Cerca

Serie C

Seregno-FeralpiSalò: blackout Blues, Miracoli confeziona il tris ospite nel primo tempo

Flash Cernigoi nella ripresa, ma il gol di Guidetti e i due rigori del numero 11 di Vecchi mettono subito in archivio il match

Seregno-Ferali

La prima «in casa» del Seregno targato Mariani termina con una sconfitta per 1-3 con la FeralpiSalò, frutto di un primo tempo chiuso sotto di tre reti arrivate nell'ultimo quarto d'ora di gioco prima dell'ingresso negli spogliatoi. Miracoli due volte su rigore, intervallato dalla firma di Guidetti, trascina gli ospiti, che nella ripresa subiscono senza grossi danni i cambi azzeccati del tecnico degli Spartans. Cernigoi accorcia sempre dal dischetto dopo appena tre giri di lancette nella ripresa, ma poi regna l'imprecisione e il risultato non cambia più.

Miracoli ravvicinati. I Blues, che non hanno incassato l'autorizzazione dalla Lega Pro per giocare al Ferruccio, cercano di ovviare con l'entusiasmo acquisito nei match di Coppa e di Trieste alla defezione degli squalificati Cocco, Borghese e Gentile: Signorile e Valeau rimpiazzano negli undici Invernizzi e Raggio Garibaldi, prime convocazioni per gli ultimi colpi di mercato Mandorlini, Rossi e Marino. Tra i gardesani, sorpresi a domicilio dal Fiorenzuola al debutto, assenti Bacchetti, Brogni e Gelmi: Vecchi, chiamato dalla Feralpisalò per confermare le recenti annate al vertice, si affida alla esperta cerniera difensiva composta da Legati e Suagher e colloca Balestrero nella casella da trequartista. Il Seregno parte lancia in resta e spreca al 1' in contropiede con Cernigoi, frenato da Suagher nell'area piccola: a un cross teso dalla destra di Valeau e a una gustosa parabola a rientrare di Signorile dalla bandierina, con Liverani che smanaccia oltre la traversa, fa infine seguito la stilettata al 10' di Vitale che lambisce il palo. A una fase di gara spezzettata e dall'elevato sapore di agonismo da il cambio l'emergere della Feralpisalò, che comincia a controllare il gioco (a metà tempo Gemignani interrompe una percussione di Balestrero) e a fare male ai brianzoli: al 31' Miracoli trasforma il rigore concesso per fallo di Valeau su Guidetti sul vertice sinistro dell'area. Il Seregno barcolla, minacciato dagli scatti di Luppi, per capitolare ancora al 39' per mano di Guidetti, che con freddezza elude l'uscita di Fumagalli; a suggellare l'imbarcata è il tris calato nei minuti di recupero da Miracoli, che battezza di nuovo l'angolo giusto dal dischetto.


Illude Cernigoi. Due i cambi effettuati da Mariani negli spogliatoi: tocca a Raggio Garibaldi e St Clair provare a dare ordine e strappi alla mediana, ma è Scognamiglio a mettere subito una pezza su Luppi. È il fallo di Legati su Cernigoi a ridare fiato al tifo azzurro: anche il mantovano è preciso dagli undici metri e sigla la rete della bandiera. Il Seregno cerca in ogni modo di riaprire del tutto la contesa, esponendosi al contropiede gardesano, ma le occasioni non vengono più finalizzate da entrambi gli attacchi: da un lato sprecano Balestrero prima (facile a tu per tu con Fumagalli) e Spagnoli poi (decisa chiusura di Zoia), dall'altro Liverani ingaggia un duello personale con Mandorlini, che ci prova in sequenza da ingresso area prima e su punizione defilata poi. Domenica la truppa seregnese è attesa da un'altra big: sarà difatti ospite al Piola della Pro Vercelli, formazione a punteggio pieno.

