Cerca

Crema - Desenzano Calvina Serie D: Dossena e Florindo si dividono la posta con un 3-3 pirotecnico

Crema - Desenzano Calvina Serie D 2
Partita divertente quella andata in scena al Voltini, giocata a ritmi molto alti e con numerose palle gol create da entrambe le squadre. Il Crema va tre volte in vantaggio con Ferrari (doppietta) e Poledri, ma viene ripreso da Recino, Mauri e Franchi. Per i padroni di casa si tratta di un pareggio che ha l’amaro sapore di un’occasione sprecata per tenere il passo del Seregno, vincente a Caravaggio, mentre è il giusto premio per l’ottima prestazione offerta dagli ospiti, rimasti in inferiorità numerica per l’espulsione di Missaglia al 15’ del secondo tempo. Per riscattare la sconfitta di Brusaporto, la prima della stagione, Andrea Dossena cambia tre giocatori nell’undici di partenza: dentro Laner, Viviani e Ferrari al posto di Dell’Aquila, Ruscitto e Adobati. Michele Florindo vuole proseguire il trend positivo che ha permesso alla sua squadra di conquistare 7 punti nelle ultime tre partite, e conferma nove undicesimi della formazione che ha battuto la Tritium: out Turlini e Pellegrini sostituiti da Missaglia e Perotta. Il match è vivace fin dai primi minuti e ad approfittarne sono i nerobianchi: Mandelli recuperea un gran pallone sulla trequarti avversaria e serve Ferrari che si accentra, evita il recupero di Mazzotti e dal limite scocca un destro che s’insacca sul secondo palo. Passano appena sette minuti e arriva il pareggio del Desenzano Calvina con Recino, abile nel prendere il tempo a Mapelli sul cross di Mauri e a battere Pennesi di testa. La rete subita fa perdere sicurezza al Crema, che rischia per due volte di andare sotto: prima Luca Ruffini recupera un pallone in area di rigore e serve Cazzamalli sottoporta, ma l’occasione viene sventata dal provvidenziale anticipo di Russo; poi Mauri sguscia via a Gerevini e si rende protagonista di un bel coast to coast sprecato dalla conclusione alta di Recino. Al 37’ proteste del Crema per un’ingenua trattenuta in area di Marco Ruffini su Ferrari giudicata non fallosa dal direttore di gara. Al tramonto della prima frazione botta e risposta tra le due squadre: Recino ruba palla a Viviani al limite dell’area e calcia a botta sicura sul primo palo, ma Pennesi compie un miracolo respingendo di piede; sul fronte opposto è Mapelli a sfiorare il vantaggio con un colpo di testa ravvicinato su cross di Laner, ma anche Sellitto si supera mettendo in calcio d’angolo. La ripresa di apre con una doppia occasione per gli ospiti: Luca Ruffini chiama Pennesi al miracolo e, sugli sviluppi del conseguente calcio d’angolo, la palla buona capita sui piedi di Recino che da due passi spreca calciando sopra la traversa. Passano meno di due minuti e il Crema torna avanti con Ferrari, pescato perfettamente da Poledri sul secondo palo, che incrocia di testa battendo Sellitto. Cinque minuti più tardi il pareggio del Desenzano: filtrante alto di Mazzotti, Viviani si lascia scavalcare troppo facilmente dal pallone su cui si avventa Mauri che controlla e batte Pennesi. L’equilibrio sembra svanire al quarto d’ora quando Missaglia, già ammonito, commette un’ingenuità sgambettando Poledri al limite dell’area e rimediando il secondo giallo. Sul punto di battuta va lo stesso numero 7 che sfiora il gol accarezzando il palo alla sinistra del portiere. Florindo prova a ridare equilibrio ai suoi abbassando Zanolla e Luca Ruffini sulla linea difensiva per passare al 4-3-2 e la mossa sembra funzionare, finché uno scatenato Poledri punta Cazzamalli al limite dell’area e pennella una parabola perfetta sul secondo palo che riporta per la terza volta in vantaggio i padroni di casa. Gli ospiti non si arrendono e riescono ad acciuffare ancora il pareggio pochi minuti più tardi: cross di Mauri dalla sinistra, doppia sponda prima di Marco Ruffini, poi di Sorbo per servire il neoentrato Franchi che, approfittando della dormita di Gerevini, prende posizione e batte Pennesi da due passi. Nel finale entrambe le formazioni falliscono l’opportunità di conquistare i tre punti: al 43’ Mauri spinge il contropiede e serve a centro area Franchi, che in allungo alza il pallone sopra la traversa; sul ribaltamento di fronte Dell’Aquila va via sulla sinistra mette in mezzo un pallone invitante, su cui Salami non arriva per pochissimo. Il 3-3 conquistato in inferiorità numerica e in rimonta può far sorridere i ragazzi di Florindo, che allungano la serie positiva e domenica ospiteranno un Breno ancora alla ricerca della prima vittoria stagionale. Bicchiere mezzo vuoto invece per Andrea Dossena, atteso tra quattro giorni dal big match con la Casatese.

