Cerca

Mauro Zironelli

L'ormai ex tecnico del Lecco, Mauro Zironelli

Serie C

Ufficiale a Lecco: risolto di comune accordo il contratto con Zironelli, il sostituto è Luciano De Paola

Il tecnico veneto saluta i blucelesti dopo soli tre mesi di campionato. La famiglia Di Nunno porta a termine l'«operazione nostalgia»

Nella Lecco del pallone le acque sono agitate ormai da un mese abbondante e il problema non è di certo il lago. La sonora sconfitta del «Briamasco» di Trento, la quinta nelle ultime sette partite, ha decretato la fine dell’avventura di mister Mauro Zironelli all’ombra del Resegone, con l'allenatore veneto che ha risolto il contratto di comune accordo con il club. Il ribaltone tecnico è stato compiuto: Luciano De Paola è il nuovo allenatore delle aquile. Rientrato in Italia da Boston poche ore fa, il «Pirata» sta già lavorando con la squadra in vista del match casalingo di domenica contro la capolista Südtirol.

Per De Paola si tratta di un ritorno: il tecnico, reduce dall’esperienza della passata stagione alla Pergolettese, conclusasi nel mese di aprile, guidò brillantemente i blucelesti in Serie D nella stagione 2015-16, chiudendo la regular season al secondo posto e vincendo i playoff, in un’ annata costellata da gravi turbolenze societarie. I destini di Lecco e De Paola si incrociarono nuovamente nella stagione 2017-18, la prima dell’era Di Nunno: presentato ufficialmente alla stampa, il tecnico preferì abbandonare dopo pochi giorni, favorendo il ritorno sulla panchina delle aquile di Alessio Delpiano.

Tante le insidie a cui il «De Paola bis» (o tris, a seconda dei punti di vista) dovrà far fronte, soprattutto nell’immediato. Il tecnico dovrà lavorare in primis sull’aspetto psicologico, trasmettendo il necessario vigore ad una squadra apparsa svuotata nelle ultime settimane, ricompattando l’ambiente in vista del match contro la prima della classe e della doppia, delicatissima, trasferta (Piacenza e Seregno, ndr). Occorrerà poi ripartire da zero per quanto concerne i posizionamenti difensivi sulle palle inattive avversarie, punto dolente della gestione Zironelli. Da semplice «aspetto su cui lavorare», a «problema», da «tallone d’Achille» a «perenne fonte di pericolo»: punizioni e calci d’angolo sono entrati di diritto nei peggiori incubi dei tifosi blucelesti. Altra problematica, non da poco, è la classifica: quella lecchese è deficitaria, in rapporto alle reali ambizioni di via Don Pozzi. La squadra è momentaneamente inghiottita nella selva del centro-classifica, affannosamente aggrappata all’ultimo scalino utile per i playoff ma a due sole lunghezze dalla zona playout. Una posizione ibrida, che non potrà non turbare il sonno di De Paola, il cui futuro prossimo si preannuncia a dir poco infuocato. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400