Cerca

News

Una sua falcata alla George Weah a 14 anni ribaltò la finale Scudetto Regionale, ora debutta in Serie C

Contratto da professionista fino al 2024 per il roccioso difensore, che contribuì nel 2015 ad un risultato storico per il suo club

Frank Amoabeng

Frank Amoabeng, difensore classe 2001, determinante per la vittoria del titolo Giovanissimi Fascia B Regionali del Suno nella stagione 2014-2015

«Per me questa partita è finita in pareggio. Mi piacerebbe rigiocare questa finale un altr'anno contro la stessa squadra. Vorrei vincere sul campo e non ai rigori». Con queste parole 7 anni fa, il 17 maggio 2015, il 14enne Frank Amoabeng sulle colonne di Sprint e Sport salutava la vittoria del titolo Regionale Giovanissimi Fascia B appena guadagnato con il Suno ai danni del Chieri, battuto solo nei 5 tiri dal dischetto dopo l'1-1 dei 70' più supplementari. Tanta umiltà e tanta fame di campo. Non stupisce allora che nella stagione 2022-2023 il ragazzo abbia la possibilità di esordire in Serie C. Con il Novara, che subito dopo la parentesi al Suno lo prese, lo inserì nelle squadre delle giovanili Nazionali e gli fece poi fare tutta la trafila nel proprio vivaio.

a a a a a a a a a a

Il post sulla pagina facebook del Novara Football Club che il 1° agosto annuncia la conferma di Frank Amoabeng con contratto fino al 2024

E a ben vedere, con pochi altri compagni di squadra, Amoabeng è tra i «reduci» del Novara 1908 escluso dal professionismo, ripartito con il nuovo Novara Football Club dalla Serie D e ora già tornato in Serie C. Sta per completarsi dunque una parabola di quelle meritevoli per il difensore classe 2001 di origini ghanesi. Lo scorso 1° agosto infatti il Novara FC del presidente Massimo Ferranti, figura a cui si deve la rinascita azzurra 12 mesi fa, lo ha messo sotto contratto fino al giugno 2024 e farà dunque parte della rosa di Marco Marchionni che battaglierà con propositi di medio-alta classifica nel prossimo Girone A di Serie C. Un altro talento arrivato al professionismo partendo dai dilettanti dunque.

f f f f f f f f f

L'esultanza del Suno classe 2001 dopo la finale vinta ai rigori contro il Chieri il 17 maggio 2015 ad Albiano d'Ivrea, nella quale Amoabeng è stato determinante con una falcata partendo dalla difesa per l'assist dell'1-1 al compagno D'Elia

Giunto a Suno nel 2014 dopo una parentesi neroazzurra con l'Inter, da difensore centrale piuttosto staccato in difesa quasi come un libero vecchia maniera mette a segno l'impressionante score di 10 gol in 21 partite nel campionato Regionale 2014-2015 agli ordini di Carlo Zucca. Il cammino nelle fasi finali scudetto è esaltante e si corona nella finale di Albiano di Ivrea contro il quotatissimo Chieri, battuto ai rigori grazie ad una parata decisiva di Marcos Lorenzo. Apprezzamenti a non finire per Amoabeng, MVP dell'incontro, che contribuisce a portare sull'1-1 con una grande falcata (stile George Weah) partendo palla al piede dalla difesa per poi infilare in area la sfera che il compagno Alessandro D'Elia trasforma in rete per il gol che raggiunge il vantaggio torinese e rimane tale fino al termine dell'incontro. Solido in difesa, bloccando quasi tutte la azioni avversarie, finisce per chiudere con i crampi restando stoicamente in campo.

b b b b b b b b b b

Il dettaglio sulla finale Regionale Giovanissimi Fascia B dedicato ad Amoabeng su Sprint e Sport del 18 maggio 2015, dopo la partita vinta ai rigori dal Suno di Carlo Zucca contro il Chieri

Scontato il suo approdo nel professionismo, che avviene nella stagione 2015-2016 con la squadra dei Giovanissimi Nazionali del Novara guidata da Alessandro Amato. Da qui in poi è un'escalation che passa nell'Under 16 A-B della stagione 2016-2017 diretta sempre dal tecnico ora alla RG Ticino, e che lo porta nel campionato 2017-2018 a fare parte della rosa di Under 17 A-B diretta da Cristian Terni. Nell'annata ancora successiva eccolo alla Berretti di Giacomo Gattuso, che giunge al 3° posto in campo dietro ad Atalanta e Albinoleffe ma davanti all'Inter. Nel campionato 2019-2020 invece la stessa formazione domina il proprio girone salvo essere fermata a 2 turni dalla fine della regular season dalla sospensione dei campionati causa pandemia. Alla ripartenza nel campionato 2020-2021 ecco il debutto tra i grandi. Non però nel Novara di Simone Banchieri, ma in prestito all'Audace Cerignola in Serie D, dove l'ex Suno così può farsi le ossa scendendo in campo 23 volte e segnando anche une rete.

e e e e e e e e e e

Amoabeng ai tempi della Berretti del Novara Calcio 1908, ha fatto tutta la trafila nel settore giovanile dai Giovanissimi Nazionali alle soglie della prima squadra, per poi tornare in azzurro con il nuovo Novara Football Club

Nell'estate successiva il grande caos che esplode attorno al Novara 1908 lo fa rimanere svincolato ma, insieme ad altri ragazzi del vivaio azzurro come Pereira Lopes e Paglino, per Amoabeng arriva l'opportunità di far parte della prima squadra di Marco Marchionni nel Girone A di Serie D sempre a Novara, sotto le insegne del Novara Footbal Club. Si parla dunque di una storia recente ed esaltante, con il debutto (finalmente) nella prima squadra azzurra nel turno preliminare di Coppa contro la RG Ticino del 12 settembre 2021, coronando così un grande percorso di crescita. In campionato invece il classe 2001 è stato 12 volte titolare e per altrettante è subentrato invece dalla panchina, giocando complessivamente 1229 minuti. A limitare il suo impiego è stato un infortunio alla caviglia occorso nello scorso marzo contro il Derthona, che lo ha costretto a stare fuori per un mese circa. Poi il rientro, la grande festa per la promozione in Serie C e la chance tra i professionisti. Il miglior modo di tenere fede a quanto di buono si è detto di lui nella magica stagione 2014-2015 al Suno, ricca di umiltà, solidità e felicità.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400