Cerca

Una Pergolettese con poche (e confuse) idee cede in casa alla Triestina

Serie C

Pergolettese-Triestina: poche (e confuse) idee, i gialloblù cedono in casa al gol di Giorico

I giuliani passano in vantaggio già dopo 7 minuti, quindi gestiscono la partita senza molti affanni

Una Pergolettese con poche (e confuse) idee cede in casa a una buona Triestina. Subito in vantaggio, la compagine giuliana gestisce la situazione senza troppi affanni: le uniche azioni salienti di marca "cannibale" sono, infatti, frutto più che altro di lanci, non di vere e proprie manovre. Il ko pone, dunque, fine alla breve serie positiva della squadra cremasca, presentatasi alla sfida reduce dai successi con Lecco e Trento.

Pronti, via, Alabarda. Al primo assalto, la compagine giuliana passa a condurre grazie a Giorico, lesto nell'avventarsi su una respinta da calcio d'angolo, insaccando con un destro da fuori area: la sfera finisce all'incrocio dei pali, battendo l'incolpevole estremo difensore locale Galeotti (6'). Sbloccato il risultato, gli alabardati gestiscono la situazione dall'alto del loro maggior tasso tecnico, rischiando pochissimo. Al 19' un tiro-cross di Varas trova Offredi pronto alla presa quindi un giro di lancette più tardi gli ospiti ci provano con Lopez: il tiro "telefonato" del capitano rossoalabardato è, però, facile preda del portiere cremasco. Al 33' ci prova Guiu, ma la sua girata termina oltre la trasversale. Assai più pericolosi gli ospiti al 39', quando un colpo di testa di Volta su cross (da calcio di punizione) di Iotti trova lo splendido intervento di Galeotti, che toglie letteralmente la sfera dalla porta distendendosi alla sua sinistra. Lampo Pergolettese al 44': Guiu lavora bene sulla fascia destra mettendo in mezzo un traversone basso che transita lungo tutta l'area senza trovare nessun gialloblù pronto all'appoggio in rete. La prima frazione si conclude, quindi, con la Triestina meritatamente in vantaggio per 1-0.

Niente da fare. La ripresa è assai meno "vivace", in quanto i triestini controllano senza molto affanno le poche e confuse azioni dei padroni di casa. Eppure, già al 1' la Pergolettese si fa vedere in avanti con un sinistro di Morello respinto da Offredi e, nel prosieguo dell'azione, con un destro di Bariti "murato" dalla difesa alabardata: trattasi (col senno di poi) di un "fuoco di paglia". Al 17' un lancio dalle retrovie cremasche trova Offredi pronto all'uscita anticipando nettamente Scardina, quindi al 30' i padroni di casa ci provano con un cross dalla destra che sorprende tutti: tutti, anche Scardina, cha da pochi passi manca l'aggancio. Azioni, come si diceva, basate su lanci e facilmente sventate dalla compagine ospite. In una partita tutto sommato corretta, gli animi si scaldano al 47', quando il direttore di gara non concede il "vantaggio" alla Pergolettese (lanciata in un possibile contropiede), interrompendo il gioco per sanzionare un fallo di Volta (ammonito). Raffreddati i bollenti spiriti, il successivo calcio di punizione si perde nel nulla di fatto. Finisce, quindi, col successo della Triestina per 1-0: una vittoria meritata su una Pergolettese assai poco "pungente" in avanti. 

IL TABELLINO

PERGOLETTESE-TRIESTINA 0-1
RETE:
7' Giorico (T).
PERGOLETTESE (4-3-3): Galeotti 6, Bariti 5.5, Ferrara 6, Lambrughi 6.5, Villa 6.5, Zennaro 6 (43' st Moreo sv), Arini 5, Varas 5 (25' st Vitalucci 5), Guiu 6.5 (1' st Lepore 5), Scardina 5, Morello 5 (41' st Fonseca sv). A disp. Soncin, Alari, Cancello, Faini, Mercado, Nava, Perseu, Verzeni. All. Lucchini 5.
TRIESTINA (4-4-2): Offredi 6, Volta 7, Lopez 7, Ligi 6, Rapisarda 6, Iotti 6.5, Giorico 7, Procaccio 6.5 (11' st Giorno 6), Galazzi 6, Gomez 6.5 (26' st Trotta 6.5), De Luca 6. A disp. Groaz, Natalucci, Giannò, Sarno, De Genova, Brey, Baldi, Litteri. All. Bucchi 6.5.
ARBITRO: Mucera di Palermo 5.5.
AMMONITI: Volta (T), Lambrughi (P), Gomez (T), De Luca (T).