IL TABELLINO

SEREGNO-FERALPISALÒ 1-3
RETI: 31' rig. Miracoli (F), 39' Guidetti (F), 48' rig. Miracoli (F), 3' st rig. Cernigoi (S).
SEREGNO (3-4-1-2): Fumagalli 6, Scognamiglio 5.5, Gemignani 7, Galeotafiore 5 (20' st Jimenez
5.5), Valeau 5.5 (1' st St Clair 6), Signorile 5.5 (1' st Raggio Garibaldi 6.5), Vitale 6, D'Andrea 6,
Zoia 6, Cernigoi 6, Cortesi 5.5 (25' st Mandorlini 6.5). All. Mariani 5.5. A disp.: Lupu, Mandorlini, Anelli,
Rossi, Aga, Solcia, Marino, Iurato, Pani.
FERALPISALÒ (4-3-1-2): Liverani 6.5; Bergonzi 6, Legati 6.5, Suagher 7, Corrado 6, Hergheligiu 5.5,
Carraro 6 (35' st Damonte sv), Guidetti 7 (41' st Salines sv), Balestrero 6, Luppi 6.5 (20' st Spagnoli
5.5), Miracoli 7. All. Vecchi 6.5. A disp.: Porro, Venturelli, Di Molfetta, Corradi, Guerra, Cristini, Pisano,
Zanini, Tirelli.
ARBITRO: Mastrodomenico di Matera 5.5.
AMMONITI: Carraro (F), Fumagalli (S), Hergheligiu (F), Gemignani (S), Luppi (F), Cernigoi (S), Suagher (F).
ESPULSO: 49' st Balestrero (F).

LE PAGELLE

SEREGNO
Fumagalli 6 Guida reparto e compagni dall'alto dei suoi 300 gettoni: incolpevole sui gol.
Scognamiglio 5.5 Messo in minoranza nell'area da difendere a fine primo tempo, si rianima poi.
Gemignani 7 Il migliore dei suoi, nonostante il fallo da rigore: bene quando fa l'elastico e sulle palle alte, contiene la corsa box to box di Balestrero.
Galeotafiore 5 Lentezza mista a imprecisione: può dare di più.
Valeau 5.5 Stende Guidetti e la gara cambia.
Signorile 5.5 Offre qualche soluzione tecnica, ma tiepida: evanescente.
1' st Raggio Garibaldi 6.5 Sostanza che riordina il centrocampo azzurro.
Vitale 6 La sua occasione chiude il momento più efficace dei locali.
D'Andrea 6 Uno degli ultimi a mollare: qualche volta si sgancia per creare superiorità.
Zoia 6 Da laterale non spinge, ma chiama il movimento delle mezzali: bel tackle su Spagnoli.
Cernigoi 6 Battaglia con Legati e cerca Cortesi: il piatto dal dischetto vale la prima rete in campionato del Seregno.
Cortesi 5.5 Svaria: da poco contributo nell'area, eccezion fatta per una mischia risolta da Liverani.
25' st Mandorlini 6.5 In un attimo si prende la scena e sfiora il bersaglio: sarà non solo un punto fermo, ma il leader che serve alla matricola lombarda.
All. Mariani 5.5 Prova a dare la scossa con due cambi e si gioca altre carte interessanti in seguito: poteva forse spezzare l'inerzia subito dopo l'uno-due ospite.


FERALPISALÒ
Liverani 6.5 Non è impegnato in modo particolare a punteggio in bilico: sugli scudi per gli interventi sulle bordate di Mandorlini.
Bergonzi 6 Si stacca poco, ma quando lo fa è ficcante.
Legati 6.5 Il veterano difetta in mobilità, ma chiude in modo impeccabile ogni porta sino al fallo su
Cernigoi.
Suagher 7 Il salvataggio al primo giro di orologio vale un gol: è sia forza sia alleggerimento.
Corrado 6 Dal suo piede educato partono traversoni interessanti: prezioso nell'alimentare il giro
palla.
Hergheligiu 5.5 Svolge un compitino ordinato e rimedia un cartellino giallo.
Carraro 6 Veemente: lucida l'imbucata per il nuovo entrato Spagnoli.
Guidetti 7 Non parte benissimo, col velo sulla propria trequarti a mettere in difficoltà i compagni: il
crescendo va dal rigore procurato alla gioia personale, al sontuoso assist per Balestrero.
Balestrero 6 Il primo squillo dei bresciani è suo: progressione alla Kakà stoppata sul più bello.
Luppi 6.5 Elemento caparbio che sa quando si deve colpire l'avversario: il raddoppio è farina tutta
sua, ma spreca un comodo poker.
Miracoli 7.5 Onnipresente: trascina i salodiani al di là dei rigori realizzati, cambiando angolo.
All. Vecchi 6.5 L'ex trainer dell'Inter Primavera ha l'esperienza di non toccare la macchina che va:
il merito è stato quello di non gravare la testa dopo il ko dell'esordio.

ARBITRO
Mastrodomenico di Matera 5.5 La partita vive qualche fase di tensione: pur avendo
concesso tre massime punizioni, lascia la sensazione di averne persa qualcheduna per strada

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400