Cerca

Torino Women-Azalee Serie C Femminile: Levis, Serna e una glaciale Favole dal dischetto blindano il secondo posto in solitaria per le granata

Maria Speranza Levis

Maria Speranza Levis

Il Torino Women non frena la corsa per la conquista del secondo posto: vittoria per 3-2 contro l'Azalee del tecnico Paolo Colombo al termine di una gara combattuta con il coltello tra i denti da ambedue le parti. Il match, ormai terzultimo della stagione e iniziato con un minuto di silenzio per la prematura scomparsa della mamma di Giusy Vitiello, ha regalato tanto bel calcio e adrenalina fino al novantesimo minuto grazie alle reti di Diefenthaeler e Barbini che ne hanno riacceso le sorti. Quarantacinque minuti di dominio a testa: pungenti le padroni di casa nel primo tempo, gran prova di coraggio dell'Azalee nel secondo alla disperata ricerca di una rete che regalasse il pareggio nonostante ormai non ci sia più molto da chiedere alla classifica. Il solito cecchino Levis apre la danza dei gol e una glaciale Annalisa Favole, nel momento più delicato della gara per la squadra casalinga, riporta lo scarto a due reti calciando un rigore pressoché perfetto. Tanto Toro! Le padroni di casa, guidate dal tecnico Petruzzelli e capitanate dalla veterana Giada Nicco, partono in attacco collezionando due calci d'angolo nel giro di pochi minuti senza però sfruttarli a dovere. Le Azalee, la cui difesa contiene a fatica l'avanzata granata, vantano un buon giro palla in fase di possesso che permette loro di rendersi protagoniste con un scambio di prima tra Elena Maschio e Caterina Magatti; la retroguardia casalinga non si lascia però facilmente sorprendere e sventa prontamente il pericolo. La sblocca, dopo sette minuti dal fischio di inizio, Maria Levis con una delle sue giocate da manuale; nessuno scampo per il portiere Migliazza che paga a caro prezzo la posizione troppo avanzata. La fase offensiva del Torino Women non cenna a terminare: tenta la conclusione un'ispiratissima Annalisa Favole dapprima con un tiro molto potente ma poco preciso perché possa terminare in porta e in seguito da calcio piazzato senza però trovare il gol. Non marcatrice nel primo tempo ma ottima assist-woman Favole: il raddoppio del Torino Women, avvenuto a metà del primo tempo e che porta la firma di Jennifer Serna, passa dal suo fenomenale assist. Le Azalee, nonostante poca pericolosità e nessuna azione degna di lode, non hanno mai smesso di giocare un minuto e il campo le premia: dopo qualche flebile occasione prima con Silvia Crestan e successivamente con la solita Elena Maschio, arriva il gol che rimette le carte in tavola targato Laisla Diefenthaeler, che approfitta di un malinteso difensivo per infilarla nel sacco e chiudere il primo tempo sotto di un solo gol. Una battaglia fino all'ultimo respiro! Le Azalee del tecnico Paolo Colombo ripartono con una sostituzione: dentro Federica Clerici, fuori Elisabetta Pozzi per fornire alla squadra fresche energie. Non è dato sapersi cosa si siano dette le lombarde negli spogliatoi ma di certo si è trattato di un un intervallo proficuo, è un'altra squadra quella scesa in campo nel secondo tempo; più aggressive e bramose di rivoltare le sorti della partita, le Azalee ci provano al terzo minuto con Gaia Barbini che sgancia un tiro terminato di poco oltre il palo della porta e successivamente calcia una punizione dal limite dell'area che non trova, però, una bella conclusione. Il Torino Women è in difficoltà a frenare l'avanzata delle lombarde: ancora un'occasione all'undicesimo dalla ripresa creata da Fabiana Vischi che, con un lancio lungo quanto calibrato, permette alla compagna Noemi Lettieri di entrare in area di rigore, ad attenderla c'è però una comoda Monica Malosti. Nel momento più delicato e difficoltoso della partita, il Torino Women ha la possibilità di allungare le distanze con un calcio di rigore fischiato dall'arbitro Anna Fazza della Sezione di Schio; a posizionarsi sul dischetto è Annalisa Favole che, senza alcun timore e con maestria, tira una cannonata spiazzando totalmente il portiere Migliazza. Non c'è però pace per la squadra del tecnico Gianluca Petruzzelli, le Azalee sono sempre in agguato: al diciottesimo minuto arriva il gol del raddoppio firmato Gaia Barbini, complice un brutto errore di Malosti che si lascia sfuggire il pallone dalle mani. Cè tanta agitazione e fretta nel finale: il Torino Women difende il vantaggio a denti stretti con tutta la squadra riversata in difesa e la sola Giulia Crisantino avanzata. Cinque minuti di recupero concessi dall'arbitro Fazza non sono sufficienti alla squadra del tecnico Colombo per strappare il punto: il Torino Women, a tre giornate dalla fine, è in solitaria al secondo posto.

