Cerca

FeralpiSalò-Alessandria Play Off Serie C: Scarsella-gol, il sogno dei Leoni del Garda prosegue

feralpisalo_-alessandria
Come contro il Bari, la FeralpiSalò inizia a portarsi avanti per la questione passaggio del turno. Molto brava la squadra di Massimo Pavanel a superare seppur di misura un'Alessandria, che entra in gioco a quasi un mese dai suoi ultimi impegni di campionato. Grigi sì all'asciutto in termini di partite giocate ma sempre squadra con molti elementi di esperienza nel proprio organico. Ragion per cui una prestazione abulica come quella che si è vista a Salò non è assolutamente accettabile per la compagine di Moreno Longo. Primo tempo con difficoltà a fare gioco, ripresa con qualche spunto ma non sufficiente per rimediare almeno un pari contro i bresciani. Che a questo punto nel ritorno di mercoledì 2 giugno avranno dalla loro due risultati su tre per arrivare alla Final Four. Proprio come contro il Bari. Scarsella Rulez In avvio le due squadre hanno un atteggiamento affatto remissivo. La FeralpiSalò si presenta con un 4-3-3, l'Alessandria risponde con un 3-4-3 molto tendente al 3-4-2-1 con Mustacchio e Arrighini che si abbassano spesso. Buona la partenza dei bresciani, con un paio di calci d'angolo conquistati. I grigi bussano dalle parti di De Lucia con un cross di Prestia, che all'11' l'estremo difensore di casa abbranca sicuro. Il gioco ristagna nonostante ci siano le opportunità per vedere una buona partita, e ci vuole un'accelerazione improvvisa per sbloccare l'incontro. Al 20' D'Orazio ha spazio sulla sinistra per mettere in mezzo la palla, Scarsella è molto abile a sovrastare il pur esperto Parodi e la palla colpita di testa dal giocatore della FeralpiSalò è imparabile per Pisseri. 1-0. L'Alessandria non fa fatica a reagire. Al 25' Mustacchio innesca Parodi, parecchio voglioso di riscattarsi dall'episodio precedente, cross in mezzo per l'ariete Eusepi che costringe al miracolo De Lucia. Si potrebbe pensare ad un forcing mandrogno ma è invece Pisseri alla mezz'ora a negare il raddoppio a Tulli. Il primo tempo passa così in cavalleria, con un tiro da fuori di Bergonzi, che il portiere alessandrino guarda scorrere a lato senza particolare apprensione. Grigi imprecisi Nel secondo parziale ci si aspetta una riscossa dagli uomini di Longo, e al 2' si desta Arrighini, quasi assente nel primo tempo: tocco sotto porta deviato da Giani in angolo. Paradossalmente si tratta però dell'unica iniziativa offensiva seria dell'Alessandria nei primi minuti. Il caldo sembra farla da padrone e ciò complica la vita ai grigi. Parte la prima girandola di cambi (forzato quello di Guerra tra le fila della Feralpi, causa infortunio), ma il canovaccio della gara rimane lo stesso. Al 20' colpo di testa di Giorno su cross di Celia ma la sfera è sul fondo senza impensierire troppo De Lucia. Si deve arrivare fin dopo la mezz'ora per vedere l'ultimo tentativo della squadra di Longo. Gran palla messa dentro da Di Quinzio per Giorno, girata in porta e sfera che sfila sul fondo distante neanche un metro dai pali della porta bresciana. Chiude tutto Frediani al 38': sotto porta calcia fuori e l'1-0 della FeralpiSalò non si schioda dal tabellino. Molto bene la squadra di Pavanel, sotto tono l'Alessandria, che ha pagato l'assenza di Bellodi ma non ha comunque fornito una prestazione affatto convincente.

IL TABELLINO

FeralpiSalò-Alessandria 1-0 RETI: 20' Scarsella (F). FERALPISALÒ (4-3-3): De Lucia 6.5, Bergonzi 6.5, Giani 7, Bacchetti 7, Brogni 6.5 (36' st Farabegoli sv), Hergheligiu 6 (25' st Gavioli 6), Guidetti 6.5, Scarsella 7, D'Orazio 6 (6' st Ceccarelli 6.5), Guerra 6.5 (6' st Miracoli 6.5), Tulli 7 (36' st Iotti sv). A disp. Liverani, Morosini, Petrucci, Pinardi, Rizzo, Venturelli. All. Pavanel 7. ALESSANDRIA (3-4-3): Pisseri 5.5, Parodi 5.5, Di Gennaro 6, Prestia 6.5, Chiarello 6 (34' st Di Quinzio sv), Giorno 5.5, Bruccini 6 (21' st Casarini 6), Celia 5.5, Mustacchio 5.5 (34' st Frediani sv), Eusepi 5 (18' st Corazza 6), Arrighini 5.5. A disp. Cosenza, Crisanto, Gazzi, Macchioni, Mora, Podda, Rubin, Stanco. All. Longo 6. ARBITRO: Cosso di Reggio Calabria  6.5. ASSISTENTI: Barone di Roma 1  e Pompei Poentini di Pesaro. AMMONITI: Ceccarelli (F), Di Gennaro (A), Giorno (A), Bruccini (A), Mustacchio (A).
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400