IL TABELLINO

CREMA 3 DESENZANO CALVINA 3 RETI: 14’ Ferrari (C), 21’ Recino (D), 5’ st Ferrari (C), 10’ st Mauri (D), 26’ st Poledri (C), 33’ st Franchi (D) CREMA (4-3-3): Pennesi 6.5, Mapelli 5.5, Viviani 5, Gerevini 5, Russo 6, Laner 6 (23’ st Bignami sv), Mandelli 6.5, Poledri 7.5, Campisi 6 (23’ st Dell’Aquila 6), Ferrari 7.5 (38’ st Salami sv), Bardelloni 5.5. A disp: Ziglioli, Stringa, Forni, Ruscitto, Otabie, Cocci. All. Dossena 5.5 DESENZANO CALVINA (3-5-2): Sellitto 6, Missaglia 4.5, Marco Ruffini 5.5, Sorbo 6, Zanolla 6 (28’ st Chiari sv), Cazzamalli 5.5 (28’ st Crema sv), Mazzotti 6.5, Perotta 6, Luca Ruffini 6.5, Mauri 8, Recino 6.5 (20’ st Franchi 6.5). A disp: Bolzoni, Ricciardi, Pellegrini, Franzoni, Carraro, Gubellini. All. Florindo 7 ARBITRO: Gabriele Restaldo di Ivrea 6.5 Gestisce la partita con personalità. Qualche dubbio su una trattenuta di Marco Ruffini su Ferrari nel primo tempo, ineccepibile il secondo giallo a Missaglia. AMMONITI: Mandelli (C), Gerevini (C), Bardelloni (C), Ferrari (C), Franchi (D), Marco Ruffini (D) ESPULSO: 15’ st Missaglia (D) per doppia ammonizione [caption id="attachment_254905" align="aligncenter" width="900"] Il signor Restaldo di Ivrea, chiamato all'ultimo a dirigere la sfida sostituendo Gangi di Enna, inizialmente designato per la partita[/caption]

LE PAGELLE

CREMA Pennesi 6.5 Miracoloso su Recino a fine primo tempo e su Luca Ruffini a inizio ripresa, incolpevole sui gol. Mapelli 5.5 Si fa anticipare da Recino sul gol dell’1-1, poi sfiora il gol di testa al tramonto del primo tempo. Viviani 5 Nel primo tempo perde un pallone sanguinoso al limite dell’area e viene salvato da Pennesi, poi nella ripresa si fa scavalcare dal filtrante di Mazzotti in occasione del 2-2. Gerevini 5 Bruciato da Mauri nel primo tempo, nell’occasione rimedia anche un giallo che lo condiziona. Si addormenta clamorosamente quando Franchi segna il definitivo 3-3. Russo 6 Lascia troppo spazio a Mauri sul cross che porta al pareggio, poi si riscatta con una grande diagonale anticipando Cazzamalli a due passi dalla porta. Laner 6 Bel cross per Mapelli sul finale di primo tempo Mandelli 6.5 Recupera un gran pallone sulla trequarti offensiva in occasione dell’1-0, buona partita in cabina di regia. Poledri 7.5 Sale in cattedra nel secondo tempo pennellando l’assist per il 2-1 di Ferrari e poi disegnando una parabola perfetta per il momentaneo 3-2. Campisi 6 Prova a dare vivacità ma non riesce a rendersi pericoloso. 23’ st Dell’Aquila 6 Per pochi centimetri non trova l’assist per Salami che avrebbe deciso la partita. Ferrari 7.5 Bellissimo il gol che sblocca la partita, si ripete a inizio ripresa con un preciso colpo di testa. Bardelloni 5.5 Giorno di riposo per il capocannoniere del campionato che per una volta non riesce ad incidere. All. Dossena 5.5 Non riesce a sfruttare la superiorità numerica per chiudere la partita, ottiene un pareggio che sa molto di occasione sprecata. DESENZANO CALVINA Sellitto 6 Grande parata su Mapelli al tramonto del primo tempo, rimane inchiodato sulla linea di porta quando Ferrari colpisce di testa da due passi per il gol del 2-1. Missaglia 4.5 In difficoltà contro il miglior attacco del campionato, inutile il fallo con cui rimedia il secondo giallo lasciando i suoi in inferiorità numerica per mezz’ora. Marco Ruffini 5.5 In difficoltà nel primo tempo contro Ferrari, meglio nel secondo tempo. Entra nel gol del 3-3 con una sponda aerea. Sorbo 6 Si fa scavalcare dal cross del 2-1 ma rimedia con l’assist di testa per il definitivo 3-3 di Franchi. Zanolla 6 Una buona prova sia in fase difensiva sia quando deve accompagnare l’azione. Cazzamalli 5.5 Lascia troppo spazio a Poledri per calciare dal limite in occasione del gol del 3-2. Mazzotti 6.5 Si fa saltare troppo facilmente da Ferrari sul gol dell’1-0, poi rimedia col cambio di gioco da cui nasce l’1-1 e con l’assist per il 2-2 di Mauri. Perotta 6 Meglio quando c’è da attaccare che nella protezione della difesa. Luca Ruffini 6.5 Nel primo tempo recupera un gran pallone in area avversaria creando una pericolosa palla gol, poi chiama Pennesi alla grande parata ad inizio ripresa. Mauri 8 Una costante spina nel fianco della difesa del Crema : calibra alla perfezione il cross dell’1-1, si rende protagonista di un bel coast to coast vanificato da Recino e realizza il gol del 2-2. Recino 6.5 Pareggia con un gran colpo di testa, un grande Pennesi gli nega il raddoppio ma sbaglia anche due grandi occasioni, l’ultima calciando clamorosamente alto da due passi. 20’ st Franchi 6.5 Si fa trovare pronto per segnare il 3-3, meno preciso quando spreca il match point a due minuti dal novantesimo. All. Florindo 7 Non è da tutti riuscire a rimontare per tre volte la capolista in trasferta, la squadra tiene bene il campo anche in inferiorità numerica.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400