Cerca

Independiente Ivrea-Caprera Serie C Femminile: Baudin, Grassino e Mancuso. Tre gol e tre punti per le orange

Francesca Baudin dell'Independiente Ivrea

Francesca Baudin dell'Independiente Ivrea

Il ritrovato pubblico sugli spalti di Bollengo fa da cornice alla gloriosa cavalcata dell'Independiente ai danni di un Caprera ridotto ai minimi termini. I sardi si sono presentati oggi con undici ragazze contate tra cui due portieri. Finisce 3-1 e accade tutto nel secondo tempo. Prima Diaz per le ospiti, poi Baudin dalla panchina, Grassino e Mancuso su rigore ristabiliscono le gerarchie. Il Caprera, nonostante le difficoltà dovute alle mancanze, ha rispettato l'impegno ed è scesa in campo senza fare brutta figura. La numero 10 Diaz ha addirittura illuso l'allenatore Fascia e le compagne segnando il gol del vantaggio, ma la rabbiosa reazione delle eporediesi non è mancata. Grazie ai cambi fatti dal tecnico Pairotto, l'Independiente si porta a casa altri tre punti dopo lo stop contro il Genoa. L'obiettivo è ora quello di agganciare l'Azalee al settimo posto. Caprera che invece incappa nell'ennesima sconfitta del campionato, ma la zona retrocessione è dietro di ancora di cinque punti. La salvezza è sempre più vicina. Il caldo padroneggia nel primo tempo. Le formazioni prima della partita hanno fatto pensare ad una facilissima vittoria delle ragazze di casa con una differenza reti spropositata. Invece non è proprio andata così. La vittoria è arrivata, ma l'Independiente è prima andata a fondo dopo il bel gol di Diaz, poi piano piano è riemersa per poi portarsi a casa la vittoria con una convincente prestazione soprattutto sotto l'aspetto mentale. Il ritrovato pubblico sugli spalti ha sicuramente generato un po' di tensione tra le ragazze di Pairotto, poco concrete davanti alla porta nelle rare occasioni che hanno avuto nel primo tempo. Inoltre, il primo vero caldo estivo di oggi ha drasticamente rallentato la velocità di gioco delle ventidue in campo, favorendo le sarde costrette a giocare basse e a ripartire solo in contropiede. Occasioni che, come detto, sono state davvero poche. L'unica vera palla gol per le orange capita all'ultimo secondo del primo tempo. Una gran punizione di Mancuso colpisce il palo e sulla ribattuta Di Bitonto viene clamorosamente fermata da un grandissimo intervento in tuffo del portiere avversario. A fine primo tempo è ancora 0-0. Illusione Caprera, poi dilaga l'Inde. Considerato il finale della prima frazione di gioco ci si aspettava un secondo tempo simile: ritmi bassi per il caldo e giro palla dell'Independiente per cercare di bucare la ben schierata difesa sarda. Tutto ciò, però, non accade perché Diaz, come un fulmine a ciel sereno, porta in vantaggio le sue. La velocissima e tecnicamente dotata numero 10 del Caprera sfrutta un lancio lungo della difesa e, complice un errore in uscita di Salvati, disegna una parabola in pallonetto che, dai venti metri, entra in porta senza trovare ostacoli davanti. Cade il silenzio nello stadio. Probabilmente neanche l'allenatore Fascia poteva aspettarsi di trovare il gol oggi. Per circa quindici minuti l'Inde dimostra di aver subito il colpo e di essere quasi KO: il giro palla diventa ora impreciso e sale il nervosismo in campo. La partita, però, prende una piega ben diversa al 20' quando la subentrata Baudin sigla il primo gol delle orange. Ben posizionata in area, trova il pallone su un bel cross di Mussano e insacca sotto la traversa. Non può nulla il portiere avversario Rossetti che fino a quel momento era stata la migliore in campo. La squadra di casa in un batter d'occhio ha ritrovato il coraggio che sembrava smarrito. La superiorità tecnica ha così modo di venir fuori ed ecco che quindi, tre minuti più tardi, il faro dell'attacco orange Grassino trova il gol del vantaggio. Da attaccante quale lei è, sfrutta una mischia in area per superare il portiere con un tap-in. Gol facile facile, ma da vera bomber. La rimonta è ora completata e l'Independiente è visibilmente libera di testa. Al 34' arriva anche la gioia per Mancuso, dopo il palo colpito nel primo tempo. La 4 orange segna su rigore dopo una trattenuta ai danni di Grassino. Pairotto, prima dello scadere, ha anche il tempo di far esordire la giovane Giulino, classe 2004. Senza recupero l'arbitro Coradi fischia tre volte e può iniziare la festa delle ragazze di casa, finalmente vittoriose davanti al loro pubblico. Menzione d'onore ancora per il Caprera che ha onorato l'impegno nonostante il lungo viaggio e le difficoltà: grande spirito sportivo.

