Cerca

Alessandria-Padova Serie C: dal dischetto Gasbarro sbaglia, Rubin no. Longo-landia vola in B

WhatsApp Image 2021-06-17 at 14.33.31
Gasbarro calcia fuori (folle decisione di voler piazzare il tiro) e Rubin centra il bersaglio. Così attorno alle 20.45 è stata decretata ai rigori la promozione in Serie B dell'Alessandra, giunta dopo la doppia finale play off terminata 0-0 e con i tempi supplementari che hanno dato identico esito di parità. Padova con la rabbia agli occhi e grigi che tornano nella serie cadetta dopo 46 anni dall'ultima apparizione. Il perfetto capolavoro di Moreno Longo: il tecnico si era giocato tanto a gennaio scendendo di due categorie rispetto alla Serie A della scorsa stagione con il Torino, aveva una fuoriserie migliorata ancor di più dallo scorso mercato di gennaio, e, dopo un campionato amaramente concluso al secondo posto è riuscito a farsi strada nei play off con la curiosità di trionfare nella fase nazionale vincendo appena 2 partite sulle 6 giocate (vittoria e sconfitta contro la FeralpiSalò, vittoria e pareggio contro l'Albinoleffe, doppio pareggio contro il Padova). Schermaglie Il match inizia subito con un'occasione per parte. Già al 3' sugli sviluppi di un corner per i veneti, gran colpo di testa di Kresic e la palla termina fuori di poco. Passano 5' ed ecco un doppio intervento del portiere del Padova: prima di un tiro dal limite di Corazza, poi su un tiro-cross di Parodi, Dini è bravo ad intervenire. All'11' ecco il primo cross di Mustacchio dalla destra della gara: palla tesa in mezzo, il portiere allontana. Il ritmo è avvincente e al 19' Jelenic si trova a tu per tu con Pisseri, tenta di angolare il tiro, ma il portiere grigio respinge. Replica subito l'Alessandria un minuto dopo: destro a giro di Arrighini e Dini devia in corner. Per rivedere altre occasioni bisogna saltare oltre la mezz'ora. Al 34' Bruccini da punizione trova l'esterno della rete. Per il Padova invece ci prova Chiricò dal limite al 44' e la palla termine di poco fuori dopo una deviazione. Primo tempo all'insegna del grande equilibrio in campo. Dal dischetto Nella ripresa è il Padova ad avere la prima occasionissima del parziale: al 18' veloce ripartenza di Ronaldo, passaggio smarcante per Biasci che a tu per tu con Pisseri esalta i riflessi del portiere di casa non trovando il vantaggio. La risposta dell'Alessandria arriva alla mezz'ora. Arrighini fa il bello ed il cattivo tempo sulla sinistra, cross in mezzo per Mustacchio che colpisce bene di testa e costringe Dini alla parata in corner. La partita si avvia lentamente verso il supplementari e con poche occasioni, dal momento che solo al 37' Pisseri deve ancora intervenire su una conclusione da posizione defilata di Saber. Nel primo dei due over-time si registra solo una punizione di Ronaldo che termina oltre la traversa al 98', nel secondo invece non succede praticamente nulla se non giocatori che crollano al suolo colti da crampi, o cambi studiati in vista della lotteria dei calci di rigore. Lotteria che vede il Padova calcia per primo e arenarsi però sul 4-4 quando Gasbarro si piazza per la rincorsa per il suo mancino, ma angola troppo il tiro a incrociare e deposita a lato. Poco dopo ben più preciso e potente è Rubin, e al Moccagatta si può fare festa dopo un attesa di 45 anni.

IL TABELLINO

Alessandria-Padova 0-0 (5-4 dcr) SEQUENZA CALCI DI RIGORE: Ronaldo (P) gol, Bruccini (A) gol, Paponi (P) gol, Stanco (A) gol, Curcio (P) gol, Eusepi (A) gol, Rossettini (P) gol, Giorno (A), Gasbarro (P) fuori, Rubin (A) gol. ALESSANDRIA (3-4-3): Pisseri 7, Parodi 6.5 (15' sts Rubin 7), Di Gennaro 6, Prestia 6, Mustacchio 6.5, Casarini 6.5 (23' st Giorno 6), Bruccini 6, Celia 6.5, Chiarello 6 (23' st Di Quinzio 6), Corazza 6.5 (9' sts Stanco 6), Arrighini 6.5 (35' st Eusepi 6.5). A disp. Crisanto, Gazzi, Frediani, Crosta, Macchioni, Mora. All. Longo 7. PADOVA (4-3-2-1): Dini 7, Germano 6, Rossettini 7, Kresic 6.5, Curcio 6, Saber 6.5 (3' pts M. Mandorlini 6), Hallfredsson 6.5 (4' sts Vasic 6), Jelenic 6.5 (23' st Bifulco 6), Chiricò 7 (3' pts Gasbarro 5), Ronaldo 7, Biasci 6 (43' st Paponi 6.5). A disp. Vannucchi. Firenze, Andelkovic, Nicastro, Merelli, Pelagatti, Cissé. All. A. Mandorlini 6. ARBITRO: Marcenaro di Genova 7.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400