IL TABELLINO

TORINO WOMEN-AZALEE 3-2 RETI (2-0, 2-1, 3-1, 3-2): 7' Levis (T), 21' Serna (T), 37' Diefenthaeler (A), 12' st rig. Favole Annalisa (T), 18' st Barbini (A). TORINO WOMEN: Malosti 5.5, Nicco 6.5, Archinà 6.5 (33' st Maino sv), Borello 6 (28' st Lombardo 6), Di Lascio 6.5, Serna 7 (33' st Ponzio sv), Favole Annalisa 8, Gonnet 6 (13' st Palmisano 6), Ara 6.5, Levis 7.5 (38' st Crisantino sv), Favole Stefania 6.5. A disp. Scicli. All. Petruzzelli 7. Dir. Francini - Bardascino. AZALEE: Migliazza 5.5, Gino 6, Maschio 6.5 (9' st Coppola 7), Del Raso 6, Barbini 7, Crestan 6, Magatti 5.5 (41' st Seghetto sv), Pozzi 5.5 (1' st Clerici 5.5), Lettieri 5.5, Vischi 6.5, Diefenthaeler 7. A disp. Presutti, Frau, Apadula, Marchiori, Petruzzi, Russillo. All. Colombo 5.5. Dir. Baccalini. AMMONITI: 27' st Barbini (A), 32' st Lombardo (T).

