Cerca

I club di Serie D votano per continuare: partito del no fermo al 26%

Serie D PONTE SAN PIETRO TRITIUM SERIE D - ESULTANZA COLLEONI E COMPAGNI

I compagni corrono ad abbracciare l'autore del gol, Mattia Colleoni

Che l'esito fosse scontato un po si sapeva già. La votazione proposta dal Dipartimento Interregionale nella giornata di ieri è terminata oggi alle 15.00 e sono stati pubblicati i risultati che vedono una vittoria schiacciante del partito del "si va avanti". Sulle 166 società che avevano diritto di voto, 138 hanno espresso il loro parere. 95 club hanno votato l'opzione A (si prosegue il campionato e le società hanno la possibilità di trasmettere sui propri canali web e social la diretta delle partite) e 43 società hanno votato l'opzione B (rimanere fermi fino alla scadenza del DPCM attualmente in vigore, ovvero fino al 24 novembre). Le 28 società astenute sono state conteggiate come voti favorevoli alla prima opzione e in virtù di ciò l'astensione può essere sia leggibile come indifferenza, sia come segnale politico di dissenso nei confronti della LND, nonostante la volontà di proseguire il campionato. Fatto sta che il risultato finale ha visto trionfare la corrente delle società che vuole continuare a giocare con un netto 74% a 26%. Il problema da capire ora è: come e con che protocollo?

SCARICA LA NOSTRA APPLICAZIONE

 
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400