LE PAGELLE

PERGOLETTESE

Galeotti 6 Incolpevole sulla rete giuliana. Per il resto è sempre pronto e attento.
Bariti 5.5 Prova affatto impeccabile. Spreca una delle rare occasioni cremasche temporeggiando troppo, facendosi "murare" la conclusione.
Ferrara 6 Gara accorta, senza infamia e senza lode.
Lambrughi 6.5 Una sicurezza. Attento, preciso, pacato, sempre nel posto giusto. Impeccabile.
Villa 6.5 Ottimo sulla difensiva, spesso e volentieri si propone con fulminee avanzate. Bella prova, tutto cuore, corsa e grinta.
Zennaro 6 Gara di  grande sacrificio. (43' st Moreo sv).
Arini 5 L'impegno c'è, ma gli errori sono tanti. Troppi.
Varas 5 Si nota solamente in occasione di un suo tiro-cross bloccato da Offredi.
25' st Vitalucci 5 La sua presenza si nota solamente al suo ingresso in campo al posto di Varas. 
Guiu 6.5 Il più ispirato dei suoi. Molto sgusciante. Al 44' lavora bene sulla destra mettendo in mezzo un pallone solo da spingere in rete: peccato che in mezzo all'area trovi il deserto del Gobi.
1' st Lepore 5 Entra per creare scompiglio: lo crea, ma fra i suoi compagni.
Scardina 5 Scardìna non... scàrdina la difesa alabardata, che lo tiene a bada. E, quando riesce ad avere un pallone giusto (30' st), lo spreca.
Morello 5 Impegna Offredi con un sinistro dalla distanza (1' st). Poco altro. (41' st Fonseca sv).
All. Lucchini 5 La sua Pergolettese ha poche idee, peraltro assai confuse. Espulso (per proteste) nel finale.

TRIESTINA

Offredi 6 Attento nelle rare occasioni nelle quali è chiamato in causa. A fine partita, la sua divisa bianco ghiaccio è ancora linda...
Volta 7 Attento, preciso, insuperabile. Dalle sue parti non si passa. Sfiora anche il gol del 2-0.
Lopez 7 Capitano coraggioso. Non sbaglia nulla, inoltre si comporta da "allenatore in campo" dando suggerimenti e indicazioni ai compagni. Perfetto.
Ligi 6 Ligi è... ligio al dovere: sempre pronto al recupero, alle chiusure e agli anticipi. Nulla di straordinario, ma compie il suo dovere.
Rapisarda 6 Molto attento, a volte si azzarda in avanzate sulla fascia.
Iotti 6.5 Trottolino del centrocampo giuliano, molto pericoloso sulla fascia destra.
Giorico 7 Realizza la rete decisiva con uno splendido destro dalla distanza. Per il resto, galvanizzato (giustamente) dalla prodezza, gioca praticamente a tutto campo.
Procaccio 6.5 Grande lottatore, non si tira mai indietro. Gara di lotta.
11' st Giorno 6 Prestazione "normale". Non si tira indietro e lotta su ogni pallone. La sua prestazione potrebbe essere riassunta in questa frase: "Dimmi quello che c'è da fare e io lo faccio".
Galazzi 6 Vent'anni, ma una personalità da veterano: chiede lo scambio e si arrischia in dribbling, mostrandosi molto ispirato.
Gomez 6.5 Bravo nel difendere il pallone, consentendo ai rossoalabardati di "respirare".
26' st Trotta 6.5 Ci mette il fisico, difendendo parecchi palloni e facendo un lavoro "oscuro" ma comunque efficace. Non gli capitano occasioni propizie, ma la sua semplice presenza crea apprensione fra i difensori cremaschi.
De Luca 6 Dimostra di meritare il soprannome di "zanzara": molto mobile.
All. Bucchi 6.5 La sua Triestina è brava e fortunata a trovare subito la rete, ma in seguito rischia pochissimo, difendendosi con ordine. 

ARBITRO

Mucera di Palermo 5.5 Arbitraggio "all'inglese", ma lascia un po' perplessi l'aver "stoppato" il possibile contropiede cremasco al 47' della seconda frazione, senza concedere il vantaggio. Il fatto che molto difficilmente i padroni di casa sarebbero poi giunti alla rete (Offredi era in netto anticipo sugli avversari) è solamente un dettaglio.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400