IL TABELLINO

INDEPENDIENTE-FEMM.CAPRERA 3-1 RETI (0-1, 3-1): 4' st Diaz Ferrer (F), 20' st Baudin (I), 23' st Grassino (I), 34' st rig. Mancuso (I). INDEPENDIENTE (4-3-3): Salvati 6, Dreon Giulia 6 (11' st Sterrantino 6), Angela 6, Mancuso 7, Trabucco 6 (1' st Nicastro 6), Ambrosi 6.5, Lavarone 6.5, Bionaz 6.5 (11' st Baudin 7.5), Mussano 6, Grassino 7 (37' st Gulino sv), Di Bitonto 5.5 (1' st Dreon Monica 6). A disp. Mognol, Noascone, Corzetto, Tosetto. All. Pairotto 6.5. FEMM.CAPRERA (4-4-2): Rossetti Giorgia 6.5, Spinelli 5.5, Ionescu 5.5, Ferreira Domingos Oliva 5.5, Manea 6, Trapani 6, Cavallo 5.5, Diaz Ferrer 7, Rivilla Ramirez 6, Dimaggio 5.5, Abraini 6. All. Fascia 6. ARBITRO: Coradi di Brescia 6.5.

LE PAGELLE

INDEPENDIENTE IVREA:  Salvati 6 È spettatrice non pagante dell'incontro tranne nell'occasione del gol subito in cui sbaglia i tempi dell'uscita. Dreon G. 6 Prova sufficiente per il capitano orange sulla fascia destra. Presente in fase di spinta e accorta, quando necessario, in difesa. 11' st Sterrantino 6 Entra quando la partita è ancora in salita. Spinge come si deve sulla fascia destra e non a caso, da quella posizione, parte il cross per il gol dell' 1-1. Angela 6 Si fa vedere ogni tanto sulla corsia sinistra. Brava nel calciare i corner: certi cross erano solo da spingere in porta. Mancuso 7 Oltre che essere sempre la migliore in difesa oggi è anche goleador. Prima un palo su punizione, poi un bel rigore le regala la gioia personale. Bene così. Trabucco 6 Prova sufficiente in cui ha dovuto combinare poco per difendere la sua porta, complici le deboli avanzate del Caprera. 1' st Nicastro 6 Prende il posto in difesa e fin da subito non è precisissima. Migliora con il passare dei minuti. Ambrosi 6.5 Compito fondamentale il suo in regia. Oggi l'assenza di Cantoro si fa sentire, ma lei è brava a servire in profondità le sue compagne. Lavarone 6.5 Solita grande prestazione di sostanza, sia a centrocampo sia in fase più offensiva. Bionaz 6.5 Prima partita da titolare in prima squadra per la classe 2003. Dimostra di non sentire la pressione e di essere pronta per stare con le grandi. Molto dotata tecnicamente. 11' st Baudin 7.5 Oggi è lei a meritarsi la foto di copertina. Grazie al suo gol l'Independiente torna a respirare e si porta poi a casa la vittoria. Entra come si deve, con lo spirito giusto. Mussano 6 Anche oggi parecchio sprecona. Le vengono annullati due gol per fuorigioco, è vero, ma ha anche avuto occasioni regolari e non ha saputo sfruttarle. Bene però nell'assist per Baudini. Grassino 7 Segna un gol da vero attaccante ed è sempre disponibile a dialogare con le compagne. Buona prestazione. Di Bitonto 5.5 Gioca un solo tempo e non è mai pericolosa. Esce a fine primo tempo per far entrare la più esperta Dreon M. 1' st Dreon M. 6 Si mette in mezzo al campo a dare maggior ordine e a preparare le offensive delle compagne. All. Pairotto 6.5 Dopo 65' di apnea le sue ragazze aprono le danze per la vittoria. Tutto sommato è un buon risultato, nonostante le difficoltà avversarie.   CAPRERA R ossetti 6.5 Benissimo nel primo tempo con un paio di interventi decisivi, ma affonda come tutta la squadra nel secondo tempo. Spinelli 5.5 Mai al centro delle dinamiche di gioco. Caprera che oggi ha fatto molta difficoltà sulle fasce. Ionescu 5.5 Gioca in attacco, ma non si fa mai vedere. Merito anche della difesa avversaria, sempre attenta e concentrata. Ferreira Domingos Oliva 5.5 Subisce per tutto il secondo tempo gli attacchi di Grassino e compagne. Manea 6 Non sfigura in mezzo al campo. Riesce a servire più volte la veloce Diaz in profondità. Trapani 6 Oggi meglio di Ferreira in difesa. Fa sentire il suo fisico quando necessario. Cavallo 5.5 Anche lei si fa vedere poco sulla corsia sinistra, nonostante sia una delle migliori giocatrici del Caprera. Diaz Ferrar 7 La numero 10 che gioca da numero 10. Gran gol nel secondo tempo, ma oltre alla rete è l'unica davvero pericolosa tra le sarde. Rivilla Ramirez 6 Prestazione sufficiente in mezzo al campo, soprattutto nel primo tempo. Dimaggio 5.5 Mai precisissima in fase difensiva, dalla sua corsia parte il cross del primo gol orange. Abraini 6 Merita la sufficienza a prescindere perchè lei è in realtà un portiere. Le vanno quindi perdonati alcuni errori in fase difensiva, soprattutto nel secondo tempo quando cade la fortezza del Caprera. All. Fascia 6 Più di così non si poteva fare. Brave le ragazze ad onorare la sfida e a trovare addirittura il gol del vantaggio. Impossibile resistere a tutte le avanzate orange del secondo tempo. ARBITRO:  Sig. Coradi di Brescia 6.5 Arbitro di personalità. Partita non difficilissima, ma il rigore c'era e c'erano anche i due fuorigioco sui due gol di Mussano.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400