidi senza patemi. Archinà 7.5 Corre, combatte e trova il pareggio all'occorrenza, permettendo così un intervallo senza eccessive pressioni. Ha il talento di vincere i contrasti al momento più opportuno del gioco. Di Lascio 7 A centrocampo l'intesa è sempre buona: sa creare spunti originali e consente alla fase offensiva di svilupparsi agevolmente. Vince, giocando l'intera gara, la sfida diretta con Badiali del Meda. Serna 7 Capacità all'altezza per la punta granata, abile a creare dal nulla giocate molto spesso pericolose con grinta e grande determinazione. Match sicuramente più che positivo per lei. 30' st Crisantino 6 Entra nell'ultimo quarto d'ora e viene ammonita per un fallo. Cerca di aiutare la squadra a resistere alla manovra tattica del Meda. A. Favole 8 Pur non segnando è lei a tenere alta la concentrazione del gruppo: tra calci d'angolo e di punizione, interviene sempre e comunque con grande sicurezza e maturità tecnica davvero fuori dal comune. Rinero 7 Presidia la fascia destra ed amministra i palloni che transitano dalle sue parti: una presenza costante e piena di buoni propositi fino a quando viene sostituita. 25' st Vitiello 6.5 Acuta, intuitiva, dinamica, senza dubbi o esitazioni, lei sa guidare le manovre del team con lucidità e notevole consapevolezza. Una conferma per questa 2000 che non deluderà nelle stagioni future. Palmisano 6.5 Sulla fascia sinistra mette il suo sigillo di garanzia e fa reggere bene lo schema difensivo granata, combattendo le offensive soprattutto della sua diretta avversaria Molteni. 20' st Borello 6.5 Assolutamente nulla da eccepire in questo incontro, pur entrando nella ripresa, quindi stavolta non da titolare. La difesa resiste facendo scudo contro le mire offensive del Meda. Ara 6.5 Centrocampo gagliardo e pieno di fantasia nei momenti di maggiore spinta del gioco granata. Continua a mantenere alto il ritmo fino alla naturale conclusione dello spettacolo. Levis 7.5 Cosa bisogna dire o chiedere di più a quanto produce questa punta piena di brio e spirito d'iniziativa? Praticamente nulla: lei sa sfruttare con estrema concentrazione l'occasione perfetta per imprimere il definitivo 2-1 della gara. S. Favole 7 Il sangue freddo per lottare sulla fascia destra e ridurre le aspettative delle lombarde non l'abbandona mai: ecco un'altra perla di bel gioco e di splendida coordinazione tra le retrovie, da lì non si transita. All. Petruzzelli 7 Decisivo riscatto dopo la gara persa con lo Speranza Agrate nello scorso turno due settimane orsono. L'allenatore granata ha conquistato tre punti a pieno diritto e si prepara per la parte finale del campionato. [caption id="attachment_283081" align="aligncenter" width="858"] Il Torino Women festeggia la vittoria Il Torino Women festeggia la vittoria[/caption] REAL MEDA Pizzi 7 Nonostante le due reti subìte, salva più volte il risultato da passivi ben peggiori, specialmente nel secondo atto dell'incontro. Prestazione comunque positiva. Badiali 6.5 A centrocampo combatte e resiste il più possibile al fraseggio organizzato dalle granata: il duello diretto con Di Lascio impressiona le due panchine fino alla sua uscita. 22' st Vai 6.5 Fornisce sempre il suo contributo nei minuti più decisivi della seconda parte della ripresa. Quando serve non si tira indietro nei contrasti: ben fatto davvero. Beretta 6.5 Nelle retrovie sa svolgere le sue mansioni con forza e convinzione, ottenendo buoni risultati, soprattutto durante la prima frazione del match. Prova di certo superata. Arosio 7.5 Sigla il momentaneo vantaggio della sua squadra ed amministra con grazia e sicurezza ogni azione sulla fascia destra. Brava ad impensierire la difesa del Toro, punizione finale interessante. Ferrario 7 Attaccante con stile e stoffa da vendere. Ottimi passaggi e coordinazione con le altre componenti della formazione, è un elemento praticamente insostituibile per tutti e tutte. 20' st Moroni 6.5 Secondo tempo acuto ed in soccorso quando l'occasione richiede un suo diretto intervento. Incide sugli sviluppi e le ripartenze della squadra, non delude mai. Molteni 6.5 Attacco brioso e determinato, conosce bene i ritmi ed i tempi migliori per impostare l'azione della squadra. Ormai una colonna per il Real Meda. Gastaldo 6.5 La fascia sinistra non teme defezioni o pericoli di sorta sotto la sua oculata gestione. Sa prendersi i tempi giusti per dei capovolgimenti di fronte. C. Rovelli 6.5 Molto accorta e concentrata per presidiare l'area da posizione centrale. Un suo intervento salva in alcune occasioni il risultato. Davvero promettente. Ragone 6.5 Il centrocampo rimane stabile e senza scossoni grazie ai suoi interventi, permettendo degli oculati interventi sulla propria fascia sinistra. Talentuosa. Zorzetto 7 Ci crede veramente fino all'ultimo minuto: mai doma o rinunciataria, i suoi spunti alimentano le aspettative dell'intero gruppo in entrambi i tempi di gioco, non si affatica praticamente mai. Roma 6.5 Fascia destra garantita e pienamente operativa fin quando il direttore di gara non manda tutte negli spogliatoi. Ogni tanto si vedono lampi di grande maturità tecnica. All. Zaninelli 6 Impegnato a prendere le redini della squadra dopo la fine dell'era Reggiani, lui conosce molto bene le sue giocatrici, le sa motivare dopo alcune prestazioni in ombra della squadra, però non può impedire la sconfitta conclusiva. ARBITRO Tassano di Chiavari 6 Il direttore di gara è chiamato a tenere a freno le redini di due formazioni rocciose che non risparmiano nulla alle rispettive avversarie. Forse ogni tanto potrebbe dare l'impressione di poco decisionismo, ma, in realtà, preferisce lasciare spazio al gioco non spezzando troppo il gioco, sebbene i falli non manchino di certo. [caption id="attachment_283088" align="aligncenter" width="753"] Maria Speranza Levis Torino Women Maria Speranza Levis Torino Women[/caption]

LE INTERVISTE

Gianluca Petruzzelli, tecnico del Torino Women: «Vittoria sicuramente meritata, la squadra non ha dovuto subire praticamente nulla nel secondo tempo, anzi potevamo terminare con un risultato anche più ampio». Pamela Campisano, presidente del Real Meda: «Ho visto un cambio notevole di mentalità, ci occorreva un punto di svolta che è arrivato, al di là del risultato finale. Il bilancio della squadra rimane positivo. A nostro avviso il primo gol del Torino è frutto di un errore tecnico arbitrale».
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400