LE PAGELLE

TORINO WOMEN Malosti 5.5 Non il solito muro impenetrabile che siamo abituati a vedere in campo. Non brillante sul primo gol, pesa l'errore sulla rete di Barbini. Si salva per l'esperienza e gli ottimi rinvii che hanno permesso alla squadra di ripartire brillantemente. Nicco 6.5 Una bella prestazione portata a casa! Sempre vigile in difesa, è intervenuta con giocate semplici ma efficaci mantenendo alta la concentrazione anche nella fase più delicata della gara. Archinà 6.5 Qualche svista, fortunatamente innocua, non inficia sulla buona gara svolta. Non solo chiusure e marcature ben eseguite ma anche tanta voce e grinta nel guidare le compagne nell'ultima fase di gioco. (33' st Maino sv). Borello 6 Ha contribuito all'ottima prestazione di squadra del primo tempo senza però riservarsi un posto al centro dell'azione, risultando poco impattante sulla partita. 28' st Lombardo 6 È entrata con la giusta grinta e determinazione nel finale di partita. Peccato per qualche palla persa e il fallo che le è costato un cartellino giallo. Di Lascio 6.5 Molto bene nella gestione del vantaggio e nel giro palla in fase di possesso, c'è però da dire che da lei ci si aspetta più incisività in fase offensiva. Serna 7 Al di là del gol, non si è resa pericolosa in molte altre azioni. Brava però a smarcarsi e non lasciare intendere alle avversarie i propri movimenti. (33' st Ponzio sv). Favole Annalisa 8 È il campo a parlare: assist, gol e tante occasioni create. Fantasiosa nelle giocate e veloce negli scambi, numerosi i passaggi ben calibrati che le hanno permesso di rilevarsi un'insidia per le avversarie. Più lucidità in fase di finalizzazione le avrebbe regalato una prestazione ancora più stupefacente. Gonnet 6 Non si è spinta molto oltre l'ordinaria amministrazione, giocate semplici e non troppo imprevedibili non le hanno permesso di lasciare il segno. 13' st Palmisano 6 Le sue fresche energie hanno permesso al centrocampo di rifiatare e ritrovare velocità, non si è però resa protagonista di una prestazione che vada oltre la sufficienza. Ara 6.5 Ben posizionata in campo e pronta a ricevere palla, è stata di fondamentale aiuto alle compagne di squadra in fase di costruzione e impostazione delle azioni. Levis 7.5 Sblocca la partita dimostrando ancora una volta tutta la sua prontezza sotto porta, molto ricercata e brava a smarcarsi per tempo. Peccato si sia persa nel secondo tempo non risultato altrettanto pericolosa. (38' st Crisantino sv). Favole Stefania 6.5 Si giostra con abilità le avversarie, passaggi efficaci e tanta corsa. Brava ad intuire le mosse delle avversarie e anticiparle. All. Petruzzelli 7 Ha più volte cambiato l'assetto tattico della partita, trovando la giusta quadra. Bene a comprendere le esigenze della squadra e effettuare i cambi nei giusti momenti così da avere a disposizione forze nuove. AZALEE Migliazza 5.5 Una posizione troppo avanzata le è costata cara in più di un'occasione, può nulla sul rigore calciato da Favole. Male i rinvii lunghi, calciati con spropositata potenza e spesso fuori dalla linee del rettangolo di gioco. Gino 6 Bene a metà: un po' persa nel primo tempo, si è ripresa negli ultimi quarantacinque minuti fornendo una mano anche in fase offensiva. Maschio 6.5 Una delle calciatrici più attive del primo tempo, sia in fase difensiva che offensiva con qualche guizzo niente male. Bene anche nei passaggi, puntuali e ben calibrati ma non sfruttati a dovere dalle compagne. 9' st Coppola 7 Il suo ingresso ha letteralmente spaccato la partita, combatte e insegue ogni pallone. Nessun gol trovato ma pericolosa in più di un'occasione. Del Raso 6 Fa il suo lavoro in fase difensiva senza alcuna giocata memorabile né sviste pesanti. Barbini 7 Autrice del gol e di qualche bella giocata, peccato abbia creato pochi e flebili pericoli nella metà campo avversaria. Crestan 6 Non si spinge oltre qualche guizzo offensivo. Nel finale di gara ha investito tutte le proprie forze senza però incidere sul risultato finale. Magatti 5.5 Si è vista poco durante l'intera gara, in aggiunta qualche passaggio sbagliato e qualche stop mal eseguito non le permettono di arrivare alla sufficienza. (41' st Seghetto sv). Pozzi 5.5 Anche lei un'assente ingiustificata: spesso troppo defilata, non ha deliziato nel primo tempo con nessuna occasione degna di nota. 1' st Clerici 5.5 Non alza di molto il livello della compagna, il suo ingresso non incide più di tanto sulla prestazione. Lettieri 5.5 Poca costruzione di gioco e tante palle non controllare nel migliore dei modi, non una delle sue migliori giornate. Vischi 6.5 Molto più vivace nel secondo tempo, ha impostato qualche azione promettente senza però trovare consacrazione. Troppa fretta nel liberarsi del pallone ma da premiare lo sforzo del provarci fino all'ultimo secondo. Diefenthaeler 7 Un punto di riferimento per le compagne di squadra, brava a portare palla e tentare la finalizzazione. Ha giocato un ottimo secondo tempo, tanta corsa e bella impostazione delle azioni. All. Colombo 5.5 Ha saputo dare un volto nuovo alla squadra nel secondo tempo ma poco comprensibile la scelta di non far rifiatare la formazione con qualche sostituzione in più.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400