Cerca

Il Città di Varese presenta la «casa» del futuro alle Bustecche

città di varese bustecche

Il Città di Varese è pronto per avere la sua «casa» alle Bustecche che, per una società che guarda avanti, è indispensabile per consolidarsi e affrontare le nuove sfide a cominciare dal Settore Giovanile e dalla Scuola Calcio. Nelle scorse ore, al completamento di tutte le procedure burocratiche, è stata apposta la firma che regola la convenzione per i prossimi dieci anni. Importanti gli investimenti che il Città di Varese si appresterà a compiere nella struttura che nel 2019/20 ha visto il club scrivere le prime pagine della propria storia con la vittoria del campionato di Terza Categoria. I lavori di ammodernamento daranno un volto completamente nuovo all'impianto e riguarderanno il terreno di gioco, gli spogliatoi e la tribuna coperta. In Via Majano, sede dell'impianto delle Bustecche, i lavori potrebbero andare anche oltre prevedendo eventualmente un secondo lotto. Nella convenzione rientra anche l'immobile all'interno dello Stadio che tutti abbiamo imparato a conoscere come “casa del custode”. Quell'immobile, dopo i lavori necessari che cominceranno martedì 6 aprile, entro la fine del mese diverrà a tutti gli effetti la sede sociale del Città di Varese.

La presentazione della convenzione, che ha decorrenza dal primo aprile, è avvenuta proprio sul campo delle Bustecche e ha visto la presenza, oltre che del presidente Stefano Amirante, del sindaco di Varese Davide Galimberti e dell'assessore allo sport Dino De Simone.

I lavori alle Bustecche – progettati dall'architetto milanese Maurizio Barile, presidente della Garibaldina, club con il quale il Città di Varese ha disputato la prima amichevole della sua storia nel settembre 2019 qua alle Bustecche - partiranno entro il primo giugno per concludersi entro Ferragosto daranno un volto completamente nuovo alla struttura che, nell'insieme, disporrà di tre campi da calcio: due in sintetico (campo a 11, con omologazione fino all'Eccellenza, e campo a 5) e uno a sette in erba naturale.

«Finalmente possiamo annunciare la firma della convenzione del centro sportivo delle Bustecche – ha esordito il presidente Stefano Amirante – Il 31 marzo abbiamo depositato il progetto per 268.000 euro di lavori alle Bustecche e 16.000 per la casa del custode allo Stadio. Già ieri sera abbiamo mandato una pec di integrazione per lavori migliorativi visto che metteremo l'erba sintetica sul campo a undici». Struttura che è pronta a diventare una vera e propria cittadella dello sport biancorosso pronta ad accogliere, con l'inizio della nuova stagione, anche il settore giovanile agonistico e pre-agonistico. «Oggi è l'inizio ma saremo soddisfatti nel momento in cui i lavori saranno terminati e faremo l'inaugurazione di campo, spogliatoi, servizi, biglietteria, bar e tribuna. La prossima stagione inizieremo qui la preparazione della prima squadra e ci sarà tutto il settore giovanile. Questo posto sarà valorizzato e dalle 13 alle 20 ci saremo sempre noi ad allenarci con le nostre squadre. Ci sarà qualcosa destinato a rimanere ed è quello a cui avevamo pensato io e Stefano Pertile quando siamo partiti in questa avventura nell'estate 2019».

Fondamentale in questi mesi è stato il dialogo costante con l'amministrazione comunale rappresentata appunto dal sindaco Galimberti e dall'assessore De Simone. «Non possiamo che essere grati al Città di Varese per la voglia di guardare al futuro – ha detto il sindaco Davide Galimberti – È stato fatto tutto con serietà da parte di società, uffici e tecnici durante il periodo del Covid per programmare il post-Covid. Il presidente Amirante ha sottolineato che la società ha fornito garanzie per circa trecentomila euro e questo evidenzia la serietà del club e anche nostra come amministrazione che ci siamo fatti dare tali garanzie».

«Oggi apriamo la porta della riqualificazione e la chiuderemo quando i ragazzi potranno venire a giocare. Per anni su quest'impianto delle Bustecche si è andati avanti alla maniera italica ma grazie a una società che si è messa a disposizione della città avremo finalmente delle migliorie importanti. Il campo darà lustro al quartiere e ci permetterà di aprire un varco che in due minuti porterà al CFP e alla facoltà di Scienze Motorie», le parole dell'assessore Dino De Simone.

[caption id="attachment_269988" align="aligncenter" width="900"] La tavola dei lavori delle Bustecche[/caption]
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400